Abbiamo letto: SOGNI SULL'ACQUA di Lisa Kleypas ( Emozioni Mondadori)

Autrice: Lisa Kleypas
Titolo originale: Dream Lake
Traduttore: M.G. Bosetti
Genere: contemporaneo
Ambientazione: Stato di Washington, USA
Pubblic. originale:  St. Martin's Griffin; edition (August 7, 2012), pp.384
Pubblic. italiana: Mondadori, coll. Oscar Emozioni,   maggio 2013, pp.335 

Parte di una serie: 3° serie Friday Harbor
Livello sensualità: MEDIO-ALTO
Disponibile in ebook? SI' 
                                                             
TRAMA: Alex Nolan vive a Friday Harbor. Cinico e disilluso, combatte i demoni che affollano la sua mente grazie all'aiuto di una bottiglia di whisky. Vive in un inferno privato che ogni giorno rende più arido e solitario attorno a sé. Fino al giorno in cui una creatura vi accede, ma dev'essere un fantasma perché solo Alex riesce a vederla. Forse ha davvero attraversato in maniera definitiva la sottile linea che separa la sanità dalla follia. Zoe Hoffman è un'inguaribile romantica e quando incontra Alex, che le mostra il proprio lato più intrigante, il suo istinto le urla: scappa! Persino Alex la invita a fuggire da lui. Ma nella mente di Zoe si fa strada un'idea, bizzarra e sempre più insistente: che forse un antico fantasma possa ridare nuova speranza a un cuore spezzato. E che l'amore possa superare ogni barriera di tempo, spazio, e perfino buon senso...
                                                         


Lisa Kleypas è una delle firme più note e talentuose della narrativa romantica internazionale, al punto che mi basta leggere il suo nome sulla copertina di un romanzo per andare letteralmente in “brodo di giuggiole”. Il suo modo di descrivere l’amore e la passione è semplicemente sublime, negli storici come nei contemporanei, tuttavia, la serie “Friday Harbor” proprio non è riuscita a far breccia nel mio cuore e con questo terzo libro ho avuto la conferma che non è bene ostinarsi: se una storia non ti entra dentro, è inutile insistere. Nel romanzo ritroviamo i tre sexy fratelli Nolan, con tanto di mini riassunti sulle loro vite e sui percorsi che la sorte li ha spinti a seguire, fra loro c'è Alex, il cinico della famiglia, che dopo un disastroso matrimonio decide di darsi all’alcol per scacciare i demoni che lo tormentano. Alex è il classico bello e dannato: aspetto virile e sicuro di sé, sguardo cinico e avversione immotivata contro le donne; devo ammettere che il suo carattere mi ha dato spesso sui nervi, non tanto perché ha la fastidiosa abitudine di ubriacarsi tutte le sere sul divano, ma per il modo distorto di guardare la vita. Infatti, il bel Alex è convinto di avere il gene del fallimento nei propri cromosomi e tutto questo perché ha avuto la sfortuna di crescere con genitori alcolisti cosa che, peraltro, i suoi fratelli hanno saputo brillantemente superare senza piangersi addosso né odiare il mondo. Tra le varie sfortune Alex riesce anche a vedere e parlare con un fantasma smemorato che, se non fosse già morto da più di un secolo, si sarebbe suicidato per la noia e il degrado umano a cui è costretto ad assistere grazie ad Alex. Lo stile di Lisa Kleypas è sempre eccezionale, ma  nulla può contro una narrazione appesantita da troppi personaggi e da una storia per nulla trascinante che più volte rischia di sfiorare il ridicolo. I lunghi discorsi fra Alex e il fantasma proprio non sono riuscita a mandarli giù, sarà che non sono per nulla amante del paranormal, ma credo che la Kleypas ci abbia abituate a ben altro. L’unico personaggio degno di nota è Zoe, la donna da cui Alex rimane folgorato, e che, ovviamente, tratta male solo perché ha paura di instaurare un qualsiasi tipo di relazione. Zoe è una donna estremamente forte, che ha un amore grandissimo per l’anziana nonna, con la quale è cresciuta in seguito all’abbandono dei genitori, che adesso, alla veneranda età di ottantasette anni, ha bisogno di cure ed amore. La ragazza, però, è insicura a causa del suo aspetto fisico, poco carina, penserete voi? No, tanto bella da suscitare voglie strane negli uomini che per questo evita come la peste, almeno fino all’incontro con il sexy misogino. Complice la ristrutturazione del grande cottage al lago di proprietà della bella Zoe, Alex (che è un abile carpentiere) e la ragazza si troveranno spesso in contatto e l’attrazione superba li folgorerà giorno dopo giorno, fino a sfociare nel perpetuo sentimento amoroso. Lisa Kleypas arricchisce la narrazione con la storia misteriosa e suggestiva del fantasma, che, grazie al prezioso aiuto di Alex ( che poco alla volta riesce a riabilitarsi), scopre finalmente la sua vera identità e ci riserva sorprese e momenti di grande commozione. Insomma, la Kleypas riesce sempre a tirare fuori il meglio anche da una narrazione insipida, ma se vi aspettate l’atmosfera calda e suadente che ci hanno regalato i texani Travis, allora vi consiglio di aspettare tempi migliori, perché personalmente questa svolta di Lisa nel genere women’s fiction proprio non mi aggrada.






P.S.: MOLTI COMMENTI DELLE NOSTRE LETTRICI MOSTRANO OPINIONI DIVERSE SU QUESTO ROMANZO, NON MANCATE DI LEGGERE ANCHE QUELLE!





cartaceo


DA LEGGERE NELLA STESSA SERIE FRIDAY HARBOR

1. Christmas Eve at Friday Harbor (2010) - ed. italiana: Mondadori, COME FINISCONO LE FAVOLE, coll. Oscar Emozioni, maggio 2012 - Mark Nolan e Maggie Collins
2. Rainshadow Road (2012) - 
ed. italiana: Mondadori, UNA PICCOLA MAGIA, coll. Oscar Emozioni,ottobre 2012 -Sam Nolan e Lucy Marinn
3. Dream Lake (2012) - 
ed. italiana: Mondadori, SOGNI SULL'ACQUA, coll. Oscar Emozioni, maggio 2013 -Alex Nolan e Zoe Hoffman
4. Crystal Cove (2013) - non ancora pubblicato in italiano - Justine Hoffman e Jason Black
5. Lightning Bay (2013) - di prossima pubblicazione negli USA



LA SERIE FRIDAY HARBOR E' DIVENTATA UN FILM : LEGGI QUI.

AVETE LETTO QUESTO ROMANZO? COSA NE PENSATE? VI PIACE QUESTA SERIE CONTEMPORANEA DI LISA KLEYPAS CHE MISCHIA ROMANTICISMO E MAGIA? O PREFERITE I SUOI ROMANCE STORICI?

14 commenti:

  1. uh speravo fosse più coinvolgente..... Mi sa che cercherò l'e-book ^_^

    RispondiElimina
  2. Non sono assolutamente d'accordo.
    Il mondo è bello perché è vario, per fortuna, ma non mi sembra che la narrazione sia pesante. Lisa scrive in modo divino, i suoi libri vanno giù come acqua, questi tre in particolare come acqua fresca in un giorno d'estate. Mentre la serie Travis era, a mio avviso, appesantita da tematiche forti (il primo di una noia tremenda, tutto in prima persona e basato sui problemi economici di Liberty, e il secondo con tutti quei dettagli angoscianti sulla violenza domestica...), questa serie è una boccata d'aria pulita. La componente "paranormale" è appena abbozzata nei primi due, in questo terzo libro è più spiccata ma a me non ha disturbato. Anzi! Una storia d'amore dentro la storia d'amore, senza tempo e senza spazio: toccante!
    Alex è un tipo duro ma la sua infanzia lo ha segnato, più dei fratelli, dal momento che ha subito la parte più difficile essendo il più piccolo, ma comunque non tutti possono reagire allo stesso modo, altrimenti sarebbero 3 cloni e non 3 fratelli ;-)
    Zoe è assolutamente adorabile, nulla da dire, e il modo in cui lo "salva" dalle sue cattive abitudini è molto dolce.
    Se proprio devo trovare un difetto a questo libro è il "miracolo" sul finire, forse un po' troppo sbrigativo. Ma è pura fantasia, non è necessario che una storia sia realistica sotto ogni punto di vista. È anche questo il bello di leggere! :-)
    Cassie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. d'accordissimo con Cassandra per quanto riguarda la serie dei fratelli Nolan, e ho divorato questo nuovo capitolo in un lampo come i precedenti. Però devo dire che forse per quanto riguarda gli argomenti trattati nella serie dei fratelli Travis, in effetti forse erano un po' più forti. Ma anche il semplice fatto che Mark e Sam si sono improvvisamente trovati a dover fare un salto nel buio, o meglio, nella maturità per affrontare la gestione della nipotina di sei anni rimasta orfana dell'unico genitore avesse mai avuto, non è proprio un affare all'acqua di rose... Alexa

      Elimina
  3. ...sono d'accordo con Cassandra. Il libro è diverso ma non per questo meno valido degli altri. Secondo me la Kleypas fa bene a reinventarsi perchè una scrittrice ha bisogno di stimoli, di nuove avventure in cui cimentarsi...di mettersi in gioco con qualcosa di originale ed insolito. Ho trovato poi assolutamente godibile il modo in cui parla e tratta di piatti, una vera e propria lussuria culinaria non solo per il palato ma anche per i sensi...Bella e commovente la storia di Tom e di Emma..Insomma in mezzo ad un'orda di erotici e mènage à trois e più, un tocco di freschezza e originalità ci voleva proprio!!!...
    Grazie Rita per la tua recensione che comunque non mi ha impedito di comprare il libro...;)

    RispondiElimina
  4. Ragazze grazie dei commenti che sottolineano ancora una volta (semmai ve ne fosse bisogno)che le opinioni diverse contribuiscono ad accrescere il bagaglio emozionale di ognuna e ci aiutano a vedere le cose da un'altra prospettiva. Il paragone con la serie Travis era ovviamente d'obbligo, perchè sono entrambe molto diverse pur appartenendo alla genialità di una sola autrice. Io ho amato follemente la trilogia Travis, forse proprio per la "pesantezza" di alcuni aspetti, ossia l'abuso sesssuale, la crescita caratteriale e la capacità di inseguire sempre e comunque i propri sogni a dispetto delle origini e delle difficoltà che la vita ci pone davanti. Il discorso della prima persona ha fortificato l'empatia con le protagoniste, quando un'autrice è brava riesce a mostrare le emozioni degli altri protagonisti anche raccontandole con gli occhi di una sola figura narrativa. L'unica pecca che posso contestare a "Sugar daddy" è l'eccessivo spazio all'infanzia della protagonista, ma le ultime pagine sono state così intense che hanno portato in secondo piano anche questo aspetto. Per quanto riguarda "Il diavolo ha gli occhi azzurri" trovo sia un romanzo che insegna tanto, l'abuso domestico viene raccontato in maniera credibile ed è un pugno nello stomaco, perchè nella sua atroce semplicità coinvolge milioni di donne nel mondo. E la capacità di Hardy di recuperare la fiducia perduta di Haven è semplicemente straordinaria, lo stesso protagonista è forte e conturbante ed è uno dei suoi migliori maschi romanzati. Il terzo è ugualmente stupendo per la figura di Jack, per la sua tenerezza e disponibilità nei confronti di una donna che si rivelerà straordinariamente unica. Purtroppo in questo libro molto ha pesato la presenza del fantasma, non voglio essere ripetitiva ma che tristezza vedere Alex ubriacarsi in poltrona. Per non parlare del fantasma che si intrometteva in continuazione....proprio non sono riuscita a mandare giù questo eccesso di paranormal.
    Un abbraccio a tutte :)

    RispondiElimina
  5. Ho letto i due libri precedenti di questa serie non potendo resistere al richiamo della Kleypas e devo dire che dopo un inizio tentennante con il primo libro il secondo mi ha colpito in pieno. Mi sono piaciuti i personaggi e le loro storie e infatti per questo motivo molto presto leggerò anche il terzo. Non faccio paragoni con i Travis perché sono storie completamente diverse sia per ambientazione che per i personaggi anche se capisco benissimo che il confronto venga spontaneo, personalmente però preferisco i fratelli Nolan.

    RispondiElimina
  6. A me è piaciuto questo libro, delicato pieno di sentimento e commovente! Non si può fare un paragone con i Travis sono due serie completamente diverse, ma ugualmente belle. In questa la Kleypas ha voluto osare un pizzico di paranormal e di fantasia in più e non mi ha dato fastidio più di tanto. Il subplot con il fantasma protagonista mi ha commosso ed il finale magico mi ha fatto piangere... (magari fosse accaduto anche a me, purtroppo nella realtà non succede mai!)

    RispondiElimina
  7. A me è piaciuto molto questo romanzo.
    Ha tutte le caratteristiche necessarie per farmi passare ore piacevoli e spensierate, sensazioni che non ho provato assolutamente leggendo Sugar che è stato noiosissimo e pesante anche per le tematiche trattate seppur scritto molto bene.
    Ben vengano romanzi alla Friday Harbor che si discostano totalmente dalle lectio magistralis erotiche che ci hanno travolte negli ultimi tempi!
    Emy

    RispondiElimina
  8. Io personalmente sono legatissima alla Kleypas vecchia maniera di cui ho tutti i romanzi in cartaceo, perché mi piace pure sfogliarli fisicamente.
    Già con la serie Travis, ho adorato il primo, ho apprezzato il secondo, solo perché c'era Hardy, con il terzo mi sono annoiata.
    Questa serie credo non faccia per me. Troppo sdolcinata x i miei gusti da "maschiaccio".
    Ho letto il primo e lì mi sono fermata. A dir il vero una qualche curiosità di finire la serie c'è. Forse li prenderò in ebook.
    PATTY

    RispondiElimina
  9. Con giudizi così diversi non mi resta che acquistare il libro per farmi un'opinione personale, ma giacché adoro la Kleypas e il paranormal, so già come andrà a finire...

    RispondiElimina
  10. Alessandra07/06/13, 11:04

    Dopo aver letto le recensioni e gli svariati commenti su questa serie – che era già sulla lista dei miei desideri – ho letto i tre libri usciti in italiano in un soffio… Ho lasciato trascorrere qualche giorno dall’ultima pagina della storia di Alex e Zoe, ho fatto decantare dentro di me le parole della Kleypas come farebbe Sam con il suo miglior vino della vigna di Rainshadow Road aspettando che anche la favola di Mark e Holly rifermentasse nel mio cuore. Che cosa chiediamo ai romance quando li apriamo? Che ci facciano sognare, innamorare dei suoi protagonisti, affezionarci ai personaggi “di contorno” tanto che all’ultima pagina ci sentiamo già un po’ tristi perché stiamo per lasciarli… La Kleypas ha questo dono, la sua scrittura ti permette di immergerti nella storia come se fossi lì con i protagonisti, a vivere le stesse emozioni che vivono loro. Mi sono intenerita con la storia di Mark e Holly iniziando già da quelle poche (ed è questo l’unico difetto) pagine ad innamorarmi di quell’affascinante, irriverente e divertente ammaliatore di Sam per finire con l’amarlo intensamente nel secondo libro e mi sono commossa con Alex, il suo dolore e la sua forza di volontà. Le donne sono tutte interessanti: Maggie che grazie alla sua discrezione e vivacità riesce ad entrare nel cuore di tutti i Nolan, Lucy è dolce e pacata, ma la migliore è la generosa Zoe che sa davvero amare incondizionatamente tutte le persone che le sono intorno, non mostra mai risentimento verso nessuno perché è come se riuscisse ad entrare nelle scarpe degli altri capendone lo stato d’animo e quindi non giudicandoli: è una donna buona davvero con un cuore puro. In tutti e tre i libri c’è un filo conduttore: la magia che non è quella incredibile degli illusionisti, ma è la magia della speranza, della natura e dell’amore vero… Quel trascendente che tutti noi romantici sogniamo nella realtà: l’amore è una magia, un miracolo e come ci insegnano Emma e Tom, eterno. Per me è una serie da leggere indubbiamente, la consiglio davvero a tutti.

    RispondiElimina
  11. Grazie mille Alessandra per questa tue bella disamina di tutta la serie di Friday Harbor! Evidentemente i giudizi su questa serie possono essere anche diametralmente opposti.
    Sarà sicuramente d'aiuto alle lettrici. Se per caso leggi romance che ti piacciono e vuoi farci avere la tua recensione...sarebbe più che benvenuta!
    Scrivimi a irosadifrancy@gmail.com

    Francy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandra09/06/13, 22:21

      Grazie per la splendida opportunità di condividere la mia passione per questo genere di lettura, ma mi sentirei un'ipocrita se non vi dicessi che tutte le mie ultime letture sono i consigli che trovo qui sul vostro blog, dove le recensioni sono bellissime e dettagliate senza per altro svelare nulla della trama se non l'imbeccata che affascina e ti spinge a leggere. in ogni caso alla prima occasione, sarò felice di mettermi alla prova per tentare di essere brava ad invogliare alla lettura anche un decimo di quanto lo siete tutte voi.

      Elimina
  12. Allora aspettiamo che tu abbia voglia di metterti alla prova, Alessandra...tutto sta a cominciare, te lo garantisco!
    Questo blog ha la sua forza nella comunità di lettrici-amiche che è riuscito a raccogliere intorno a sè e se chi legge vuole prendere parte attiva al blog, se ne è in grado, noi siamo felici di accoglierla fra noi!

    Francy

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!