Abbiamo letto: GABRIEL'S INFERNO - TENTAZIONE E CASTIGO di Sylvain Reynard (Nord )

Autore: Sylvain Reynard
Titolo originale: Gabriel’s Inferno
Genere: Contemporaneo
Ambientazione: Canada
Pub. originale: Berkley, 2012, pp. 548
Pubblicato in Italia: ed. Nord, 04/04/2013, pp. 568 , euro 15,90
Parte di una serie: Primo di una trilogia
Livello sensualità: MEDIO-ALTA
Disponibile in ebook? Sì


TRAMA:  Gabriel e Julia sono due anime inquiete. Per lui, qualsiasi trasgressione è lecita, qualsiasi donna è una preda. Tuttavia niente è in grado di placare i demoni del suo passato e la felicità è un sogno irrealizzabile. Perché  quella del professore universitario di successo - un'indiscussa autorità  negli studi danteschi - è solo una maschera dietro la quale si nasconde uno spirito tormentato. Come Dante, anche Gabriel è circondato da una selva di ricordi e di peccati inconfessabili. Per Julia, la vita è sempre stata una strada in salita, segnata dalla perdita delle persone che amava e da una relazione sbagliata. Eppure adesso lei ha l'occasione di ricominciare da capo e di dedicarsi allo studio di Dante sotto la guida del celebre - e temuto -professor Gabriel Emerson. E il loro incontro cambierà tutto. Negli occhi di quell'uomo, profondi e pericolosi come il mare in tempesta, Julia percepisce una disperata richiesta d'aiuto. Negli occhi di quella studentessa, luminosi e puri come quelli di un angelo, Gabriel intravede una promessa di redenzione. Ma lei sarà in grado di guidarlo lungo la "diritta via"? E lui riuscirà a dominare il proprio lato oscuro per abbandonarsi tra le braccia della sua Beatrice?


Domani verrò scacciato dal Paradiso, Beatrice. La nostra unica speranza è che tu riesca a ritrovarmi. Cercami all’inferno.

*Attenzione: questa recensione contiene spoiler*
Ebbene si, anche io sono stata irretita (almeno per buona parte del romanzo) dal fascino virile del Professor Gabriel O. Emerson che, con i suoi modi pomposi e arroganti ma anche spudoratamente sexy, è riuscito ad imporsi come protagonista maschile ideale. Che devo fare? Più un uomo si dimostra oscuro e contorto e più desidero che si redima, magari grazie ad una protagonista fatta apposta per ammansirlo. La scrittura di Sylvain Raynard un autore uomo (finalmente!) è molto articolata e colta, frequenti sono i riferimenti alla musica classica, alle opere dantesche e ad altri capolavori della letteratura italiana e ho apprezzato particolarmente alcune citazioni che ho giudicato profonde e che mi hanno scossa intimamente. Per buona parte della storia sono stata in adorazione, tanto che credevo di assegnare il giudizio più alto possibile alla mia recensione ma, come non si giudica un libro dalla copertina, la stessa regola vale per la sua prima metà. Proseguendo con la lettura infatti, vengono alla luce i vari deficit di questa storia, in primo luogo la mancanza di evoluzione dei personaggi, Julia/ Julianne/ Beatrice/ Leprotto non è un personaggio trascinante, è molto timida il che assolutamente non è un difetto, ma a Julia manca proprio la spina dorsale, tanto che si lascia calpestare senza fiatare dal bello e dannato Gabriel che la disprezza in tutto:
abbigliamento, casa, gusti personali, atteggiamenti. Il professore dal canto suo, nella prima parte del romanzo è assolutamente orribile ma, almeno dimostra di avere carattere, cosa che perde durante la seconda parte del libro in cui si lancia in un effluvio di frasi così ripetitive e dolci da rischiare il ricovero per saturazione glicemica. La trama era poco chiara, ma fin dai primi capitoli comprendiamo che a legare Gabriel e Julia non è il classico rapporto professore- alunna, perché i due hanno in comune un passato o, almeno, una notte di cui lui non ricorda assolutamente nulla. Per chi avesse storto il naso, anticipo subito che la notte trascorsa con Gabriel non comprendeva il sesso da dominatore - sottomessa, infatti ci tengo a chiarire che, nonostante venga classificato come un erotico, non lo è assolutamente perché la leggerezza/ promiscuità sessuale fa parte del passato di Emerson, ma non ha spazio nel suo presente di redenzione. I dialoghi dei personaggi sono abbastanza forbiti (spesso ridondanti a causa delle varie citazioni) e ogni tanto in Julia ho notato una scintilla di carattere messa subito a tacere dai sensi di colpa che le fanno ripetutamente chinare il capo e morsicarsi il labbro. Penso che per la descrizione di Julia, Reynard si sia ispirato ad “Alba chiara” di Vasco Rossi, in lei infatti c’è come un’aurea di innocenza che attrae gli uomini ( ma anche le donne) come le api sul miele. In primo piano c’è anche la sua amicizia con Paul ( una figura un po’ fiabesca) suo collega universitario che la sostiene in tutto, le da consigli preziosi e la segue come un cagnolino ubbidiente, salvo poi venire ripetutamente preso in giro dalla bella Julia che all’inizio lo illude e poi quando comincia la relazione con Gabriel gli mente sulla sua vita sentimentale. Il tema ricorrente del romanzo è la redenzione, Gabriel infatti, cerca in tutti i modi di cancellare il suo passato sordido, un passato fatto di cocaina, alcol e sesso. Il conturbante professore è un martire che si flagella  in continuazione per i propri errori, tanto che, si è persino sottoposto ad una vasectomia per impedire alla sua progenie di venire al mondo, neanche fosse il demonio. Che cosa triste penserete voi, e infatti, ecco un altro punto debole del romanzo: la tristezza. Quando leggo una storia d’amore mi aspetto leggerezza, quiete e appagamento ma in “Gabriel’s Inferno tentazione e castigo” ho provato solo una grandissima inquietudine e disempatia nei confronti di tutti i protagonisti che hanno estremizzato a tal punto le loro buone qualità da risultare assolutamente esasperanti. Ci sarebbe da aggiungere tanto altro, però mi fermo qui e lascio a voi la scelta se leggere o meno questo romanzo che, con i suoi pregi e difetti, resta un caso letterario internazionale che continuerà a far parlare di sé.

P.S.: Quando ha iniziato a scrivere il romanzo l'autore voleva esplorare i temi dell'amore e della redenzione prendendo in esame due protagonisti segnati dal loro passato. Per questo Reynard ha deciso di non focalizzarsi sui " maccanismi del sesso" che potevano distrarre dagli "aspetti misteriosi  e a volte trascendenti dell'erotismo" . Perciò anche se questo romanzo è etichettato come 'erotico' non aspettatevi un romanzo molto hot, con amplessi vari. In realtà  c’è una sola scena d’amore e non è nemmeno così “grafica” come presuppone il genere.  Reynard ha affermato di essersi ispirato per il rapporto fra Gabriel e Julianne alla relazione fra Dante e Beatrice.(???)






cartaceo                  ebook 


DA LEGGERE IN QUESTA SERIE ' Gabriel'

1. Gabriel's Inferno (2011) -ed. italiana: Gabriel's Inferno - Tentazione e castigo, aprile 2013, ediz. Nord
2. Gabriel's Rapture (2012) 
3. Di prossima pubblicazione


GUARDA IL BOOK TRAILER 



L'AUTORE
Sylvain Reynard è lo pseudonimo dietro cui si nasconde un misterioso autore canadese, apparentemente un uomo. La trilogia a cui appartiene questo romanzo è stata subito comparata a quella di Fifty Shades of Grey perchè entrambe sono nate come fan fiction di Twilight. Infatti, anche se questo romanzo in realtà ha poche analogie con la storia che l'ha ispirato, oginariamente  è estato pubblicato online  proprio come una Twilight fan fiction con il titolo di The University of Eward Masen, in quel caso con lo pseudonimo di Sebastien Ribichaud.
VISITA IL SUO SITO: http://www.sylvainreynard.com/


VI INTRIGA QUESTO ROMANZO? L'AVETE GIA' LETTO?  COSA NE PENSATE? TROVATE CHE LA SUA CLASSIFICAZIONE COME 'EROTICO' SIA GIUSTA?

15 commenti:

  1. Oddio, alla mia prof di letteratura fischieranno le orecchie, povera donna, faceva la ola x il padre Dante!

    RispondiElimina
  2. Da quando l'ho visto in libreria l'ho aggiunto alla mia wish list ma ora leggendo la recensione ho capito che non fa per me.

    RispondiElimina
  3. Ciao Rita, proprio ieri scrivevo che nelle recensioni mi trovi quasi sempre d'accordo.
    Qua ho avuto un colpo al cuore...solo tre stelline....per questo bellissimo (per me) romanzo.
    Non ne potevo più di libri dove sembrava che l'unica parte funzionante dei protagonisti fosse quella sotto la cintura.
    Finalmente un romanzo dove i protagonisti parlano, si confrontano, si provocano, si cercano. Certo qualche volta il linguaggio è forse troppo ricercato, ma per me è stato molto stimolante. Sono a pagina 265, vado lenta, perché ci sono certi passi che rileggo due x. La scena della loro discussione feroce in aula è superlativa.
    GABRIEL è uno dei protagonisti maschili più complessi, sensuali, che mi sia capitato in questi ultimi periodi di lettura.
    La timidezza JULIA non mi ha disturbata, perché da pagina a pagina noto LEI sta acquistando sempre + sicurezza anche verbale (vedi sempre discussione in classe...avessi io avuto il coraggio con certi prof).
    GABRIEL E JULIA due facce della stessa medaglia. Il giorno e la notte, l'alfa e l'omega.
    (che esagerata!!! (:
    PATTY







    Finisco di leggerlo e ti saprò dire se ho cambiato opinione!!!!

    PATTY

    RispondiElimina
  4. Adesso ho letto RACHELE è tua la recensione. PARDON

    PATTY

    RispondiElimina
  5. @Anonimo No , Patty, è stato un errore mio di impaginazione, la recensione, come dice il tag della firma E' DI RITA ! ;O)

    Francy

    RispondiElimina
  6. @Anonimo GRAZIE PATTY per questo tuo commento che confuta (vedremo cosa dirai quando l'hai finito) l'opinione di Rita. Ecco perchè sono utili i commenti delle lettrici, perchè i gusti sono vari e non sempre quello che non soddisfa l'una non piace anche all'altra. Aspetto il tuo aggiornamento a fine lettura!

    Francy

    RispondiElimina
  7. Ancora non posso dare un giudizio, perchè non son o riuscita a leggerlo!!
    Però ha qualcosa che mi attira!!!!

    RispondiElimina
  8. Sono sempre attratta dai personaggi e storie tormentati, quindi lo leggerò. Spero che non ci siano troppi riferimenti colti, perchè in fondo lo avvicinerò per leggere un romanzo, non un trattato di letteratura o simili!
    Grazie per la recensione e per gli altri pareri Maristella

    RispondiElimina
  9. Ciao Patty! che piacere rileggerti :)
    Per me è stato difficilissimo assegnare un voto a questo romanzo, perchè le prime 350 pagine le ho amate alla follia, anche se la scrittura a volte mi dava l'impressione di essere troppo aulica e mi ha in qualche modo allontanata dai protagonisti e dalla storia. Proprio come te ho adorato la mancanza di sesso, mi è piaciuto che tutto fosse ad un livello mentale, perchè in un certo senso, è stato più potente e sensuale del classico erotico. Come dici tu, la scena dell'aula è davvero eccezionale, forse uno dei momenti migliori del libro. Dopo aver superato la prima metà però, ho notato che l'autore ha come cambiato i suoi protagonisti, si sono come indeboliti e questo li ha resi meno attraenti e talvolta melensi. Alcune cose potevano essere evitate, non voglio spoilerare più di quanto non abbia già fatto, però mi sarei volentieri evitata il passato di lei che viene prepotentemente alla luce...francamente non ne ho visto il senso. Poi lui è decisamente troppo martire, ok ha commesso errori gravissimi, però non capisco questo bisogno di farsi del male in maniera così inutile...sicuramente sarà un mio limite, che altri possono tranquillamente ignorare. Non lo so, è un romanzo che nel bene e nel male ti fa riflettere, arrabbiare e non puoi fare a meno di parlarne.
    Rita

    RispondiElimina
  10. Rita, ti appoggio in pieno per la recensione fatta, ho letto il libro e mi aspettavo un po' meglio per tanti aspetti ma soprattutto per i protagonisti che non li ho trovati per nulla coinvolgenti.

    RispondiElimina
  11. Kiarand anche io mi aspettavo di più. L'autore ha dichiarato di non aver letto mai un romance, penso che da questa affermazione si spieghino alcune cose. E' come se avesse perso di vista la centralità della storia, a volte mi sembrava un trattato di letteratura più che un romanzo vero e proprio. A questo punto non penso che leggerò gli altri due libri, però mi dispiace che, con le potenzialità che c'erano, Reynard non sia stato in grado di sviluopparle come si deve.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Anch'io non leggerò gli altri due della serie, ma vuoi sapere la cosa che mi fa veramente scattare i nervi?!Il fatto che l'idea di base del libro fosse magnifica, poteva essere una di quelle storie che rimaneva nel cuore.peccato! Grazie Rita un abbraccio grande

    RispondiElimina
  13. Ciao sono ilaria sapete dirmi quando uscirà il secondo volume?grazie mille

    RispondiElimina
  14. Ciao Ilaria! il secondo volume è atteso per giugno, la casa editrice ha fatto sapere che farà di tutto per farlo uscire entro fine mese prossimo :)

    RispondiElimina
  15. io l'ho trovato stupendo, e penso anche che più che la timidezza la caratteristica fondamentale di Julia fosse l'umiltà, in quanto unica virtù in grado di colpire profondamente un cuore così oscuro .Infatti una vera timida non avrebbe mai sfidato davanti a tutti il suo professore. Inoltre spesso si confonde l'innocenza con la mancanza di carattere ma potrebbe mai un uomo vizioso come Gabriel essere attratto da una donna maliziosa e vissuta? Personalmente Julia mi ha commosso e ha risposto al male con il bene , cosa molto più difficile da fare e per farlo ci vuole coraggio, quindi non è affatto banale anzi è complicato e anche il linguaggio è articolato e raffinato. Questo è il tipo di erotismo che intriga ancora di più a mio parere. Non vedo l'ora di leggere il 3

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!