Abbiamo letto: ROMA 42DC - CUORE NEMICO di Adele Vieri Castellano ( Leggereditore)


Autrice: Adele Vieri Castellano
Genere: Storico
Ambientazione: Germania, Roma 42 D.C.
Pubblicazione: Leggereditore, gennaio 2013, pp. 448, euro 10
Parte di una serie: 2° della trilogia Roma 
Livello sensualità:   ALTO  
Disponibile ebook?: Non ancora

TRAMA: Il legato Marco Quinto Rufo, uomo di estrema forza e coraggio, è di stanza a Mogontiacum, ultimo avamposto dell’Impero Romano in terra germanica; a lui il compito di asservire la tribù dei chatti. Dopo una drammatica battaglia, il suo amico e compagno fraterno, Quinto Decio Aquilato, riesce a fare prigionieri i due principi, Ishold e suo fratello Raganhar. Ora che i nemici sembrano essere domati, un pericolo ancora più insidioso incombe su Aquilato, qualcosa che lui non avrebbe mai pensato di affrontare… Inizia così un amore impossibile tra un guerriero valoroso e una donna forte e caparbia divisi dai confini degli uomini ma non da quelli del cuore. Dalle selvagge foreste germaniche ai fasti, ai palazzi, ai templi della Roma antica, una storia di passione, ribellione e tradimento che vi trascinerà in un turbine di emozioni e colpi di scena con indimenticabili protagonisti.


Questa mirabile scrittrice ITALIANA, lo sottolineo con orgoglio, riesce ancora una volta e in maniera estremamente piacevole a farci viaggiare nel tempo riportandoci nella Roma Antica, quella dei padri della storia, con sorprendente naturalezza e dovizia di particolari in una narrazione ricca, intensa, che tiene l’attenzione del lettore sulle pagine e che, come tutte le ottime letture, lascia addosso la sensazione di aver vissuto davvero al fianco dei protagonisti, fra paesaggi impervi e gli sfarzi della Capitale del Mondo.
Lo scenario si apre sulle selvagge foreste Germaniche, i legionari romani, capeggiati dal legato Marco Quinto Rufo, combattono per l’onore di Roma con il compito di asservire i chatti, una tribù barbarica.
Adele Vieri Castellano ci fa entrare nella battaglia, l’assedio del villaggio si dipinge a tinte forti, si vede e si sente ogni mossa, come se lo stridore delle armi e l’odore del sangue fossero proprio lì, attorno a noi.
«Che sia maledetto il tuo nome, romano!»Marco puntò un piede a terra e resistette inchiodando in alto il braccio dell’avversario. Ben saldo sulle gambe gli rispose:«Per te il mio nome è morte, Gerlach».Affondò la mano sinistra armata del pugio tra le costole del germano poi la sollevò verso l’alto, una mossa letale.(cit. pag 23)
Così Rufo, il legato che ci ha incantato in Destino d’Amore, pone fine alla vita del re dei Chatti Gerlach, che prega il figlio Raganhar di salvare se stesso e sua sorella, la principessa Ishold. Impavido Raganhar, un personaggio tutto da scoprire e da gustare nei suoi contrasti che sono anche quelli di Ishold.
Quando il suo nemico lo costrinse a sollevare il volto Raganhar si rese conto che non gli importava nulla di morire.Come suo padre poche ore prima, lo avrebbe fatto con onore.( cit. pag 27)
Questa la tempra dei chatti, questo l’ardore che scorre in egual misura nelle vene di Ishold, misto al sangue. Non importa che sia  una principessa.
Irriverente, selvatica, vera.
Ishold si mostra da subito nella sua natura ferina di femmina forte e orgogliosa, ben lontana dagli stereotipi delle aggraziate donne romane.
Arruffata, pelle e ossa, impiegherà un po’ di tempo per rinunciare all’impulso di mettere il punto sulle proprie idee con “un bello sputo” celebrativo.
Eh, sì, bel caratterino Ishold, la risposta sempre pronta e una testa più dura del marmo.
Una vera spina nel fianco per Aquilato che da suo salvatore diviene suo carceriere, una “lince selvatica” da domare che si trasforma in qualcosa di inaspettato.
L’incontro fra Ishold e Aquilato è dirompente, la Castellano ci fa assaporare da subito i contrasti, i conflitti, i tratti caratteriali diversamente identici che finiranno per sfociare in un’appassionante storia d’amore fra questi splendidi protagonisti. Lo fa gradualmente la nostra Adele, amplificando l’attesa e la soddisfazione, in un percorso portato al culmine con sapienza dalla sua brillante penna.
«Allora, come ti chiami?» le domandò testardo.Ishold si sentì vibrare dalla testa ai piedi. Non glielo avrebbe mai detto.«Chiamami pure Castigo»le salì dalle labbra.«Castigo, eh?»«Sì. Il tuo, romano».Quando sorrise il volto dell’uomo perse parte della sua durezza. Lo fece in modo così inaspettato e spontaneo che Ishold sussultò e, dissipato parte del cipiglio che l’attanagliava, fu tentata di ricambiarlo. Ma quando sentì i lati della bocca tendersi all’insù si rabbuiò e chinò il capo, spiandolo di sottecchi.( cit. pag. 48)
Uno dei miei dialoghi preferiti! E fra loro è sempre così, un botta e risposta sagace, ironico, divertente, di pagina in pagina, fino a diventare commuovente.
Ishold, è lei a fare la differenza.
Principessa di un popolo reso schiavo, si scopre riluttante e inconsapevole conquistatrice, straccia le riserve del cuore nemico di Aquilato così come le proprie, andando oltre gli stessi limiti e le differenze che il suo popolo e quello dei romani si sono reciprocamente imposti.
Castigo, o come voleva farsi chiamare, apparteneva a un popolo indomito e non si sarebbe mai piegata, toccava a lui insegnare a quella lince il rispetto e la resa al più forte.Una sfida stimolante.(cit. pag. 68)
 Aquilato la sottovaluta all’inizio, non sa ancora con chi ha a che fare. L’ intelligenza di Ishold, la sua caparbietà la renderanno sempre diversa dalle altre agli occhi del batavo.
Nonostante venga sradicata dalla sua gente e trapiantata in un ambiente ostile e distante, lei sarà sempre all’altezza della situazione.
«Dov’è mio fratello?»«Al sicuro. E sta bene.»«Voglio vederlo.»«Deciderò io quando potrai incontrarlo, forse domani,» ribatté freddamente Aquilato «Ora siediti.»Lei ubbidì, riluttante.«Qualcuno vi dovrà insegnare come vivere in mezzo ai romani.»Ishold arricciò le labbra.«Chiunque sia, dovrà essere ostinato più di me. Non ho nessuna intenzione di sottomettermi alla tua Roma, tantomeno diventare la concubina di qualcuno.»Il suo latino era rugoso come la terra appena rivoltata dall’aratro.«Conosci termini difficili, Ishold di Gerlach.» Il sorriso di lui era sottile e incolore.«Nessuno di voi mi metterà le mani addosso.»«Mi hai frainteso. Un giorno tornerete dalla vostra gente. Potrete spiegare loro che significa civiltà.»«Non lo farò. Tantomeno Raganhar.»«Lo farai. Lo farete.»Lei balzò in piedi, un ciuffo sopra alla fronte si drizzò spavaldo e i suoi occhi grigi lo fulminarono:«Mai.»  (cit. pag. 113-114)
La lince selvatica è capace di stupire.
Assieme alle profumate tuniche di lino romane Ishold indossa la dignità; nell’apprendere la scrittura e la cultura romana spalanca la sua mente per il bisogno di spiegare, prima di tutto a se stessa, la diversità, non solo per comprenderla ma per superarla; nel mostrarsi integra e fedele al suo popolo nonostante l’asservimento, darà una lezione ai quei nemici che la ritengono inferiore, nemici che finiranno con il proteggerla come un bene prezioso.
Ishold, la donna che ha fatto breccia nel cuore del batavo Quinto Decio Aquilato e che con un solo incontro ha conquistato persino l’imperatore.
È lei il comune denominatore, il ponte in grado di unire due mondi così distanti.
È lei l’amore che Aquilato non può trovare altrove.
Aquilato, il germano che ha scelto di unirsi ai romani in barba alle proprie origini, l’uomo bello come un dio, forte e leale, è il suo.
«L’ultimo dei miei pensieri?» E il roco lamento di lui fu la risposta che Ishold aveva cercato, che aveva voluto strappargli dalle labbra.Il suono più bello che avesse mai udito. Finalmente posò  gli occhi su di lei. Due braci non rosse ma blu e a lei parve di liquefarsi sotto quello sguardo.Gli si avvicinò ancora, dovette sollevare il capo ma lo guardò  dritto in faccia per non lasciargli capire che riusciva comunque a intimidirla con quel suo corpo, con quel volto accigliato. Con la sua fedeltà, il suo onore e il suo coraggio.Era un vero uomo bello, fiero, impavido. La roccia cui aggrapparsi, l’albero con le radici più fonde che nessun vento può abbattere. La sua roccia, il suo albero, la sua foresta. Era lui la sua casa. Lo desiderò con tanta disperazione e nello stesso tempo si sentì talmente infelice che, anche se quell’uomo non era per lei, non seppe tacere.(cit. pag 237-238)
Certo, una donna come Ishold spaventa, e per un uomo ottuso e vendicativo come Gneo Cornelio Fusco la soluzione migliore è spazzarla via.
Forti e intensi i sentimenti, vividi e reali gli scorci di vita che dalla foresta all’Urbe ci faranno incontrare vecchi amici come Livia e Marco, Turia e Lucio, il fedele Tassus, di cui ho adorato l’ironia dal primo episodio, l’imperatore Claudio e la sua sfrontata moglie Messalina, Calpurnia Gioviale e le Lupe di Roma, oltre a nuovi eroi che rimarranno impressi nella memoria del cuore come Sotere, lo splendido lupo di Aquilato, feroce, affettuoso, leale, una presenza piacevole, un custode, quasi un simbolo della natura selvaggia del suo padrone ormai domata ma che resta pur sempre libera, oppure Massimo Valerio Messalla il tormentato figlio  del senatore patrizio Gaio Valerio che saprà stringere un forte legame d’amicizia con il principe Raganhar, in barba ai divieti e agli schemi a cui entrambi, per motivi diversi, scelgono di non piegarsi.
A proposito di Massimo, come non citare il suo incontro con Aquilato!
Dall’ombra emerse una figura avvolta in un alone dorato e la prima cosa a cui Massimo pensò fu che fosse un dio.E’ Apollo Phoebus, lo splendente. Poi la visione acquistò consistenza alla luce dell’unica fonte di luce e si corresse: no, è l’Apollo Coelispex, colui che scruta il cielo.A quel punto, avendolo di fronte in tutta la sua divina altezza, sbatté gli occhi e li sfregò con il palmo. Ma Apollo non svanì. Allora si rivolse a lui come fosse reale.«Sei venuto per dissertare con me di astronomia, figlio illegittimo di Giove? Finalmente qualcuno che non mi giudicherà un eccentrico e stai tranquillo, ti rivolgerò la parola nonostante tu sia il peggior bastardo dell’Olimpo.»(cit. pag. 229- 230)
Ovviamente l’Apollo è il nostro Aquilato, il “biondone” raffigurato sulla copertina del libro in un’immagine che rende l’idea alla perfezione!
Questo e molto altro fra le pagine di Cuore Nemico.
Sesso, amore, passione. Adele Vieri Castellano ci fa assaporare ogni istante, ogni pulsione erotica, ogni sospiro con una scrittura raffinata, che va sottopelle a colpire prima i sensi della mente… e saprà sorprendere, garantito, osa Adele, in amore come in battaglia! E a noi piace tantissimo!
Una lettura assolutamente consigliata, da scoprire, per chi ancora non l’avesse fatto. Parole e anima di una SCRITTRICE NOSTRA, italiana dalla testa ai piedi che celebra così bene il suo omaggio alla NOSTRA STORIA, la storia di tutti.
Non perdetevi una sola parola!










DA LEGGERE NELLA SERIE ROMA 

1. Roma 40 D.C. - Destino d'amore - ed. Leggereditore, maggio 2012 ( Marco Quinto Rufo e Livia Urgulanilla ) - Vedi QUI nostra recensione
2. Roma 42 D.C. - Cuore Nemicoed. Leggereditore, gennaio 2013 ( Quinto Decio Aquilato e Ishold  di Gerlach)
3. Terzo libro della trilogia nel 2014


GUARDA IL BOOKTRAILER


L'AUTRICE
Adele Vieri Castellano pubblica per Leggereditore il suo primo romanzo storico, dopo aver vinto il concorso di racconti indetto dalla stessa casa editrice nel 2011. Nata a metà degli anni Sessanta, ha vissuto per anni in Francia e ha due punti ben saldi nella sua vita: la lettura e la scrittura. Vive a Milano, ha una figlia di diciannove anni, un compagno che si chiama come l'eroe del libro, tre gatti e un computer portatile. Nonostante le traduzioni, l'editing di libri, gli articoli e i romanzi che affollano le sue giornate, non dimentica mai le amiche. Perché senza di loro, il suo sogno non si sarebbe realizzato. La ricostruzione storica esatta e le atmosfere perfettamente rievocate permettono al lettore di tornare indietro nel tempo e di vivere un'esperienza unica accanto a personaggi verosimili e pieni di forza. 
VISITA IL SUO SITO: 
http://adeleviericastellano.blogspot.it/
E LA SUA PAGINA FACEBOOK: 

 

AVETE LETTO QUESTO ROMANZO? COSA NE PENSATE? CHI VI PIACEREBBE FOSSE L'EROE DEL PROSSIMO LIBRO DELLA TRILOGIA ROMA FRA I PERSONAGGI SECONDARI PRESENTATI IN CUORE NEMICO

38 commenti:

  1. Con un po' di vergogna confesso di non aver letto nemmeno il primo della serie, lo aspettavo in ebook, ma butterò all'ortiche l'idea del digitale e mi accaparrero' il cartaceo!!

    RispondiElimina
  2. Di primo acchito questo romanzo non mi ha attirato, anche perché il periodo romano non è tra i miei preferiti...ma chissà se vincere il romanzo non mi faccia cambiare idea, anche perché altri racconti della Castellano mi sono piaciuti. Filomena

    RispondiElimina
  3. Cavolo, non riesco a trovarlo! Ogni volta che vado in libreria non c'è mai! (E dal momento che sono sempre di corsa, penso: "ok, proverò altrove!)
    Per ora ancora nulla, ma mi restano ancora dei posti in cui guardare.
    Intanto mi complimento per la bellissima recensione, e aggiungo che io il primo libro l'ho letto e mi è piaciuto, pur non provando un'enorme simpatia per Livia. Mentre questa Ishold già mi piace molto, e l'approccio ironico e divertente fa proprio per me, quindi sono sicura che mi piacerà più del primo!
    Brava Adele!
    Cassie

    RispondiElimina
  4. Voglio questo libro dal primo momento che è uscito!! Adoro questa scrittrice!
    Incrocio le dita!!

    RispondiElimina
  5. Letto in 24 ore il giorno dopo l'uscita in libreria! Lo avevi prenotato su amazon!!!!! Meraviglioso!!!! Anche la recensione di Miriam é molto bella complimenti! Adele ti prego non farci aspettare troppo il terzo libro potrei morire per una crisi d'astinenza!!!!!

    RispondiElimina
  6. Questo libro mi ha fatto rileggere una scrittrice italiana dopo tanto tempo ! ho divorato in primo libro della serie e ho "bruciato" le pagine del secondo la per la velocità con cui l'ho letto !!
    Il cartaceo in mano mi ha fatto sentire meglio nell'antica Roma! Adele, non farci aspettare: dacci il terzo capitolo della serie appena puoi!
    Rossella

    RispondiElimina
  7. in bocca al lupo per questa nuova avventura e per ogni altro tuo sogno
    fabiola

    RispondiElimina
  8. partecipo volentieri!
    fraghi88 follower
    fraghi88@alice.it
    https://www.facebook.com/fraghi88
    condiviso su fb sn francesca ghiribelli

    e sul mio blog con il banner!
    http://francescaghiribelli.blogspot.it/

    RispondiElimina
  9. Ooooooooooh che occasioneeeeeeee!!! Io ho letto il primo poche settimane fa e mi è piaciuto da morire!! La Castellano è davvero bravissima, mi ha trasportata in un modo ormai perduto che mi ha totalmente stregata XD E sono curiosissima di conoscere questa nuova avventura in cui ritroveremo il bellissimo Aquilato <3 Incrociamo le dita :)
    Ho condiviso su fb quì :
    http://www.facebook.com/valentina.dasta.3

    RispondiElimina
  10. alessandra15/03/13, 13:59

    Fantastico libro!! Letto in due giorni!! L'ho anche preferito al precedente:il sentimento tra i due è cresciuto in maniera più graduale e coinvolgente. Bellissimo, da leggere!!

    RispondiElimina
  11. Dopo la lettura del bellissimo primo libro della serie, desidero tanto questa seconda opera della bravissima Adele.
    Cosa fare? Ho condiviso in facebook:
    https://www.facebook.com/micaela.catanese.7/posts/462389060500396
    e ora incrocio le dita. Ciao e grazie per l'opportunità!

    RispondiElimina
  12. Chiara/nocciolina15/03/13, 15:42

    Mi piace!! Partecipo e condivido su FB.
    Grazie :)

    RispondiElimina
  13. Chiara/nocciolina15/03/13, 15:43

    Su FB sono Chiara Dis!!

    RispondiElimina
  14. Ciao, bellissima iniziativa, partecipo assolutamente! Questo libro mi attira molto, la trama mi ha davvero colpita! Spero tanto di vincere! Inoltre il primo libro della serie mi è piaciuto davvero molto!
    Sono follower del blog e ho condiviso sul mio profilo facebook:
    http://www.facebook.com/valentina.siciliano.7

    La mia mail è:
    vsiciliano97@gmail.com


    RispondiElimina
  15. non ho letto il precedente, ma partecipo volentieri perchè mi stanno decisamente affascinando i romanzi ambientati nella storia. Alexa

    RispondiElimina
  16. Il primo volume mi è piaciuto parecchio per la sua ricchezza di contenuti (mi riferisco sia al contesto storico che alle vicende amorose) e personaggi di grande impatto, tra i quali proprio Aquilato, il batavo dai lunghi capelli di oro colato e dagli occhi dell'azzurro di un cielo autunnale (inutile dire che le descrizioni della Vieri Castellano sono da bava alla bocca :P), per non parlare del suo corpo...Insomma, devo leggere anche il suo libro e seguirlo nella sua storia con la selvatica Ishold, personaggio che mi ispira parecchio e che devo approvare personalmente come compagna del biondo sosia di Apollo ^__^
    Incrocio le dita!

    RispondiElimina
  17. Non ho ancora letto il primo ma penso che mi piaceranno entrambi!

    Partecipo!

    RispondiElimina
  18. queast libro mi ispira tantissimo dalla trama e dalla recensione sembra molto coinvolgente spero di vincerlo per leggerlo e nel caso cosi non fosse lo comprerò non posso perdermelo sdrusilla

    RispondiElimina
  19. purtroppo non ho ancora letto nulla di quest'autrice ed è un peccato, non solo perchè le vostre opinioni mi hanno msso una gran curiosità, ma poi anke perchè è un'autrice italiana e il periodo storico è davvero troppo affascinante!!!

    spero di essere fortunata!!!

    condivido

    http://chicchidipensieri.blogspot.it/ banner

    http://sorapis79.iobloggo.com/ banner

    https://twitter.com/Stellangy/status/312923825119567872

    https://www.facebook.com/angela.iacoviello/posts/438977479516788

    https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=146738245494096&id=285177551521048

    RispondiElimina
  20. Anch'io sono poco atratta da questo periodo storico,ed è per questo motivo che non ho letto il primo ... Ma le varie recensioni più che positive mi hanno decisamente incuriosita .
    Manu'

    RispondiElimina
  21. Grazie Adele per quest'altro magnifico libro.
    Non so voi, ma io avrò un nuovo protagonista dei mie sogni più romantici
    Simona

    RispondiElimina
  22. Allora, ho letto il primo, molto carino, ho adorato l'ambientazione, e le descrizione dell'autrice sull'antica Roma, sempre accurate e dettagliate.
    Poi Marco è un vero uomo!!!sexyyy!! :)
    Diciamo che ho odiato la protagonista, un pò troppo petulante!
    Comunque non vedo l'ora di leggere il secondo!!!
    Mary.mary1993@yahoo.it

    Ho condiviso qui:
    https://twitter.com/Mary1993_/status/313314114237763584

    http://www.facebook.com/allstar.converse.16/posts/191411514315821

    RispondiElimina
  23. non vedo l'ora di legger questo libro...spero di vincerlo altrimenti dovrò comprarlo :)

    RispondiElimina
  24. Ciao Miriam
    queste "chicche" estratte dal libro sono come i dolci per un goloso, non si può resistervi!!!
    Da leggere sicuramente, e dopo il primo libro; assolutamente!!!
    Saluti a tutta LMBR
    Anna B

    RispondiElimina
  25. L'ambientazione di questa storia non è tra le mie preferite ma i vari commenti letti sia su questo che sul primo libro mi hanno fortemente incuriosita perciò spero di vincerlo e magari ricredermi.

    RispondiElimina
  26. Magnifica recensione, Miriam.
    Confermo in toto tutto quello che hai scritto...e da qui si capisce che non partecipo al GIVEAWAYS, ma un commento entusiasta sul romanzo lo voglio dare.
    Con i romanzi di Adele non ho pazienza di aspettare. Mi sono fiondata in libreria al primo giorno di uscita.
    Che dire di più di quello che hai già scritto tu benissimo.
    Io ho trovato il libro magnifico, come, se non più del primo.
    Ho adorato particolarmente ISHOLD.

    Adele...riposati dopo questa faticaCCIA letteraria....ma non farci aspettare troppo!!!!

    RispondiElimina
  27. sarei io al commento precedente (smemorata)

    PATTY

    RispondiElimina
  28. Ho già letto il libro quindi non partecipo ma lascio volentieri un commento.
    Il libro è bellissimo: belle le descrizioni dei luoghi (sembra di vedere un film) e belli anche i personaggi sia principali (la mia preferita è Ishold) che secondari (Tassus e Sotere sono quelli che mi hanno colpito di piùa parte i due sotto).
    Per quanto riguarda il prossimo libro, visto che i libri previsti sono 3, mi piacerebbe molto un romanzo che parli contemporaneamente sia di Messalla che di Raganhar perchè mi dispiacerebbe che uno dei due fosse relegato al ruolo di comprimario.
    Ciao a tutte.
    Fio

    RispondiElimina
  29. Non ho ancora letto un libro della Castellano...chiedo venia! Spero di poter cominciare con questo libro.
    In bocca al lupo a tutte!
    romigri80

    RispondiElimina
  30. Confesso di non aver letto il primo, l'ho in ebook ma non sono riuscita a leggerlo per problemi tecnici miei! Comunque ho conosciuto l'autrice alla VER e sono davvero curiosa di leggere qualcosa di suo, magari cominciando con questo!
    Annika
    mail: annikamasc@live.it
    ho condiviso su fb mio profilo: https://www.facebook.com/annika.libanti

    RispondiElimina
  31. Mi piacerebbe avere una copia autografata, ma lo lascio a chi non l'ancora letto.
    Quando si hanno tantissime aspettative su di un libro spesso si rimane deluse ma non è questo il caso. Il romanzo di Aquilato è stupendo e Adele ha la capicità di farti vivere ogni parola scritta. Complimenti e mi associo all'appello di Patty: " non farci apettare troppo".

    RispondiElimina
  32. Ho letteralmente divorato il primo libro di questa serie! ce l'ho ancora sul comodino, restia a metterlo in libreria! non vedo l'ora di avere tra le mani il secondo! Sono contenta che la protagonista della storia sia cambiata! la principessa barbara sembra più interessante della povera Giulia!!
    aspetto con trepidazione l'estrazione di domani :)
    Alessia

    RispondiElimina
  33. Ho praticamente divorato questo libro in circa due giorni...come il primo volume, il fascino di questa roma antica mi ha catapultata indietro nel tempo e mi ha tenuta incollata alle pagine per tutto il tempo! Se pensavo che Marco fosse il mio guerriero preferito, ora c'è Aquilato a combattere a pari merito per il trono del migliore!
    Anche la protagonista femminile si è rivelata essere un grande personaggio, mi è piaciuta un sacco!
    Aspetto con ansia il prossimo e nel frattempo mi complimento con l'autrice!
    Nana

    RispondiElimina
  34. Bellissimo...molto più del primo!

    RispondiElimina
  35. il primo coinvolgente tanto da rileggere alcune parti più di una volta ,ma il secondo niente da fare non mi ha preso peccato

    RispondiElimina
  36. meniconi manuela07/08/13, 21:07

    ho letto questo romanzo tutto d'un fiato perché una volta cominciato non sono riuscita più a lasciarlo,dire che è bellissimo è dire poco,la storia di Aquilato e di Ishold è coinvolgente con il loro amore all'inizio nemico ma che cresce poco alla volta fino a diventare unico e profondo con un corollario di copersonaggi molto interessanti che si prestano a nuove storie che mi auguro di leggere.....e che dire della ricostruzione storica che ho trovato molto ben curata che si ha l'impressione di vivere davvero nella Roma antica......splendida la ricostruzione della corsa delle bighe che mi ha fatto pensare a quel meraviglioso film che è stato BEN HUR.....quindi brava Adele Vieri Castellano che mi ha fatto scoprire un romance interamente italiano bello nei suoi dialoghi ricco di inventiva e descrizioni.....aspetto con ansia di leggere gli altri suoi libri......

    RispondiElimina
  37. ... nonostante sia una fan dei libri in cartaceo ne ho ultimamente apprezzati molti scaricati su Ipad....
    PERCHE' Questo ancora non c'è!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!?
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come non c'è, Ellyfan, certo che c'è in ebook! Oltre che su Amazon, lo puoi trovare direttamente sul sito della Leggereditore qui:
      http://www.leggereditore.it/carrello.php?last=11355
      Buona lettura!

      Francy

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!