ROMA 42 DC - CUORE NEMICO E' IN LIBRERIA

ROMA 42 DC- CUORE NEMICO E' USCITO DA UN GIORNO E SAPPIAMO CHE GIA' MOLTE DI VOI L'HANNO ACQUISTATO E LO STANNO LEGGENDO O ADDIRITTURA L'HANNO GIA' FINITO DI LEGGERE...SONO OLTRE 400 PAGINE, UNA  VERA MARATONA! 
MA C'E'  IL WEEKEND DAVANTI, TUTTO IL TEMPO PER IMMERGERSI NELLA ROMATICISISMJA STORIA DI AQUILATO E ISHOLD!
STIAMO DEDICANDO LARGO SPAZIO A QUESTO ROMANZO  PERCHE' VORREMMO CHE FOSSE LETTO DAL MAGGIOR NUMERO DI PERSONE POSSIBILI, SOPRATTUTTO PERCHE' OLTRE A ESSERE SCRITTO BENISSIMO E' TUTTO 'MADE IN ITALY'! A QUESTA DEDICA HA VOLUTO UNIRSI OGGI  ANCHE MONICA LOMBARDI, CHE MOLTE DI VOI GIA' CONOSCONO AUTRICE DI UNA SERIE DI ROMANZI ROMANTIC SUSPENSE E COLLABORATRICE DEL BLOG. 

Da Rufo ad Aquilato, passando per Adele Vieri Castellano
Quando conobbi Adele Vieri Castellano stava per uscire il suo primo romanzo, Roma 40 DC – Destino d’amore, ormai da tutti soprannominato “Rufo”.  Ricordo che ero seduta accanto a lei, alla Vie en Rose a Firenze, quando la editor della Leggere Editore diede l’annuncio in sala. Pochi mesi dopo lessi una delle prime copie disponibili e preparai una recensione per questo stesso blog, una recensione da cinque stelle. Sì, perché Adele ha due grandi talenti: il primo è quello di creare personaggi che hanno vita, che si muovono e respirano, parlano e lottano, soffrono e amano come se fossero veri; il secondo è quello di farli muovere in un mondo che, pur nella finzione, appare reale. Tridimensionale. Fatto di suoni, colori e odori. Molte autrici di romance scelgono di ambientare le loro storie in epoche passate, ma troppo spesso questo passato viene usato come un arazzo di sfondo, immobile e bidimensionale, davanti al quale i personaggi si muovono come sul palcoscenico di un teatro.
Marco Quinto Rufo
Con Adele invece sei al cinema, davanti a un maxischermo con un potente Dolby Surround di ultima generazione. Il che vuol dire che sei sempre consapevole della finzione a cui assisti – il time travel è ancora, purtroppo, solo un genere letterario – ma sei nel mezzo degli eventi. La battaglia romba attorno a te, i suoni ti colpiscono da tutti i lati, la voce degli attori è forte, chiara, ben caratterizzata, le immagini ad alta definizione e quando i due protagonisti si guardano, si studiano, si sfiorano per poi allontanarsi vorresti saltare in piedi e gridare “eddai!”.
Così, già con “Rufo”, Adele ci aveva trasportato nella Roma di Caligola, mica uno qualunque, un personaggio difficile, inusuale per un romance, una sfida vinta. Livia ha diviso gli animi, Rufo li ha conquistati ma… ma quando in scena entrava il suo fedele amico e compagno d’armi Aquilato, il batavo con la lunga chioma bionda invidiata da tutte le matrone e le lupe di Roma, un po’ della luce veniva rubata da questo magnifico Apollo, proprio come i suoi capelli sembravano fatti apposta per rubare i raggi del sole.
Ebbene, questa volta ho avuto la fortuna di vederlo nascere e crescere, il romanzo di Aquilato, fino a prendere la forma definitiva con cui si presenta a voi.
Quinto Decio Aquilato
Aquilato è un romano barbaro o barbaro romano di poche parole e mille intuizioni, virile, rude eppure non privo di attenzioni e delicatezza. Un protagonista perfetto, quasi ovvio, per questa seconda avventura. Talmente grande che avrebbe potuto fare di tutto, avere di tutto. Per questo forse non è stato facile all’inizio per Adele capire quale strada avrebbe preso. Muoveva un po’ incerto i passi nella selva germanica che domina la prima parte della sua storia alla ricerca del sentiero che l’avrebbe portato verso il suo destino. Fino a che i rumori, gli odori, le immagini scorte tra i rami e le foglie non sono riusciti a guidarlo, e la strada era all’improvviso tracciata. Rifuggendo la scelta più ovvia, ma anche più stanca, affidandosi invece all’intuito che la contraddistingue, che contraddistingue tutte le grandi narratrici di storie, Adele ha individuato, ha plasmato la donna in grado di farlo ridere, piangere, soffrire, gioire, godere. La metà perfetta insomma per questo grande guerriero.
Ma non solo. Seguendo entrambi i protagonisti in una Roma che è troppo difficile da ignorare, da abbandonare, Adele ci ha raccontato di un nuovo imperatore, ci ha permesso di ritrovare personaggi già conosciuti e amati e, soprattutto, ha dato vita a due nuovi personaggi maschili che sembrano racchiudere le due anime dell’amato lupo Sotere, il predatore selvaggio e l’animale solo apparentemente addomesticato. Due uomini nati nemici che senza una sola parola diventano amici, due compagni d’avventura improbabili ma proprio per questo assolutamente irresistibili. Due grandi promesse per storie a venire.
Roma 42 DC – Cuore nemico è dunque una Storia d’amore e d’amicizia, di guerra e intrigo, di lealtà e tradimento. Un viaggio nel tempo, nei luoghi, nei cuori di personaggi che escono dalle pagine e rimarranno con voi per molto tempo. Non sempre aprire un libro significa entrare in un mondo e viverlo, come dicono.
In questo caso decisamente lo è.





SU FACEBOOK LA PAGINA  DEDICATA ALLA SERIE VI ASPETTA PER INCONTRARE ADELE E TANTE FAN  DI RUFO, AQUILATO E COMPAGNI



AVETE COMPRATO IL LIBRO? A CHE PUNTO SIETE DELLA LETTURA? ASPETTIAMO DI LEGGERE  LE VOSTRE PRIME  IMPRESSIONI!

5 commenti:

  1. Dunque...acquistato ieri, finito ora!
    Letto o piu' precisamente aspirato.Molto belllo, molto molto e sono gia' qui a pensare al terzo ed al tempo che dovro' aspettarlo.
    I due protagonisti sono molto impattanti e come nel primo i coprotagonisti potrebbero diventare a loro volta i protagonisti, anzi uno lo diverra' da quello che ho capito.
    Se avete amato ROMA 40DC , non perdetevi questo CUORE NEMICO.ciao

    RispondiElimina
  2. Già ordinato,lo sto aspettando. Concordo pienamente e trovo perfette le parole con cui Monica ha descritto i libri di Adele. Unico aspetto negativo: Destino d'amore mi talmente assorbita che ho continuato a pensare alla storia ed ai suoi personaggi anche dopo aver finito di leggerlo; ho fatto fatica a togliermelo dalla testa! Temo che anche quest'ultimo libro mi farà lo stesso effetto...
    Grazie e ciao a tutte.
    Simona

    RispondiElimina
  3. Come hai ragione Monica.
    Lo sto leggendo.
    E' come entrare in una grande sceneggiatura, partecipare e letteralmente respirare tutti gli avvenimenti
    Non so chi scegliere al momento. Aquilato o Marco.
    Sono tutti e due personaggi magnifici.
    Sono sicura e a fine del romanzo, io come altre lettrici, chiederemo a gran voce, chi sarà il prossimo personaggio del nuovo romanzo.
    Aspettare...sarà una tortura!!!!
    ADELE , i miei complimenti, anche questo romanzo diverrà per molte di noi indimenticabile.

    PATTY

    RispondiElimina
  4. Adele V. Castellano04/02/13, 14:11

    Grazie, davvero Patty, Simona e Pitty!

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Brava Adele, con i tuoi due romanzi mi hai fatto apprezzare un'epoca che proprio non mi ha mai ispirato per niente. belli davvero. continua così! Stefania

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!