Recensione: TROPPO BELLO PER ESSERE VERO di Kristan Higgins (HM HarlequinMondadori)


Eh sì, care amiche. E' proprio TROPPO BELLO PER ESSERE VERO. Mi riferisco al primo titolo (in libreria e grande distribuzione oltre che in vendita on line) della nuova collana di HARLEQUINhmMONDADORI, ma anche al fatto che finalmente chi ama il contemporaneo brillante, divertente e dal passo veloce (e non legge in originale) abbia assicurata una fonte di nuovi titoli. Alla Harlequin Mondadori la materia prima non mancherà di certo nei mesi venturi  avendo a disposizione  (lo so, la sto facendo semplice) l'enorme library della casa madre (posso suggerire una mia passioncella? Victoria Dahl). A proposito, sarei proprio curiosa di sapere come la scelta, tra tutto quel bendidio, avvenga. Ma non divaghiamo.
Per prima cosa vi dico che impressione ho avuto nel prendere in mano il primo libro della nuova collana HM. Buona. Un libro maneggevole, comodo da sfogliare, piacevole anche da guardare. La sovracopertina è graziosa (ma perché non tenere la cover originale? perché quelle scarpe che suggeriscono che lei sia una fashion addict?), la copertina rigida è monocroma, turchese, carina tutto sommato, con il titolo in bianco solo sul dorso, semplice semplice. La stampa è buona, ma basic, il font non è troppo piccolo e neppure troppo grande, tale da leggersi bene. Il costo - 9,90 - è abbordabile, e in ebook lo è ancora di più, solo 6,90 euro (finalmente qualcuno ha capito che per fare decollare gli ebook bisogna anche ridurre i costi rispetto al cartaceo). Insomma, giudizio esterno più che positivo, voto 7/8Giudizio sulla scelta del primo romanzo della collana...Tutto sommato più che positivo. Direi ancora 7/8. Giudizio sul romanzo, mi ripeterò, 7/8,  quattro cuori pieni pieni.
OK, la storia della trentenne abbandonata quasi sull'altare dal fidanzato modello non sarà certo nuova, ma qui si movimenta con almeno un paio di guizzi che la rendono più interessante. Forse anche più di un paio. 
Grace Emerson, insegnante di storia, è stata lasciata dal fidanzato Andrew (che odio!) per la sorella minore, Nathalie - bellissima, intelligente e per di più buona come il pane. Grace non solo lascia il campo libero a Nat  (soffrendo come una bestia), ma addirittura la ama talmente da spingerla verso Andrew (soprannominato dalla sottoscritta the little shit, la merdina). Non solo. Per non far sentire Nat in colpa nei suoi confronti e perché è stanca di avere gli occhi pietosi di mammesorellezieamiche addosso, si inventa, come faceva da ragazzina, un fidanzato super che mette la compassione di tutti a tacere. Niente di meno che un chirurgo pediatrico, così preso dalla sua missione da non poter - guarda guarda - uscire mai con lei. 



Per fortuna, nella casa accanto alla sua, arriva Callahan O' Shea, origini irlandesi e scozzesi, occhi azzurri da perdercisi dentro, capelli scuri e fisico da urlo. Scapolo. Avete presente la pubblicità della coca-cola, quella in cui tutte le impiegate dell'ufficio si fiondano alla finestra per vedere il muratore figaccione che si beve la diet coke? Grace fa più o meno la stessa cosa, perché Callahan non è il nuovo proprietario, ma è il carpentiere (ex contabile, per la verità) cui è stata affidata la ristrutturazione della casa. Come darle torto dal momento che il nostro si esibisce con martello e piallatrice per lo più a torso nudo provocando negli ormoni della povera Grace picchi da ricovero immediato? Ok, le piace un casino quel Callahan, ma diavolo! non è proprio l'uomo per lei. Non è il suo Mister Right, insomma, l'uomo da sposare. È solo un Mr Sexy qualsiasi che per di più si è appena fatto 19 mesi in carcere - va bene, di minima sicurezza - per appropriazione indebita (alla fine si scoprirà l'arcano, naturalmente). E poi, non è che lui sulle prime sembri essere così attratto da lei! Grace è una donna estremamente pericolosa. La prima volta che lo becca a gironzolare intorno a casa gli dà una mazzata in testa e chiama la polizia. Il giorno dopo lo colpisce ancora, ma per sbaglio questa volta, con un rastrello, poi ancora gli  sfascia il faro posteriore del  furgone e lascia che il suo cane terrier, Angus, gli rifili un paio di morsi. Be', non è un caso che lui la guardi con sospetto e forse anche con un po' di paura. Anche se poi...

Il romanzo, vincitore del RITA AWARD 2010 per il miglior contemporaneo, si legge che è un piacere, non solo per la sua trama che fila via liscia, ma anche per i molti subplot e personaggi secondari che la completano, compreso l'amico gay (ormai immancabile) di Grace, la nonna terribile, la mamma artista per caso (fantastica!) e le due coppie tanto perfette da essere in crisi (i genitori di Grace e la sorella maggiore Margs con il marito). Come dire: a volte la perfezione non è così perfetta, no? Siamo in pieno contemporary, più dalle parti della women's fiction che del romance puro. Intanto perché è raccontato in prima persona da Grace, poi perché il focus della storia non è solo sulla storia d'amore, ma anche sui problemi legati alla famiglia (benestante) degli Emerson. I due protagonisti sono più che piacevoli, lei è frizzantina come i suoi capelli sempre ribelli e lui è un eroe di tutto rispetto, sexy, spiritoso, solido e, nonostante le apparenze, un paladino del vivere onesto.
I dialoghi sono brillanti e serrati, il ritmo è cinematografico (a parte qualche lungaggine nei pensieri di lei, soprattutto all'inizio del romanzo), l'ambientazione piacevole (siamo nel delizioso Connecticut, ma non lo si sfrutta abbastanza, per me), e ci sono alcune idee brillanti: l'avvicendarsi dei matrimoni di famiglia e quello dei vernissage di mamma Emerson, la passione di Grace  per la guerra di Secessione e per Via col Vento romanzo, che ha letto un numero infinito di volte. Bella e molto romantica la scena in cui Cal la porta al cinema a vedere il film forse più amato al mondo, ma che nessuno dei due ha mai visto prima.
L'epilogo è forse la parte migliore del romanzo ed esplode in modo per nulla scontato. È un vero coup de theatre attraverso il quale l'autrice chiude con bravura il cerchio intorno ad ogni membro della famiglia Emerson. 
Una considerazione, però, concedetemela. Visto che, come ci dice spesso e volentieri Grace, Callahan è un figo da paura e che lei è davvero su di giri per lui, non mi sarebbe dispiaciuto (e avrebbe avuto anche più senso) che ci fosse stata nella storia un po' più di passione. Nei  blog americani il romanzo è giudicato warm (la Kleypas storica, tanto per intenderci, è considerata warm), ma la versione italiana mi è parsa  freddina. C'è una sola scena di sesso, e oltretutto a porte chiuse. Dopo tutto quel rimuginare e sbavare di Grace su quanto lui sia hot, hot, hot? Ma! Non avendo letto l'originale non so dirvi  se il romanzo nasca proprio così, ma mi rimane il dubbio che la versione italiana sia stata stata accorciata qua e là, e non solo per quel che riguarda le scene passion
In ogni caso, tagli sì o tagli no, Troppo bello per essere vero è un libro che ti scatena le endorfine. Sedetevi comode, magari sulla sdraio in terrazzo o se siete fortunate in spiaggia, e preparatevi ad una full immersion di buon umore. Dio sa quanto tutte noi ne abbiamo bisogno. 
Da leggere? Oh yeah! Con il sorriso stampato sulle labbra. 

L'AUTRICE
KRISTAN HIGGINS - 
Autrice americana, nei suoi romanzi riesce a combinare con successo amore, vita e ironia. Apprezzata in tutto il mondo sia dai lettori che dalla critica, per la sua capacità di creare personaggi intriganti e di rendere un’atmosfera costantemente permeata di sensualità, senza mai perdere il suo stile elegante, frizzante e unico.




QUI, SUL NUOVO SITO HARLEQUIN, POTETE LEGGERE L'INIZIO DEL ROMANZO

                 CHE NE DITE DI RIVEDERE LO SPOT DIET COKE? LO SO, FA CALDO...


AVETE LETTO QUESTO ROMANZO? SIETE D'ACCORDO CON LA NOSTRA RECENSIONE? VI PIACE LO STILE DI QUESTA AUTRICE? COSA PENSATE DI QUESTA NUOVISSIMA COLLANA HM DI HARLEQUIN MONDADORI?

8 commenti:

  1. Ciao, io vorrei comprarli tutti e tre ma ho un dubbio e visto che qui siete sempre preparate, chiedo a voi. Sono edizioni integrali? Il costo farebbe pensare di si ma vorrei essere sicura. Grazie

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione, credo proprio che lo comprerò per concedermi un pò di relax!! E' fantastico che la collana harmony sia finalmente in libreria, è davvero una piacevole sorpresa!

    RispondiElimina
  3. Splendida rece! Mi ha fatto venire voglia di leggerlo, anche se, in genere, preferisco il romance puro con storie e personaggi più drammatici e tormentati.

    RispondiElimina
  4. Ah, dimenticavo, naturalmente sono entusiasta che HM entri in libreria, speriamo che le pubblicazioni siano all'altezza della situazione (traduzioni in grazia di Dio, please!)

    RispondiElimina
  5. Grazie ragazze per aver letto e apprezzato la recensione. In quanto alla domanda posta dalla prima lettrice, credo di aver dato all'interno del post la mia impressione, ripeto, IMPRESSIONE. IN ogni caso, visto che questo e' un argomento molto delicato, perche' dare il benvenuto a questo ottimo progetto editoriale con una polemicuccia? Ma ne riparleremo, non temete. E' un argomento che a noi bibliotecarie sta molto a cuore.
    Grazie ancora per i vostri commenti e un abbraccio affettuoso
    Viv

    RispondiElimina
  6. Mi fa piacere che un'altra casa editrice pubblichi romance in libreria, e sembra aver iniziato col piede giusto per quanto riguarda i titoli. Dato che sono assolutamente pro-integralità, mi sono detta: perché non chiedere direttamente alla casa editrice HM se i romanzi da loro pubblicati in libreria sono integrali oppure no? Detto fatto!:D
    Mi hanno risposto gentilmente e celeramente che i romanzi sono assolutamente integrali. Quindi, dal punto di vista integralità, possiamo tirare un sospiro di sollievo!;)

    RispondiElimina
  7. UN'informazione Milly che non puo' che farci piacere! BRAVI HM! Grazie di avercelo comunicato.;o)

    Francy

    RispondiElimina
  8. Bella recensione, il libro sembra frizzante e anche ben strutturato.
    il suggerimento di leggerlo in completo relax con il sorriso stampato me lo fa apprezzare ancora di più.
    ora non spetta altro che andare andare in libreria prima di partire , magari lo leggerò durante il lungo ed estenuante viaggio, e metterlo insieme agli altri pochi libri fortunati.

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!