Recensione: IL FALCO E LA ROSA - di M.Masella, M.Camocardi, M.Formenti, O.Albanese, P.Picasso, R.Ciuffi, T. Melville ( I Romanzi Mondadori)

Il Falco e la Rosa, ovvero le nostre Magnifiche Sette in un colpo solo!
Autore:    AAVV
Genere:  Storico/Contemporaneo
Ambientazione:
Firenze  

Pubblicazione: ed. Mondadori, collana  I Romanzi Mondadori Classic, nr.1000, aprile 2012
Parte di una serie:  no

Livello sensualità:  Media
Disponibile in ebook:  SI', da aprile 2012
LA STORIA
Amori e passioni nell’eredità di una stirpe.
Storie di guerrieri, congiurati, pittori, musicisti, patrioti ed ereditiere si avvicendano attraverso i secoli all’ombra di un palazzo maestoso, custode di segreti e di misteri, mentre il medaglione di una schiava passa di sposa in sposa, pegno di amori tormentati ma sempre vittoriosi. Speranze e avidità, orgoglio e illusioni, inganni e rivincite si intrecciano così, dalle Crociate al Novecento, nella storia della nobile famiglia fiorentina dei Monfalco. Ne sortisce un affresco di amori e passioni in una Firenze indimenticabile, raccontata dalla penna di sette grandi autrici italiane in un romanzo unico, in tutti i sensi.
Non vi dirò niente. Non vi racconterò la soddisfazione di vedere sette italiane riunite in un solo volume. Non vi svelerò il dietro alle quinte e tanto affetto da parte di noi fans. Non vi racconterò l’ambizione di queste sette donne che vogliono solo il riconoscimento che meritano, essere scrittrici. Punto. Senza etichette di nessun colore: né rosa, né giallo, né nero. Scrittrici punto e basta. Che ci fanno sognare e che meritano il riconoscimento che a tanti è dato senza sforzo alcuno, solo perché stanno su uno scaffale in libreria o vanno in televisione o scrivono sui quotidiani articoli, sputando sentenze senza neppure conoscere a fondo l’argomento.
Non vi dirò niente di tutto questo. Ma vi racconterò l’armonia di sette racconti che si intrecciano, si inseguono, si completano proprio come su uno spartito, scritto all’unisono e da cui sgorga una piacevole, ipnotica melodia.

Miriam Formenti racconta di un crociato, di tempi duri, di cavalieri che tornano delusi o favolosamente ricchi da una terra arida e nemica e lo fa con la solita passione: perché si sente che lei scrive ciò che più le piace e che dalla sua penna le storie escono come le lettere dell’alfabeto: una dopo l’altra per attrarci ed incantarci. Bello questo inizio in tempi così lontani e densi di avventura, crudeli se vogliamo, ma affascinanti come Lanfranco e Rosa. Lui che ha un gran cuore ma braccia forti e lei che, nonostante l’avversa fortuna, ha stretto i denti e coraggiosa, ha tenuto duro in un mondo che può piegare chiunque. Rosa, senza spine e forte come lo stelo che nessuna tempesta potrà mai piegare. Lanfranco e Rosa, il loro amore indissolubile su cui poggeranno le fondamenta di una grande famiglia. E che famiglia…


Paola Picasso, che mi ha fatto rivivere la Congiura de’ Pazzi in una Firenze al culmine del suo splendore, tra uomini d’arme e d’amore e addirittura mi ha presentato Lorenzo, il Gran Mecenate. Ho passeggiato per le vie della città, quella Piazza della Signoria che già allora era ammantata di splendore e proprio là ho visto Raniero, che sognava la sua Costanza di Monfalco. Ho incontrato Riccardo di Monfalco e le sue trame, la sua arroganza quando decide il destino di sua sorella con tanta, maschile leggerezza. Il convento, l’angoscia, l’assassinio. Paola, col suo stile accattivante e forbito, elegante, indimenticabile.
Ornella Albanese, da brividi. Adoro il personaggio tempestoso di Alessandro, luce ed ombra, chiaro, scuro, azzurro e grigio… una tavolozza di colori che mi hanno ricordato una pittrice realmente vissuta a Milano, Sofonisba Anguissola e che io amo in modo particolare poiché anche lei ha lottato come fa la protagonista del racconto, Celeste. Perché loro non avevano la strada aperta, loro vivevano in un mondo esclusivo e impenetrabile, un mondo dominato dagli uomini: pittori, scienziati, navigatori: chiuso a doppia mandata, quel mondo. Celeste avrà le chiavi giuste per affacciarsi su di esso con carattere, determinazione e fascino, avrà abbastanza coraggio per aprirvi uno spiraglio e vincere. Le sue mani che corrono sulla tela. Le vedo. I suoi occhi guardano Alessandro. Lo vedo anch’io. Lei si nasconde dietro la tela, per pudore. Sono arrossita anch’io.
La sue mani danno vita, creano un ritratto e mentre il pennello mescola e stende i colori, anche noi siamo rapite e immaginiamo, grazie a lei, colui che le sta di fronte, il suo modello, il suo amore. Sarà Celeste a toccare il cuore di quell’uomo tenebroso e affascinante. Grazie per questo protagonista così vivo e misterioso perché Ornella, col suo ritratto, lo hai reso indimenticabile.


Mariangela Camocardi, il suo Lapo e la sua Olivia, strega stregata e scusate il gioco di parole: perché se lei ha sussultato vedendo per la prima volta quello sconosciuto avventuriero reduce da paesi lontani, anch’io l’ho fatto con lei. Un uomo che ritorna, che il destino porta verso un sentiero sconosciuto, verso una casa che racchiude segreti e sembra viva poiché in lei c’è la stirpe dei Monfalco. Che orgoglio veder buttati fuori i parenti, quelli cattivi, che orgoglio scovare ciò che da secoli era celato davanti agli occhi di tutti, che emozione vedere sul portone, insieme a loro, quello stemma che ci accompagna già da secoli. L’amore non conosce ostacoli, ha i suoi segreti e Mariangela li svela a poco a poco, con personaggi secondari che, anche in poche righe ci svelano una profonda umanità. Una figlia ritrovata, un uomo che ha sfidato i suoi voti per amore, una donna ingrata che però sarà capace del perdono. E l’amore, il grande amore che non esista a sbocciare accompagnato dalla rosa e dal giglio di Firenze…
Theresa Melville, che emozione. Non l’avevo capito e sei bravissima ad illuderci che tutto sia normale. Nessuno lo immagina e sembra impossibile. Eppure eppure… lui è… che emozione! Ci regali due innamorati, due anime gemelle che si riconoscono al di là dei sensi umani, in una comunione spirituale, fatta di olfatto, tatto, udito. Gemma come una pietra preziosa ed unica, dalla voce melodiosa, dall’animo sensibile, dalla vivace incoscienza. Federigo è prigioniero, estraneo in un mondo che conosce in modo diverso da tutti noi eppure meglio, eppure più profondamente. E come se non bastasse il fato a volerli separare, ci si mette anche una faida del passato, le due famiglie, i Monfalco e i Malaspina, già divise da un antico amore. Ma la musica, ah! La musica che viene dal cuore, quella che non conosce limiti e rapisce e fa volare. Il falco, dalla vista interiore acuta, ha trovato finalmente la sua rosa.

Maria Masella, come sono vicini a noi Bruno e Cate! Quanti secoli, quanti anni pervasi già di nostalgia, vite sbriciolate lungo i secoli, quasi mille anni. Ma come in tutti i tempi, gli uomini, le donne, l’amore, non cambiano. Bruno, che non ha mai dimenticato quella notte prima della battaglia, della grande avventura con Garibaldi, lontano dalla sua casa, per l’Italia, per quel sogno repubblicano che infiammò le anime di tanti patrioti. Caterina, neppure lei ha scordato le mani, il corpo di quell’uomo e infatti, inconsapevole, lo sta ancora aspettando. La magia di un incontro si trasforma nell’ansia, nell’angoscia di un passato che un equivoco ha reso odioso ad entrambi e il gioco si fa duro: duri gli sguardi, dure le giornate da passare nell’incertezza dell’amore, dura la vita se lui non c’è, se lei non è quella che credi. Bruno, non arrenderti, leale, sincero, innamorato. Cate, abbi fiducia perché quell’uomo non ti deluderà e i suoi baci ti toccheranno il cuore, come hanno fatto con il mio.

Roberta Ciuffi, che hai avuto il difficile compito di congedarci da questa famiglia, da queste vicende che ci hanno incatenato e fatto sognare. Con eleganza hai chiuso i battenti del portone avito su cui, in alto, ancora è inciso il blasone di famiglia. Ma ormai è consumato, roso dal tempo e dalle vicende umane. Quanti disastri, quanti amori, quanti pianti e risate tra quelle pareti, quelle stanze a cui il tempo e lo sfaldarsi della fortuna hanno strappato arredi, quadri, tesori. Che nostalgia, che struggimento nel cuore di Guglielmo quando decide che è tempo di guardare al futuro e lasciarsi alle spalle il glorioso e lunghissimo passato. Minerva, sua moglie, che ha solcato un intero oceano, che ha nelle vene la verve e la forza di sangue nuovo e che viene da lontano, lei saprà sorreggere ed amare un uomo capace di scelte coraggiose. Insieme, nel secolo delle grandi guerre e di sconvolgenti cambiamenti, anche i nostri protagonisti, i Monfalco, i discendenti di questa illustre casata, non ci tradiscono e ci trascinano verso l’amore che unisce un uomo e una donna, in una comunione che non è solo del corpo perché sarebbe troppo, troppo riduttivo. Struggente la nostalgia che fa battere i loro cuori dopo tanti anni, quando tornano alla casa avita. Tutto è cambiato, tutto si trasforma, tutto profuma di tempi andati. Ma a me è venuta voglia di ricominciare, sentivo già la mancanza di tutti, tutti coloro che mi avevano raccontato la storia di quelle mura.

Così, dopo aver chiuso il libro, l’ho riaperto e ho ricominciato…
Firenze, Palazzo dei Conti di Monfalco, 1415…





  • LEGGI QUI IL  POST DI PRESENTAZIONE  DEL ROMANZO CON LA 'GENESI' DI QUESTO IMPORTANTE PROGETTO ROMANCE A SETTE MANI.
 GUARDA IL BOOKTRAILER

AVETE LETTO QUESTO ROMANZO? VI PIACEREBBE LEGGERLO? COSA PENSATE DI QUESTO TIPO DI  RACCOLTE DI NOVELLE CON UN 'FILE ROUGE' COMUNE? 

32 commenti:

  1. wow! Che bella recensione!
    Sicuramente è una raccolta da favole, ma anche tu sei stata bravissima a farci sognare come le notre rose hanno fatto sognare te!
    Complimenti alle autrici e ad Adele!
    Libera

    RispondiElimina
  2. Una raccolta di autrici davvero interessante. Io ho acquistato Un cuore nelle tenebre di Roberta Ciuffi ancora non letto ma riposto tra le cose da fare. darà divertente poter apprezzare qualcosa di italiano vista la spiazzante concorrenza americana. Forza italiane siamo brave pure noi!

    RispondiElimina
  3. Ciao Adele, e grazie. Com'è possibile che tu abbia fatto sognare me, leggendo quello che ho scritto attraverso i tuoi occhi? Bravissima! E non aggiungo altro, salvo dire che la tua introduzione è strarordinaramente toccante. Un'emezione scaturita dal tuo cuore per entrare nel mio, e di questo ti ringrazio.
    Un abbraccio
    Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  4. Sei riuscita ad invogliarmi ed incuriosirmi con la splendida recensione!
    Inoltre è un capolavoro a sette mani con i nomi più importanti del momento armonicamente intrecciati tra loro. Come si fa a non volerlo leggere?!?
    È un'occasione unica!

    RispondiElimina
  5. Adele, a me i brividi sono venuti leggendo la tua recensione. Bravissima, e ti ringrazio di cuore. Mi hai regalato un'emozione grande. Ti abbraccio
    Theresa

    RispondiElimina
  6. Cara Adele, che cosa dirti se non grazie? Con le tue parole e con la sua incredibile sensibilità hai saputo tratteggiare una storia lunga otto secoli, cogliendo di ciascuna scrittrice, il cuore e , lo stile e lo spirito. Ti sono grata per la commozione che mi hai fatto provare. Paola Picasso

    RispondiElimina
  7. Carissima Adele,
    rivedere il “nostro” romanzo attraverso i tuoi occhi attenti e il tuo cuore sensibile è una grande emozione. Sei riuscita a cogliere proprio quello che volevo trasmettere, l’importanza del colore nella vita di una pittrice, ma la stessa cosa hai fatto con tutte le altre storie.
    Un abbraccio forte e grazie di cuore.
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  8. Recensione che ha acuito il mio bisogno di leggere questa raccolta non vedo davvero l'ora!!! Speriamo che la dea bendata punti il dito su di me, una volta ogni tanto!!!

    RispondiElimina
  9. Cara Adele, la tua recensione è poesia. Grazie alle tue parole ho visto il romanzo con i tuoi occhi e ho dimenticato i piccoli problemi che hanno accompagnato la sua stesura. L'ho immaginato, proprio come se non avessi già letto i capitoli scritti dalla mie colleghe e come se molte pagine non fossi stata io stessa a scriverle. In pratica l'ho visto come una lettrice. Una lettrice interessata a scoprire ogni cosa di quegli intrighi e di quegli amori sbocciati in settecento anni. E di questo ti ringrazio di cuore.
    Aggiungo un abbraccio a tutte le nostre care bibliotecarie romantiche, che con affetto ci ospitano spesso.

    Miriam Formenti

    RispondiElimina
  10. Oh!!! Non sto più nella pelle, non vedo l'ora di leggerlo,

    RispondiElimina
  11. Adele V. Castellano02/04/12, 13:21

    Carissime autrici, grazie, grazie a voi che mi avete fatto sognare e vi meritate tutto il nostro affetto. Un carissimo abbraccio a voi tutte che siete nel nostro cuore!!!

    RispondiElimina
  12. Bellissima emozione leggere la trama e la presentazione di questo libro, un genere che prediligo, raccontando amore e passioni in mezzo ad intrighi storici indimenticabili ed intramontabili...sarebbe un onore per me leggerlo, assaporarlo, apprezzando sempre più le sette autrici!
    sn fraghi88 come follower
    mail fraghi88@alice.it

    RispondiElimina
  13. Queste autrici sono talmente brave che si sono strameritate questo volume speciale dedicato interamente a loro! Sono molto curiosa di leggere una saga familiare scritta però da autrici diverse. Immagino sarà un libro bellissimo, da custodire nella propria libreria.
    Ancora complimenti alle autrici!!!!

    RispondiElimina
  14. Wow, sembra proprio un volume da non perdere! *.* Inoltre mi piace l'idea che sia un volume unico che racchiude 7 autrici nostrane! ;)

    RispondiElimina
  15. Bellissima recensione e bravissime autrici.Sicuramente non mi perderò questo specialissimo libro.

    RispondiElimina
  16. Grazie di cuore per questo commento. Nella mia città il libro non è ancora uscito, non sto più nella pelle all'idea di leggerlo. Sarà che adoro Firenze: per me è il centro del mondo, un luogo affascinante e sorprendente, scenario ideale per queste storie che non vedo l'ora di leggere. Grazie a queste fantastiche autrici italiane: ci dimostrano ogni volta che non abbiamo nulla da invidiare alle straniere. I nostri tesori sono qui!
    Stefania.

    RispondiElimina
  17. Cassandra Rocca02/04/12, 20:48

    Sono super incuriosita, devo assolutamente trovarlo!! Questo volume è la rivincita di noi scrittrici italiane, che non siamo da meno a nessuno! ( Mi inserisco nel mucchio anche se per il momento non ne ho ancora il diritto, forse, ma è un grande sogno e non lo mollo, e questo ennesimo traguardo delle Rose Nostre è uno stimolo in più anche per me, per perseverare sempre! )
    Complimenti anche ad Adele per la bellissima recensione!
    Cassie

    RispondiElimina
  18. Questa recensione sembra la guida di un viaggio attraverso i secoli, in cui ogni tappa corrisponde ad un racconto intriso di emozioni, immagini e colori.
    Se il libro è appassionante quanto la recensione allora lo devo proprio leggere e approfittare dell'occasione per avvicinarmi ad alcune Rose che non ho ancora avuto il piacere di conoscere. ^_^

    RispondiElimina
  19. Carissima Adele, che meraviglia qs rece! Mi hai davvero fatto venir voglia di leggerlo qs super romanzone delle ns bravissime autrici. Devo confessare una cosa, un sentimento nn tanto nobile, l'invidia, x chi può permettersi di risalire con le memorie della propria famiglia di quasi mille anni, dev'essere un sentimento inesplicabile, finalmente la comprensione di far parte di un tutto che ci sovrasta e trascende da noi e dalle ns singole vite.

    RispondiElimina
  20. La poesia dell'amore è musica per me!
    Un'orchestra formata da sette elementi e come direttore il Romance !!!
    Che concerto!!!
    Standing Ovation!!!!
    Saluti a tutte.
    Anna B

    RispondiElimina
  21. bella recensione!
    questo libro mi incuriosisce molto e il tuo giudizio sui vari racconti lo rende davvero positivo, un buon libro!

    RispondiElimina
  22. Io lo so che sono tutta sbagliata... ho il romanzo, bello autografato, e me lo coccolo rileggendo l'antologia dell'anno scorso, ritrovando magie e fascinazioni e pregustando le nuove di questa avventura speciale delle nostre rose che si battono come falchi per un riconoscimento che dovrebbe essere loro dovuto.
    E' triste dover constatare che sarà la tecnologia (i loro romanzi disponibili in e-book) a far sì che i loro nomi siano riconsociuti tra gli autori... ma lo sbarco, la parte più difficile, ormai è avvenuto: siete pronte per la conquista?!? ^_^
    Elena (Telenad)

    RispondiElimina
  23. Io non partecipo al giveaway perché ho già il romanzo (sto finendo di leggerlo) però ci tenevo a dire ad Adele che la sua recensione è stupenda! E concordo con lei sul fatto che questi racconti meritino davvero di essere letti.

    RispondiElimina
  24. Adele V. Castellano04/04/12, 07:42

    Grazie Laura e grazie a tutte coloro che amano il romance italiano!

    RispondiElimina
  25. che recensione da sogno, invita a fare passeggiate romantiche e appassionate tra tutti questi personaggi pieni di emozioni e passioni!!!
    sembrava di dialogare direttam con le autrici
    mi piace leggere più storie che ovviamente abbiano un comune denominatore, del resto anche a scuola amavo la materia "Antologia" :P

    ce ne sono alcuni di queste novelle che mi intrigano moltissimo, tipo quelle di ornella albanese e maria masella *_*

    RispondiElimina
  26. Desidero leggere questa opera perché è raro trovare tante brave scrittrici un un libro solo e per l'originalità della struttura.
    La recensione invita alla lettura e tento di aggiudicarmi il volume, mitico numero 1000, prima di acquistarlo .
    Pertanto incrocio le dita sperando di trovarlo ...nell'uovo di Pasqua!
    Ciao!

    RispondiElimina
  27. Che bbellisisma recensione!! Della Melville avevo letto Memorie d'amore e l'ho adorato.. Della Camocardi Sogni di vetro.. Dovrò leggere questo, anche xkè io adoro i romanzi medievali!!!

    RispondiElimina
  28. Mi sono emozionata leggendo questa recensione! In genere non amo i romanzi in cui le vicende di una famiglia si dipanano nel corso dei secoli, ma qui ci sono sette autrici diverse (!!!), ognuna con il suo stile e la sua personale sensibilità... sarà certamente un'esperienza notevole!
    Provo a vincerlo anche qui perché mi piacerebbe regalarne una copia alla mia nonnina... che mi ha fatto conoscere il genere rosa (non la ringrazierò mai abbastanza) e ha i primissimi romanzi Mondadori... avere il numero 1000 le farebbe certamente piacere (se non lo vinco glielo regalerò ugualmente! :) )

    RispondiElimina
  29. Stupenda presentazione!
    Spero di trovare in edicola questo oramai mitico n. 1000 altrimenti mi accontenterò di leggerlo in versione ebook.
    Grazie per il gran lavoro fatto e l'entusiasmo che metti in tutto ciò che ci offri. Ciao!

    RispondiElimina
  30. Teresa Siciliano25/12/14, 10:02

    Fu una grande impresa che è rimasta nel mio cuore e più volte ho riletto il volume, più volte mi sono augurata una nuova impresa.
    Che ne dite, carissime? Lo so che è difficile coordinare sette scrittrici e creare un'unica storia fatta di sette tasselli diversi. Ma, secondo me, ne varrebbe la pena. Magari un self?

    RispondiElimina
  31. Ho letto questo libro in questi giorni, con notevole ritardo da quando è stato pubblicato. Per me è un libro nuovo e perciò lascio qui la mia impressione.

    Il romanzo scritto da varie brave autrici si svolge in un lungo periodo storico che parte dal 1415 e finisce nel 1950.
    Un'idea insolita questa: l'accomunare scrittrici in cui ognuna ha dato il suo contributo, senza avere la necessità di continuare il racconto di chi l'ha preceduta ha creato un romanzo in cui ogni "penna" ha avuto il suo secolo e ha potuto liberare la propria fantasia senza costrizioni. C'è un legame comune a tutti i vari racconti: i protagonisti di ogni vicenda si amano profondamente, le donne sono coraggiose, l'amore nasce da un colpo di fulmine e poi c'è un fantasma che compare pochissimo, ma c'è. Ogni racconto ha la sua peculiarità, non posso dire che uno è più bello e un altro meno accattivante, perchè tutti sono validi e i vari protagonisti mi sono piaciuti, le donne in modo particolare, ma quelli che metterei in cima sono Cate e Bruno Morego. Un libro che consiglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Iaia per questa tua recensione!

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!