I ROMANZI MONDADORI ARRIVANO A QUOTA 1000 E CELEBRANO L'AVVENIMENTO CON UN ROMANZO 'IL FALCO E LA ROSA'

Una meta importante quella che raggiungeranno i Romanzi Mondadori il prossimo mese. La collana Classic toccherà quota 1000 e le celebrazioni sembrano d'obbligo.  Perciò il numero 1000 di  aprile sarà un romanzo specialissimo, scritto a più mani dalle firme più note del romance italiano. Ecco cosa scrive l'editor  Marzio Biancolino sul blog della collana a proposito di questa iniziativa:
ROMANZI_1000
Gentili lettrici,

fra i “Classic” in uscita nel mese di aprile ci sarà anche il numero 1000: un numero storico che rappresenta una pietra miliare lungo il cammino che dal lontano aprile 1979, quando in edicola apparve il numero 1 dei “Romanzi Mondadori”, ci ha portato fin qui. Da allora la nostra “collana madre” ha conosciuto una costante fortuna, dando luce a più filiazioni quali gli “Oro”, i “Passione, gli “Extra Passion”, i “Dark Passion” e gli “Emozioni”.

Stiamo perciò parlando di un traguardo che meritava una celebrazione all’altezza, e questa è rappresentata dalla nuova antologia delle nostre grandi firme italiane – Albanese, Camocardi, Ciuffi, Formenti, Masella, Melville, Picasso – intitolata Il falco e la rosa. Un progetto nato di slancio un anno fa in seguito all’uscita della fortunata Amori sull’ali dorate, l’antologia risorgimentale (“Romanzi Classic” n. 950) a opera delle medesime autrici. E se allora si era trattato di sette racconti a tema (l’unità d’Italia allora in celebrazione), questa volta abbiamo sette episodi di un vero e proprio romanzo a quattordici mani: l’avvincente saga di una famiglia fiorentina che, attraverso le vicende di crociati, pittori, musicisti e patrioti, arriva ad abbracciare quasi un millennio di storia italiana.
Penso si tratti di un caso letterario straordinario sotto molti aspetti, e di nuovo voglio cogliere l’occasione per ringraziare le sette autrici che, con tanto entusiasmo, l’hanno reso possibile. Non erano infatti poche né semplici le difficoltà che incombevano, ma tutte sono state superate con grande professionalità ed encomiabile disponibilità.

Per coronare al meglio questo evento, siete tutte invitate al
“Mondadori Romance 1000”
sabato 14 aprile, ore 17,30
Mondadori Multicenter
piazza del Duomo, Milano
durante il quale non solo si terrà la presentazione dell’antologia, con la partecipazione delle autrici, ma ci sarà anche l’attesa proclamazione del vincitore del nostro concorso “Premio Romance”, in collaborazione con la rivista “Romance Magazine”
A ognuna delle nostro autrici ho chiesto di regalarvi qualche riga ispirata a una sorta di “backstage” dell’antologia, un “dietro le quinte” di questo nuovo appassionato lavoro.
MB
ORNELLA ALBANESE

È stato un lavoro lungo un anno. Il progetto è nato lo scorso marzo e ricordo i primi tempi di grande entusiasmo: decine, forse centinaia di mail per decidere i periodi storici e le trame. Io avrei voluto godermi quel periodo di gestazione, ma stavo lavorando con tempi brevissimi a un altro romanzo, non riuscivo a concentrarmi con tanto anticipo. Le mie amiche mi avevano lasciato libero il Medioevo, sapendo che lo amo moltissimo; io invece stavo lavorando con troppa intensità proprio su un medievale e avevo solo bisogno di cambiare aria. Così ho studiato la scaletta dei periodi e ho trovato un piccolo spazio nel 1500. L’ho preso al volo, anche se era un secolo nuovo per me, o forse proprio per questo. Firenze nel 1500, ci pensate? Proprio nel periodo di massimo fulgore dell’arte. E infatti, per Celeste, la pittura è magia e passione…
MARIANGELA CAMOCARDI
Reduci da “Amori sull’ali dorate”, chi immaginava che un’antologia che apparentemente sembrava semplice richiedesse in realtà un’attenzione superiore al previsto? Sette racconti legati da una tematica comune significa far coincidere altrettante fervide menti che creano romanzi ognuna con il proprio stile. C’è voluto un anno per elaborare “Il falco e la rosa”, cercando non solo di far collimare quei dettagli che servivano da collante, ma anche nel rendere coinvolgente la saga Monfalco. Io mi sono avventurata nel fastoso Seicento fiorentino con Olivia e Lapo, i protagonisti del mio racconto “Per amore di una strega” e, ve lo assicuro, è stata un’esperienza che giudico assolutamente unica nel suo genere.


ROBERTA CIUFFI
Il racconto è sbocciato nella mia mente con l’immagine del più elegante dei mezzi di trasporto: una Rolls-Royce Silver Ghost. A bordo, anch’essi elegantissimi, due giovani sposi. Allegri, innamorati, aperti al futuro. Inconsapevoli ancora dei problemi di una relazione agli inizi. Quella macchina è stata la responsabile della collocazione temporale di “Un letto di gigli e di rose”. Lo confesso. Nient’altro. Essendo stata commercializzata nel 1907, mi poneva il problema di ambientare una storia in un periodo poco frequentato nel romance. Ho deciso però che ne valesse la pena. Spero che la pensiate anche voi allo stesso modo. 
MIRIAM FORMENTI
Non ho avuto dubbi quando ho pensato che i protagonisti del mio racconto avrebbero vissuto la loro storia d’amore nel Medioevo. Ho infatti immaginato subito un cavaliere deciso e coraggioso, Lanfranco di Monfalco, di ritorno a Firenze ricco d’onore e di denaro, razziato a Costantinopoli durante la quarta crociata. Con lui troviamo la sua bambina e Rosa, una giovane donna che pare abbruttita da anni di schiavitù e che Lanfranco ha comprato per pietà. Rosa è una donna forte che ha molto sofferto. Una donna che fantastica e spera, senza crederlo davvero, di riuscire a far innamorare di sé quel cavaliere affascinante. Ci riuscirà e, insieme, daranno vita a una dinastia in un palazzo che nasconderà segreti, mentre il loro amore verrà raccontato dai loro discendenti come una leggenda.
MARIA MASELLA
Appena abbiamo deciso di ambientare la nuova antologia a Firenze, ho subito visto come protagonista Bruno Morego che in “Bella mia!” stava partendo con i Mille. La scelta successiva è stata quasi obbligata: l’anno sarebbe stato il 1865, quando Firenze venne proclamata “Capitale del Regno d’Italia”. Avrei scritto una storia d’amore fra il mio Bruno, repubblicano convinto, e una giovane nobile fiorentina, una Monfalco. Non sarebbe stato però il primo incontro, perché volevo dare la sensazione di quegli anni, dei cambiamenti che si stavano verificando. Dal 1860 al 1865 anche i miei due protagonisti sarebbero cambiati, forse avrebbero perso qualche illusione. Avrebbero imparato, però, a riconoscere l’amore, ad accettarne la forza che scompiglia le carte. Avrei scritto una storia d’amore, ambientata in un periodo che mi piace e con un pizzico di giallo… 
THERESA MELVILLE
Questa esperienza è stata un’incredibile palestra di scrittura. Avendo sempre vissuto il lavoro in una dimensione intima e privata, l’idea di doverlo condividere mi disorientava. Ma se c’è qualcosa che ci accomuna a tutte e sette, quello è l’entusiasmo per il nostro lavoro, e l’entusiasmo è stato un grosso sprone. Dallo scambio delle sinossi fino alle fasi finali del progetto, abbiamo condiviso non solo la scrittura ma anche le nostre storie personali. Mentre raccontavamo le vicende dei Monfalco, ci raccontavamo come donne. Ho imparato molto. Non è stata solo una palestra di scrittura, ma di vita. Il falco e la rosa è il risultato di un grande impegno e di un profondo amore per la scrittura. Con tutto il cuore, spero che le lettrici lo apprezzino. 
PAOLA PICASSO  
L’anno scorso, mentre partivamo da Firenze, Marzio Biancolino ci ha proposto questa antologia e io, conquistata dall’idea, ho chiesto di poter ambientare il mio racconto nella Firenze dei Medici, dominata dalla figura del Magnifico. Il mio entusiasmo era tale che ne ho scritto la trama in aereo, mentre tornavo a Roma. I due protagonisti, Costanza e Raniero, si sono inseriti nel racconto quasi per moto proprio e mi hanno raccontato il loro amore travagliato e appassionante. Collegare tra loro sette storie non è stato semplice, ma so da molto tempo che le scrittrici hanno un canale di comunicazione privilegiato, un’empatia, che permette di superare qualunque ostacolo.
COSA PENSATE DI QUESTA INIZIATIVA DI MONDADORI? VERRETE A MILANO ALLA FESTA DEL MONDADORI ROMANCE 1000  IL 14 APRILE? VI PIACCIONO QUESTE ANTOLOGIE DI STORIE SCRITTE DA PIU' AUTRICI  SIANO ESSE ITALIANE O AMERICANE?

5 commenti:

  1. Il romanzo a 14 mani è favoloso..non vedo l'ora di leggerlo!!!
    Vorrei tanto esserci a Milano...non so forse ce la farò :-)))
    Juliet

    RispondiElimina
  2. Anche io lo attendevo con ansia... anche perchè le nostre già bravissime autrici italiane nei romanzi, nei racconti sono ancora più superlative!
    Inoltre di antologie se ne pubblicano pochissime e invece io per esempio a volte non ho voglia di impegnarmi con un romanzo e vorrei qualcosa di più breve... e non c'è niente in giro! Anche nelle riviste, i romanzi 'staccabili' (che sono racconti lunghi sostanzialmente) sono tutti contemporanei e invece io amo così tanto gli storici! ^_^
    Elena

    RispondiElimina
  3. Interessantissimo!!!
    non vedo l'ora venga aprile

    RispondiElimina
  4. Come già scritto sul blog Mondadori sono veramente entusiasta di questa iniziativa.
    Una saga completa in un solo volume.
    7 firme italiane di qualità.
    Mi piacerebbe esserci a Milano...ma purtroppo lavoro!!!!

    PATTY

    RispondiElimina
  5. Che iniziativa singolare e che sforzo, davvero! Sono molto contenta al pensiero che domani conoscerò (quasi) tutte voi.
    A presto!

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!