ROMANCE MAGAZINE 5: GIA' DISPONIBILE SU DELOS STORE.

La cover:anche mariti e fidanzati getteranno l'occhio
La Romance Magazine n. 5 è pronta! E' un bellissimo numero, dedicato al racconto (ce ne sono ben 15!), dove però non mancano le consuete  rubriche fisse e c'è pure una  sorpresona per celebrare i 25 anni di carriera di Mariangela Camocardi (vedi il nostro post, qui).
La sorpresa, di cui la capo redattrice della RM Mariangela Camocardi era ovviamente all'oscuro, è stata orchestrata dal direttore Franco Forte con la collaborazione della sottoscritta. Ne sono venute fuori quattro pagine celebrative in cui si susseguono le testimonianze, gli aneddoti e gli auguri di moltissimi amici che Mariangela ha conosciuto durante la sua felicissima carriera. 
Un'ultima cosa: se non ve ne foste ancora accorti,  la ROMANCE MAGAZINE è la prima ed unica rivista dedicata al romance mai realizzata in Italia.



LA ROMANCE MAGAZINE N 5
Rubriche e servizi:
ROMANCE NEWS
DAL LIBRO AL FILM
SIMPLY ROMANCE: Notizie da oltre oceano
POESIA ROMANTICA Guida alla lettura - 5
PROTAGONISTE Paola Picasso
CELEBRAZIONI Il 25° di Mariangela Camocardi
PREMIO ROMANCE 2011
LUOGHI DI STORIA
IN TUTTE LE SALSE
GAZETTE DU BON TON
PARANORMAL ROMANCE Dal libro al fumetto
IL BELLO DELLE DONNE La posta delle lettrici

Racconti:
A mezzanotte di Olivia Ardey
Il primo bacio di Giusy Berni
Chi cerca trova di Laura Castellani
Il giardino incantato di Adele Vieri Castellano
Per due giorni di libertà di Eleonora Cinti
Profumo di Zagara di Fabiola D'Amico
Ventunesimo piano di Laura Gay
Finzioni di Diego Lama
Un tocco magico di Simona Liubicich
L'asta di Isabella Montwright
Una donna tradita di Paola Picasso
Galeotto fu l'ascensore di Debora "Miraphora" Satta
You only live once di Serena Scuderi
Punti di vista di Irene Vanni
Fuoco nella notte di Elena Vesnaver



INTERVISTA AL DIRETTORE, FRANCO FORTE
Abbiamo chiesto a Franco Forte, direttore ed editore della RM, una breve intervista in occasione dell'uscita di questo numero. Perché - dio come vola il tempo! banalità quanto mai vera - è passato ormai un anno da quando la RM è stata pensata e, in un batter d'occhio, realizzata. Piace a tutti, tutti ne parlano bene, ma la rivista ancora non riesce a decollare come si meriterebbe. Ma leggete come ha risposto alle nostre domande il direttore, e commentate, se volete:


1) Franco, è passato poco più di un anno da quando si è incominciato a parlare di RM. E ora già sei numeri, contanto il numero 0, sono usciti. Puoi fare un piccolo bilancio di questo primo anno?
Tutto sommato niente male, per quanto dopo la fiammata iniziale tutto si è un po' quietato. Aspiravo ad arrivare a 1000 abbonati, che era la misura giusta per pensare di compiere il grande passo e sbarcare in edicola con un mensile, ma a quanto pare se non si parla di gossip, di vip, di starlette dello spettacolo, non è possibile tentare l'avventura dell'edicola, e al momento la RM non ha i numeri per provarci. Finoa quando non riusciremo ad arrivare almeno a quota 1000 con gli abbonamenti, il rischio imprenditoriale è troppo grande.
2) Quando hai deciso di realizzare la magazine, sentivi fermento intorno al mondo del romance.Questa tua impressione è ancora presente e viva?
Direi proprio di sì. Per quanto mi sia accorto che alla fine è una grande impressione data dal fermento che c'è online, sui siti e suiblog che trattano il romance, ma che non si applica del tutto (o almeno solo in parte) al pubblico che legge e acquista romanzi e riviste. Secondo me il 90% del mercato del romance in edicola appartiene a donne che delle sorti di questa letteratura in generale se ne fregano. A loro basta che ci sia il titolo nuovo della loro collana preferita in edicola e tutto finisce lì. 
3) Ci saranno delle novità per quanto riguarda l'impostazione del magazine, in futuro? Hai qualche anticipazione da regalarci?
Be', siamo appena partiti, tutto sommato, quindi l'impostazione per il momento resta questa. Con il numero 5 testiamo l'idea del fascicolo antologico, con 15 racconti inediti, e vedremo quale sarà la risposta. Ma in generale la RM manterrà l'impostazione attuale per un po'. 
 5) Ho visto che il prezzo della singola rivista è cresciuto leggermente. Come mai?
All'inizio abbiamo tenuto un prezzo più basso, promozionale, per diffondere la rivista, ma in realtà, considerando anche che con l'abbonamento ogni fascicolo costa quasi la metà (comprendendo anche le spese di spedizione a nostro carico), i primi numeri della RM sono stati in perdita, per noi. Adesso dobbiamo cercare di rendere produttiva la RM, se vuole continuare a vivere.


Vi piace la Romance Magazine? Avreste dei suggerimenti da dare? Fateci conoscere le vostre impressioni, sono importanti!  








30 commenti:

  1. Sono un'abbonata della prima ora alla RM e quando mi arriva apro sempre con gioia la busta, avida di leggerne i contenuti. Purtroppo constato, dalle parole di Franco Forte, che anche nel campo romance vi è l'apatia e l'indifferenza che vige in altri settori. Lavoro anch'io nella stampa periodica di nicchia, combattendo ogni mese con i numeri di vendita, e mi ritrovo spesso a pensare: se mi occupassi di gossip venderei di più. Mooolto di più.
    Auguro sinceramente a questa bella rivista di raggiungere il traguardo dei 1000 e uscire in edicola. Sarebbe una rivincita per la letteratura "al femminile", da sempre considerata di serie B nel nostro paese. Ma questo sta alle lettrici...
    Per quanto mi riguarda, i servizi che preferisco della RM sono le recensioni e le segnalazioni in anteprima di romanzi che stanno per uscire in Italia o sono appena usciti all'estero, le interviste, i report degli eventi, ma anche gli articoli sui generi letterari e sui "tipi letterari". Leggo con meno avidità i racconti, senza offesa per nessuno, naturalmente.
    Un saluto a tutti e in bocca al lupo alla RM^_*

    Bluefly

    RispondiElimina
  2. Sono un'abbonata dal primo numero e non nascondo la mia perplessità.

    Senza offesa, ritengo che della rivista se ne parli troppo poco e che manchi di pubblicità. Cè un gran parlare all'uscita di ogni numero e poi per due mesi il nulla! Questo mese, se non leggevo sulla mia agenda l'avviso dell'imminente uscita, giuro che me ne dimenticavo.

    Franco Forte, se non sbaglio,lavora per la Delos e Mondadori; perchè non inserire dei volatini pubblicitari nei romanzi di queste Case Editrici? Questa è un'ipotesi ma pur sempre un'idea.....una delle tante!

    Per quanto riguarda ai contenuti della rivista mi piacciono abbastanza anche se, navigando in rete, alcuni articoli li avevo già letti nei vari blog e, senza offesa, leggo con meno avidità i racconti.

    Buon lavoro!

    RispondiElimina
  3. Ultima cosa: se la quota per arrivare in edicola è di 1000 abbonamenti, non dimentichiamo che la rivista è conosciuta, per ora, solo on line.

    Perciò, bisogna arrivare a tutte quelle lettrici che non navigano in rete. Come? Bè, oltre al passaparola che può anche non dar risultati concreti, si dovrebbe agire sulle loro letture, inserendo nelle riviste o nei romanzi da edicola dei volantini pubblicitari; anche delle fotocopie.....!

    Abbiamo fior di nomi che compongono la redazione e Forte; non ditemi che non possono coinvolgere nel progetto le loro conoscenze!

    Ultima cosa, il prezzo: parere mio, un aumento già al 5 numero mi è sembrato esagerato....troppo prematuro....ma contribuisco volentieri alla causa!

    RispondiElimina
  4. Più guardo la copertina, più mi chiedo cosa cavolo c'entra sta' tipa. Dicono sia una lettrice della rivista, non me ne voglia, ma avrei preferito in prima pagina il viso della Camocardi.

    Cmq, aspetto il numero e poi mi verrà un colpo a vedere il mio racconto! X°D

    RispondiElimina
  5. Rivista arrivata stamattina. Già immersa nella lettura. Speriamo arrivino altri 100 di questi compleanni!

    @ Mor: guarda che sulle altre pubblicazioni Delos già c'è la pubblicità della RM, così come i collaboratori della casa editrice - me inclusa, che sono curatore di Horror Magazine e potrei anche fregarmene - facciamo pubblicità ovunque. Non credere poi che sia così semplice per una rivista rosa priva di gossip e foto di veline raggiungere l'edicola ;)

    Irene Vanni

    http://irenevanni.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. Io leggo questa rivista dal numero 0 e la trovo perfetta. Sarà che a me i giornali di gossip non interessano e al pettegolezzo preferisco letture più stimolanti. Per questo, diversamente da alcune di voi, non disdegno neppure i racconti che leggo sempre con avidità, così come tutte le altre rubriche. E poi trovo utili i suggerimenti sulle nuove uscite in libreria e in edicola per non parlare delle recensioni. Prima di RM trovavo queste informazioni solo sul web, adesso è bello sapere di ricevere comodamente a casa una rivista che parla dei libri che amo leggere. Pertanto mi sento orgogliosa di aver contribuito, in minima parte, con un mio racconto.
    Che dire? Spero che molte altre lettrici si sveglino e scoprano il piacere di un giornale tutto dedicato al romance.

    RispondiElimina
  7. Pronta a iniziare l'abbonamento: non vedo l'ora di leggere! ANITA GAMBELLI

    RispondiElimina
  8. Alcune piccole considerazioni:
    i romance li leggono prevalentemente persone di sesso femminile, pertanto le foto delle veline credo proprio che non interesserebbero!!!Forse qualche bel modello...si???? scherzo!!!!!
    Le lettrici si svegliano con argomenti ineteressanti e non con notizie già ascoltate!!!!Qui dovrebbero svegliarsi ...altri!!!!!
    Chi non compra i romanzi editi dalla Delos non è al corrente della pubblicità; senza offesa a nessuno, io su 10 romanzi editi da altri editori della Delos ho acquistato 0...e di romanzi ne acquisto parchhi al mese!
    Quando è uscita la rivista sono stata una delle prime ad abbonarmi ma ora sono molto in forse se rinnovare l'abbonamento.
    Signori cari ma vi rendete conto che stiamo vivendo tempi non facili? e che: i libri sono cari, gli e-book, in proporzione, sono carissimi!!!! e la rivista 4 numeri a 20,00 euro per me è una spesa esagerata,anche perchè molte notizie pubblicate sulla rivista le leggo in rete e, perdonatemi, i racconti mi interessano poco...preferisco un bel romanzo!
    Scusate il mio sfogo ma se è vero che il romance è il genere più venduto e che non conosce crisi allora non mi spiego certi insuccessi!
    Marina

    RispondiElimina
  9. Un grande applauso da parte mia a Franco Forte ed a tutta la squadra che elabora Romanzo Magazine. Come spagnola penso che il merito della rivista di fare conoscere e promuovere il genere romantico è molto imporante. Disgraziatamente, nel mio paese esiste solo una rivista tematica romantica e è in formato online. Magari qualche giorno esista una pubblicazione nei chioschi come il vostro RM, perché quello significherà che il romanzo femminile riceve il rispetto che merita.
    Relativamente ai racconti, credo che siano una buona maniera di avvicinare alle lettrici la maniera di scrivere di autrici alle quali non conoscono ancora. Di quello modo, possono azzardarsi a leggere i suoi romanzi. Per me è stato tutto un onore partecipare con un racconto al nº 5 di RM. Attraversare frontiere è una sfida; ottenerlo suppone una soddisfazione ed un trionfo. Posso dire solamente, grazie mile! per darmi l'opportunità di apparire nelle sue pagine.
    Vi auguro tutta la buona fortuna del mondo e che la rivista continui per molti anni.
    Tutto il mio affetto per Mariangela per i suoi 25 anni di successo letterario. Auguri, cara!
    Georgette, Francy, e tutte le amiche di LMBR, anche un bacio grande dalla Spagna.

    RispondiElimina
  10. Sono abbonata a RM dal n.0, e mi dispiace sentire che non “incontra”!
    Sono in parte d'accordo con il signor Forte, quando dice
    "Secondo me il 90% del mercato del romance in edicola appartiene a donne che delle sorti di questa letteratura in generale se ne fregano. A loro basta che ci sia il titolo nuovo della loro collana preferita in edicola e tutto finisce lì."
    Credo anch'io che a molte lettrici interessi poco sapere di più sul mondo del romance. Sono convintissima però che moltissime, se sapessero che esiste una rivista del genere sarebbero da incuriosite ad entusiaste di leggerne almeno un numero! Una bella pubblicità, un volantino inserito nei romanzi della Mondadori e/o negli Harlequin, con le modalità di acquisto per posta o per telefono attirerebbe sicuramente parecchie lettrici. Penso a me: se fossi una di quelle lettrici che non girano per il web sono sicura che approfitterei della possibilità di provare una rivista dedicata al romance!
    Quante saranno le lettrici che acquistano regolarmente romance in edicola? Se anche solo una piccolissima parte si affezionasse a Romance Magazine credo che per la rivista non ci sarebbero più problemi. Certo, se non sanno che esiste...

    RispondiElimina
  11. Se questa rivista doveva essere una sorpresa a Mariangela Camocardi forse non potevano mettere una copertina con la sua faccia che lei, in quanto caporedattore di RM, avrebbe sicuramente visto, se no che sorpresa sarebbe stata?
    Però la scelta della tipa scosciata in copertina che ammicca all'obiettivo, e non ha nemmeno in mano un libro , non c'azzecca proprio un bel niente e non è nemmeno di gran gusto. Pollice verso allo studio artistico! Mi piacerebbe proprio che qualcuno di RM mi spiegasse le ragioni di questa scelta. Anche per me se avessero messo in copertina un bel fustacchione avrebbe avuto molto più senso, si poteva sempre spacciare come eroe romantico ideale e avrebbe attirato maggiore attenzione delle gambe in primo piano! RM è una rivista a target femminile e ci metti la donna scosciata in copertina? Ummm...Spero che qualcuno mi dia una risposta in proposito,perchè sono proprio curiosa di scoprire l'arcano.

    Le risposte di Franco Forte alle domande di Vivienne mi sembrano piuttosto obiettive. Che ci piaccia o no il romance come genere è letto e stra letto in Italia però non è un genere 'di moda' come il fantasy o il paranormale per cui fa 'fino' leggerlo,parlarne, dire in giro che lo si legge e comprare riviste specializzate che ne parlano. Chi compra i romanzi rosa, al contrario, il più delle volte sotto sotto un po' se ne vergogna e nasconde i libri in borsa appena può .

    Sono curiosa di vedere gli esiti di questo numero monografico perchè a mio avviso i racconti possono essere un buon modo per attirare nuove lettrici. La maggior parte delle notizie che escono su RM non sono scoop ma informazioni che chiunque sappia muoversi sulla rete ( e conosca un po' di inglese nel caso della anteprime dei romanzi americani) può trovare.
    Anche per me le lettrici da attirare sono quelle che la rete non la frequentano, che non usano mai internet, neanche per la posta. Avere accesso a certe informazioni che nessuna altro tratta ( perchè non sia mai che una rivista femminile italiana parli di un romanzo spiccatamente 'rosa'...è così poco glamourous!) per questo genere di lettrici deve essere davvero entusiasmante. Io che leggo i blog dedicati a questo genere, come biblioteca romantica, che questi temi li trattano sempre, mi sento meno stimolata all'acquisto. L'idea dei racconti inediti da leggere mi incuriosisce invece molto. E come altre hanno osservato, bisogna fare una pubblicità mirata.
    In ogni caso spero che il futuro di RM sia più che roseo.
    Antonia

    RispondiElimina
  12. Concordo con Antonia@ su tutta la linea: le notizie le trovo su internet e come abbonata di RM, quando la ricevo sono già al corrente di quasi tutto... quasi, ho detto, eh? Apprezzo i racconti invece e trovo utile una rivista che mette in luce i talenti italiani. E la copertina? Dico, ragazze della redazione... ma che c'entra quella tipa scosciata?
    Chi ha avuto l'idea? Noi vogliamo un bel RAGAZZO, ok? Se non volevate mettere il bel viso sorridente di una delle autrici citate tra le pagine, ecco, era il caso di considerate il target dei lettori della vostra rivista.
    Dai, su! Non fate come quelli di Mondadori (che devo dire si stanno dando parecchio da fare per migliorarsi... bravo Biancolino!) di qualche copertina fa che mi faceva venire le lacrime agli occhi! In rete ci sono tante belle foto di maschioni tutti muscoli e ormoni... perdiana, almeno voi di RM, fateci sognare a 360°!!!

    RispondiElimina
  13. Sono d'accordo con chi dice che il numero di abbonamenti potrebbe aumentare sbarcando in edicola, perchè non tutti navigano online, possono acquistare online, o addirittura conoscono la RM.
    Perciò se fossi uno dei direttori, io tenterei con l'edicola, potrebbe allargare il ventaglio delle lettrici non solo della rivista ma anche di Romance in generale.
    E se arrivasse nella mia edicola, io la comprerei subito!!!
    Juliet

    RispondiElimina
  14. Alcune considerazioni.
    1) Stiamo parlando di una rivista bimestrale e quindi è difficile pensare che RM sia uno strumento di aggiornamento continuo sulle uscite...
    2) Leggo con una certa perplessità la posizione di Franco Forte sul fatto che i primi numeri sono usciti in perdita. Cavolo...7 euro... per una rivista non distribuita in edicole???? Che costi potrà mai avere una rivista che stampa un numero preciso o un po' in eccesso di copie a seconda degli abbonati o degli acquirenti su internet?
    3) Il prezzo è aumentato di colpo e di ben 2 euro senza che ci fosse una chiara notizia all'interno (per mia esperienza, ogni rivista che ha ritoccato i prezzi ha sempre informato i lettori). Inoltre ho notato l'aumentare degkli errori di stampa nelle ultime uscite...
    4) Franco Forte dice che molte donne se ne fregano del mondo che sta dietro al romanzo rosa e preferiscono soltanto leggere le ultime uscite. E' un'affermazione molto forte e, purtroppo, un po' infelice. tanti non hanno internet e si barcamenano come possono affidandosi all'edicolante, che nella maggior parte dei casi non distingue i romanzi Mondadori dagli Harlequin.
    5) Anche secondo me la copertina non è in linea con l'argomento e sarebbe stato più professionale continuare con le autrici.

    Spero comunque che arrivi in edicola perchè sarebbe più semplice per tutti.

    Stella

    RispondiElimina
  15. Qualche osservazione...
    1) Questa copertina non c'entra nulla con un giornale "femminile", anzi risulta quasi offensiva.
    2) Mille abbonati basandosi solo sul passaparola via internet sono una cifra astronomica. Io sono abbonata dal primo numero e rinnoverò ora, ma se non avessi visto per PURO CASO l'annuncio su un forum, non sarei MAI venuta a conoscenza della sua esistenza. Fra l'altro, qualche libro della Delos li ho comprati nel 2011 e la pubblicità non l'ho mai vista! Erano libri Urban Fantasy, quindi la pubblicità della rivista era appropriata.
    3) Pur navigando in internet, ma non in modo "ossessivo", trovo interessanti le recensioni, le anticipazioni, diversi speciali; invece tralascio i racconti (prima o poi li leggerò, promesso!) e quindi questo numero quasi monografico mi fa storcere il naso...
    A parte questo, viva la RM! Spero che continui a uscire per anni...
    Patty1971

    RispondiElimina
  16. Secondo me, se si vuole far arrivare la rivista anche a quelle lettrici che non usano internet, si dovrebbe dare la possibilità di abbonarsi anche via posta e non solo via web, un po' come per gli abbonamenti de "I romanzi" della Mondadori. Non sarebbe possibile inserire un tagliando in fondo ai romance che escono in edicola? Ovviamente con la collaborazione delle case editrici.

    RispondiElimina
  17. Sono d'accordo, la possibilità di abbonarsi via posta o chiamando un numero renderebbe molto più accessibile la rivista, specie se, come dice Laura, si inserisse un trafiletto di informazione nei romanzi d'edicola... In fondo, nella rivista si parla sovente dei libri che escono in edicol; magari trovare un accordo con gli editori è più semplice di quanto s'immagini...

    Per il resto... si è già discusso tanto... se si arriva in edicola, la richiesta aumenta, il prezzo scende e via in cascata... Io nel mio piccolo mi abbono e regalo abbonamenti, ne parlo... Evidentemente non basta...

    RispondiElimina
  18. Voglio ringraziare di nuovo Viviana e il Direttore Franco Forte per avermi dedicato tempo e spazio sulla RM in occasione di questo mio anniversario con la narrativa. Un grazie anche a coloro che hanno espresso nei commenti il proprio apprezzamento per me. Voglio solo doverosamente aggiungere che un professionista in gamba qual è il nostro Direttore si sarebbe astenuto dal ritoccare il prezzo di copertina, se i costi che una rivista come Romance Magazine comporta fossero coperti da un incremento degli abbonamenti, o da inserti pubblicitari, o dal consistente lievitare delle copie vendute. Lui sta facendo del suo meglio per fare andare avanti RM, che è il risultato di una iniziativa voluta fortissimamente proprio da Franco Forte, non dimentichiamolo, e supportato da chi ne fa parte. La redazione si prodiga al massimo e credo ve ne siate accorte tutte che la qualità dei servizi è cresciuta. Perseguiamo con impegno l'obiettivo di farla arrivare all'edicola, e impegno significa attingere a ogni nostra risorsa per rendere ciò possibile. E non è affatto vero che se ne parla solo in prossimità della scadenza bimestrale. Personalmente ne ho parlato in ambiti culturali importanti come il Womens Fiction Festival, e chiunque collabora con noi la promuove in continuazione sui blog, facebook, pubblicazioni Delos eccetera. Ci vorrebbe una maggiore cooperazione da parte di tutti, un tam-tam più efficace fatto da chi, apprezzandone la lettura, vuole farla decollare quanto noi addetti ai lavori. Ma soprattutto siamo aperti a ogni suggerimento validi, anzichè sottolineare ciò che non piace. Le autrici offrono i loro racconti senza alcun compenso, pur di contribuire a rendere più bella e interessante RM, teniamone conto. Sosteneci come volete e potete perchè dietro ogni singolo numero che avete sotto gli occhi c'è tanta passione. Sapere che fate il tifo per noi e pwr Romance Magazine ci rende orgogliose come neppure immaginate. Un cordiale saluto.
    Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  19. Sono abbonata anch'io dal n.°0 di RM e ne sono felicissima, rinnoverò sicuramente l'abbonamento. La rivista mi piace xché ben fatta e nn pretenziosa e xché soddisfa le mie curiosità su uno dei miei generi letterari preferiti, direi che è proprio la sua specificità ad attrarmi. Per il resto sono un po' perplessa; da una parte è vero che nn gode di pubblicità mirata (potrebbe rivelarsi utile quella sui romance pubblicati in edicola e, magari, si potrebbe anche studiare una campagna pubblicitaria presso le librerie o altri punti vendita di libri, costi permettendo), in effetti io ne sono venuta a conoscenza sul web, al di fuori nessuno ne parla. D'altra parte, però, mi risulta un po' difficile credere che ci sia qualcuno che ha la passione della lettura (anche solo di romance) e nn usa la rete, in un paese dove ci sono, stando a quello che dicono le statistiche, due cellulari a testa (io ne ho uno eh, si vede che qualcuno ne ha tre) i quali cellulari, sempre stando ai volumi di vendita del comparto elettronica, vanno via come il pane; allora, tutta qs passione x l'elettronica è solo x l'ultimo modello di cellulare o l'ipad? Oltretutto 'sti cosi servono anche x navigare in rete, ma che siti frequenta allora tutta 'sta benedetta gente? C'è qcs che nn mi quadra.

    RispondiElimina
  20. Mi son dimenticata, nn vorrei sembrare pedante, ma la copertina "che c'azzecca?". Oltre dieci anni fa ho smesso di comprare Panorama, dopo una frequentazione settimanale che durava dalla mia infanzia, dato che si trattava del settimanale più letto in famiglia, proprio xché "usava" le figure femminili in copertina, più o meno discinte, per illustrare qualsiasi argomento.

    RispondiElimina
  21. Grazie Mariangela per questo tuo intervento! Immagino che far approdare una rivista in edicola, ma soprattutto farcela rimanere, sia tutt'altro che facile e noi romance fans italiane apprezziamo sicuramente l'impegno tuo, di Franco e di tutte le redattrici di RM. Ringrazio anche tutte le lettrici per i commenti a questo post, anche quelli di critica, e mi auguro che ce ne saranno altri anche di suggerimento per migliorare la rivista.
    A me, ad esempio, quest'idea del numero monografico di racconti piace molto!
    Però...Queen, tu almeno ce lo potevi dire perchè hanno scelto di mettere proprio quella copertina questo bimestre! Io, per equità, la prossima volta suggerisco di mettere questa:http://29.media.tumblr.com/tumblr_l8acvhDaFW1qboe60o1_500.jpg

    :0)

    Francy

    RispondiElimina
  22. Io, della rivista, apprezzo tutto. Ma proprio tutto!
    Sono una delle prime abbonate, avendo scoperto la pubblicazione frequentando il Forum della WMI. E non me ne pento! Ho già pagato il rinnovo ai prossimi quattro numeri.
    Leggo vari blog, tra cui questo, intervengo su uno di essi, eppure trovo questa rivista interessante e utile.
    Non tralascio neppure i racconti, perché sono alla ricerca di nuove letture e nuovi autori e trovo l'iniziativa non solo appropriata, ma addirittura dovuta. Dobbiamo ampliare la rosa delle Rose Nostre (scusate il gioco di parole).
    Altri suggerimenti, oltre a quello di fare pubblicità sulle uscite edicola di RM e Harlequin, non saprei darne. Forse coinvolgere anche altre case editrici che pubblicano Romance?
    Per quanto riguarda la copertina a me non disturba, appena vista l'ho associata ai 25 anni di carriera della nostra Queen, per la giovinezza e la bellezza dell'immagine. Se mi sbaglio non importa, io l'ho pensata così.
    Un unico appunto: me la volete spedire prima che ancora non è arrivataaaaa??!!!
    Un brava a Georgette per la splendida intervista. Ma d'altronde questo blog ci regala sempre dei post veramente completi e interessanti.
    Lucia

    RispondiElimina
  23. Buongiorno a tutti! Sono abbonata dal numero 0 e con molto piacere ho rinnovato l'abbonamento per un altro anno. Ho appena ricevuto il numero 5 e sento di dover fare alcune considerazioni.
    Apprezzo fin dal primo numero i racconti, e sono una di quelle che in passato hanno chiesto a gran voce di non eliminarli o ridurli. In questo caso, al contrario, mi sembra che siano troppi e che il tutto vada a scapito degli speciali, snaturando il senso della rivista.
    Ultima considerazione, la copertina. In tutta sincerità, nonostante la foto sia bellissima e la ragazza ritratta ispiri freschezza e simpatia...temo che non abbia molta attinenza con il magazine. Soprattutto la foto di introduzione ai racconti (pag. 18-19). Posso dire in tutta onestà che avrei preferito la brava e generosa Mariangela Camocardi in copertina?
    Mi auguro che le mie considerazioni siano accolte per quelle che sono, un affettuoso consiglio per la mia rivista preferita.
    Dorothea

    RispondiElimina
  24. Ciao a tutte, sono Franco Forte, direttore della RM.

    Rispondo un po’ in ordine sparso alle considerazioni fatte su questo blog.

    Prima di tutto la copertina: l’omaccione tutto muscoli e a petto nudo a me francamente parrebbe ridicolo, di pessimo gusto e MORTIFICANTE sia per il genere letterario del romance sia per i lettori della rivista. Sarebbe l’equivalente dei giornali che (proprio come il Panorama citato) per attirare il pubblico maschile mettono ragazze seminude in copertina. A me di mettere fustaccioni seminudi per attirare lettrici (ma che lettrici sarebbero?) non interessa.

    La foto scelta era, banalmente, per raffigurare il numero antologico: una ragazza allegra, simpatica, seduta in poltrona, che potrebbe essere una delle nostre lettrici che non si vergognano di leggere romance, e che non devono per forza essere (come certo pregiudizio maschile pensa), delle bruttarelle che leggono rosa solo per sognare uomini che nella vita non potrebbero mai avere. E’ questo assurdo pregiudizio, radicatissimo nel mondo maschile, che io combatto.

    E poi la ragazza rappresenta anche le tante protagoniste dei racconti, tutte donne, con le loro anime e personalità, che la posa della ragazza in copertina vuole riassumere: scanzonate ma anche sexy, allegre ma anche intelligenti… e così via.

    Questo l’intento che mi ha portato a scegliere quella copertina. Se poi non piace va bene, ho capito che gli addominali da palestrato piacciono di più dei significati, pazienza.

    Per ciò che riguarda invece i consigli su mettere volantini nei libri, ecc, purtroppo si tratta di idee più facili da scriversi che da farsi. Nei romanzi Mondadori o negli Harmony entrano solo pubblicità delle pubblicazioni degli editori di riferimento, e con un controllo scrupoloso, figurarsi se accetterebbero il “volantino” di una rivista. E se mai qualcuno dovesse accettare (magari una rivista, chessò, “Donna moderna” o “Confidenze”), per recuperare la spesa (ma avete idea di quanto costa la pubblicità su un giornale?) dovremmo vendere 20.000 copie della RM per quattro o cinque numeri di fila, quando invece non arriviamo nemmeno a 1000.

    Noi promuoviamo la rivista in ogni ambito in cui ci è possibile farlo, e nei libri Delos Books non possiamo mettere pubblicità perché semplicemente nei romanzi da libreria non se ne mette, di nessun tipo, visto che non sono riviste e gli acquirenti non tollerano pubblicità nei libri, a meno che non siano riferite a pubblicazioni della stessa collana, o libri dello stesso autore. Pubblicizzare una rivista non avrebbe alcun senso, e irriterebbe gli acquirenti dei nostri libri. Infatti, fateci caso, non lo fa nessuno (per i libri che vanno in libreria, come quelli Delos, che NON vanno in edicola).

    Come vedete, tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.

    Io non so che fine farà la RM, ma confesso di essere piuttosto scoraggiato, anche per il tono dei commenti che leggo qui. Mi dispiace dirlo, ma per vendere al pubblico femminile pare che non bastino l’intelligenza e l’approfondimento, occorrono gli addominali dei palestrati e il gossip delle riviste femminili, che infatti vendono decine di migliaia di copie senza alcun problema.

    A me questo non interessa. Io NON VOGLIO diventare un editore di gossip, e quindi la RM non cambierà identità solo per raggiungere le edicole, mi dispiace. Questo anche a costo di chiuderla per mancanza di lettrici.

    Grazie comunque a tutte.
    Ciao

    RispondiElimina
  25. Caro Franco, immagino tu ti riferisca alla mia scherzosa 'copertina ideale' quando dici che l'ipotesi di mettere in prima pagina "l’omaccione tutto muscoli e a petto nudo a me francamente parrebbe ridicolo, di pessimo gusto e MORTIFICANTE sia per il genere letterario del romance sia per i lettori della rivista".

    A parte il fatto che il bel Manganiello a petto nudo non è, NON E' nemmeno un omaccione, ma un fior fiore di maschio ( tu forse non avrai captato la differenza, ma io e a quanto pare molte altre lettrici sicuramente sì), non vedo come la sua foto possa essere definita più 'volgare' di quella che hai scelto tu ( pur con le migliori intenzioni del mondo) che mostra una ragazza carina ma in una posa che non è certo da Lady .

    Se fossi nella Camocardi preferirei di gran lunga essere immortalata sotto il bel bicipite di Manganiello che sotto il sedere (lasciamo alla fantasia dei più se scoperto pure quello o no)della ragazza in questione.

    LA foto del fustacchione era solo un modo, ribadisco,per dire che, scelta astrusa che per astrusa, da donna preferisco avere in copertina l'eroe piuttosto che la pseudo lettrice romance che in quella posa sembra tale solo nelle tue intenzioni. Forse da uomo ti piace di più vedere in copertina una bella ragazza che un bell'uomo, lo capisco, ma da donna, se permetti non condivido.

    Guarda che quando noi romance fans critichiamo le copertine che molti editori ci propinano, le critichiamo perchè sono brutte e il più delle volte, quelle sì, volgari nelle pose, non perchè non cipiace vedere un bell'eroe in copertina.

    Prendo atto della tua linea editoriale, naturalmente, ma da lettrice romance, che conosce questo genere, lo pratica assiduamente e lo ama, dico che se uscisse in edicola RM5 con le due copertine ( a scelta dell'acquirente), sarebbe decisamente quella con Mr Manganiello che mi porterei a casa, così da veder appagata la vista ancor prima della mente .
    Quanto a quella con la foto scelta da te...non ho dubbi che più di un uomo vi metterebbe mano, ma non certo perchè interessato al romance!




    FRANCY

    RispondiElimina
  26. Caro Direttore,
    sono un’abbonata a RM e sono sorpresa della sua replica. Per quale motivo un uomo in canottiera o a petto nudo su una copertina dovrebbe essere “ridicolo, di pessimo gusto e MORTIFICANTE”? Forse lei non ha mai letto un romance? Lo sa che sono “affollati” proprio di eroi a torso nudo e muscolosi? Ma non hanno mai mortificato la mia intelligenza. Sono “i nostri eroi” se permette. Ingranaggio essenziale su cui muove il Romance.

    Trovo significativo che lei usi la parola “lettori” (… sia per il genere letterario del romance sia per i lettori della rivista). Sono così tanti i suoi lettori maschi da giustificare una donna con le cosce al vento in copertina?

    Altra sua considerazione: “una ragazza allegra, simpatica, seduta in poltrona, che potrebbe essere una delle nostre lettrici che non si vergognano di leggere romance”.
    Secondo lei la ragazza della copertina è seduta? Direi piuttosto che è “accosciata” sulla poltrona e ha dimenticato di indossare la gonna.
    E mi permetta una domanda: perché la ragazza in copertina può rappresentare “... anche le tante protagoniste dei romanzi” e un bel ragazzo sulla copertina invece getta noi lettrici nella cerchia delle stupidine superficialotte? Perché è questo quello che leggo tra le righe:

    “E poi la ragazza rappresenta anche le tante protagoniste dei racconti, tutte donne, con le loro anime e personalità, che la posa della ragazza in copertina vuole riassumere: scanzonate ma anche sexy, allegre ma anche intelligenti… e così via. Questo l’intento che mi ha portato a scegliere quella copertina. Se poi non piace va bene, ho capito che gli addominali da palestrato piacciono di più dei significati, pazienza.”

    Mi permetta: IO sono stufa di vedere esibito il corpo femminile (sono donna, non sono una cessa e mi reputo intelligente anche se leggo romance con tipi palestrati da anni) su cartelloni pubblicitari, riviste, prodotti farmaceutici e cosmetici. Ne ho la NAUSEA. E per vendere al pubblico femminile ci vuole un pizzico di tutto, anche di muscoli e un bel sorriso. E’ marketing, Direttore. Marketing.

    Cito: “La foto scelta era, banalmente, per raffigurare il numero antologico”. Banalmente? Avverbio infelice. Lei dovrebbe sapere meglio di me che gli avverbi sono pessimi compagni di uno scrittore e quel “banalmente” instilla il dubbio che lei abbia fatto una scelta con leggerezza, senza riflettere sul target di lettrici a cui RM si rivolge.

    Forse avrà scritto sull’onda dell’emozione. La capisco.

    Ma tra le righe io non ho letto né critiche senza appello, né fastidiose recriminazioni di abbonate deluse. Nessuna di noi la vuole relegare al ruolo di “editore di gossip” né vuole stravolgere l’identità di RM. Perché RM è una rivista per donne che amano il Romance, no? Per il pubblico femminile, no? A cui piacciono gli eroi romantici e palestrati, no?

    Ho letto solo note positive e di incoraggiamento a lei e a tutte le sue collaboratrici, che lavorano sodo e lo fanno a titolo gratuito. Non si offenda se ci ribelliamo all’ennesima donzella carina ma scosciata. La preferivamo seduta con le gambe coperte, sorridente e, perché no?, con tra le mani magari “Il Talismano della Dea”, per celebrare la nostra Queen.

    Io “banalmente” avrei riflettuto sul fatto che noi lettrici DONNE non abbiamo bisogno di sentirci sexy, allegre e intelligenti attraverso la mediazione di cosce scoperte (e femminili). E neppure mi sarei sentita vittima del gossip solo per una canotta bianca e due bicipiti in mostra.

    A me piace guardare il corpo maschile e non sono una voyeuse o un’assatanata. E se lei dai nostri post ha capito“…che gli addominali da palestrato piacciono di più dei significati, pazienza.”, mi spiace ma non ha recepito affatto il messaggio che noi lettrici volevamo far passare attraverso i commenti.

    Del resto, lei è un uomo.

    Come mio cognato che, gettando uno sguardo alla copertina del numero galeotto ha commentato: «Bella gnokka, che giornale è?»

    Bene, IO preferivo uno…GNOKKO.

    Grazie anche a lei, Direttore.

    Stefania

    RispondiElimina
  27. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  28. Ecco qua, la presente querelle è la prova provata che il vecchio adagio ha ragione: "Di buone intenzioni sono lastricate le strade dell'inferno". Accidenti che ginepraio!
    Gentile Direttore Forte,
    la prego di mettersi, per un attimo, nei ns panni (che indossiamo sempre in qualsiasi situazione pubblica);
    scusi, ma xché un uomo muscoloso in copertina (vestito, nn a petto nudo e ripreso a mezzo busto) dovrebbe essere ridicolo, di pessimo gusto e mortificante, mentre una ragazza sprovvista di gonna (sul resto nn voglio nemmeno indagare) e in una posa quantomeno equivoca dovrebbe risultare, secondo le sue parole:
    "una ragazza allegra, simpatica, seduta in poltrona, che potrebbe essere una delle nostre lettrici"
    A me hanno insegnato che si sta sedute in altro modo e, soprattutto, ci si veste prima (per inciso, se mia madre, che il Signore l'abbia in gloria, m'avesse beccata a farmi fotografare in una posa simile, con lo scopo, Dio nn volesse, di vedere pubblicata tale foto, m'avrebbe mollato, tanto x cominciare, un bello schiaffo in piena faccia, poi se ne sarebbe potuto parlare, eventualmente. Giuro, nn ho 3000 anni, sono nata poco prima del sovversivo '68).
    Se la stessa ragazza avesse indossato qualcosa, anche un minigonna, e fosse stata compostamente seduta (con lo stesso sorriso scanzonato e sexy) l'immagine sarebbe stata ben diversa e ben diverso sarebbe stato l'impatto sul pubblico della sua rivista che, ricordo, è pensata x un pubblico femminile e ad esso diretta.
    Inoltre, lei afferma:
    "ho capito che gli addominali da palestrato piacciono di più dei significati, pazienza."
    Dove sarebbe il significato profondo di un paio di cosce al vento?
    Leggo anche tra le sue affermazioni:
    "Mi dispiace dirlo, ma per vendere al pubblico femminile pare che non bastino l’intelligenza e l’approfondimento, occorrono gli addominali dei palestrati e il gossip delle riviste femminili,"
    Vogliamo parlare delle riviste dirette al pubblico maschile (auto, moto, attualità e costume, niente di trascendentale) che, invariabilmente, sbandierano in copertina, assieme al bolide di turno, la Giovannona coscialunga della situazione? Dove si ravvisano, qui, intelligenza e approfondimento?

    Per quanto riguarda invece opinioni, considerazioni e consigli sui veicoli pubblicitari più appropriati, riconosco che possano peccare di ingenuità, dovuta alla ns inesperienza e mancata conoscenza del mondo editoriale; nessuna di noi intendeva mettere in dubbio la professionalità sua e della sua redazione.
    Cordiali saluti e grazie x l'attenzione.

    RispondiElimina
  29. Caro Direttore,
    sono un’abbonata a RM e sono sorpresa della sua replica. Per quale motivo un uomo in canottiera o a petto nudo su una copertina dovrebbe essere “ridicolo, di pessimo gusto e MORTIFICANTE”? Forse lei non ha mai letto un romance? Lo sa che sono “affollati” proprio di eroi a torso nudo e muscolosi? Ma non hanno mai mortificato la mia intelligenza. Sono “i nostri eroi” se permette. Ingranaggio essenziale su cui muove il Romance.

    Trovo significativo che lei usi la parola “lettori” (… sia per il genere letterario del romance sia per i lettori della rivista). Sono così tanti i suoi lettori maschi da giustificare una donna con le cosce al vento in copertina?

    Altra sua considerazione: “una ragazza allegra, simpatica, seduta in poltrona, che potrebbe essere una delle nostre lettrici che non si vergognano di leggere romance”.
    Secondo lei la ragazza della copertina è seduta? Direi piuttosto che è “accosciata” sulla poltrona e ha dimenticato di indossare la gonna.
    E mi permetta una domanda: perché la ragazza in copertina può rappresentare “... anche le tante protagoniste dei romanzi” e un bel ragazzo sulla copertina invece getta noi lettrici nella cerchia delle stupidine superficialotte? Perché è questo quello che leggo tra le righe:

    “E poi la ragazza rappresenta anche le tante protagoniste dei racconti, tutte donne, con le loro anime e personalità, che la posa della ragazza in copertina vuole riassumere: scanzonate ma anche sexy, allegre ma anche intelligenti… e così via. Questo l’intento che mi ha portato a scegliere quella copertina. Se poi non piace va bene, ho capito che gli addominali da palestrato piacciono di più dei significati, pazienza.”

    Mi permetta: IO sono stufa di vedere esibito il corpo femminile (sono donna, non sono una cessa e mi reputo intelligente anche se leggo romance con tipi palestrati da anni) su cartelloni pubblicitari, riviste, prodotti farmaceutici e cosmetici. Ne ho la NAUSEA. E per vendere al pubblico femminile ci vuole un pizzico di tutto, anche di muscoli e un bel sorriso. E’ marketing, Direttore. Marketing.

    Cito: “La foto scelta era, banalmente, per raffigurare il numero antologico”. Banalmente? Avverbio infelice. Lei dovrebbe sapere meglio di me che gli avverbi sono pessimi compagni di uno scrittore e quel “banalmente” instilla il dubbio che lei abbia fatto una scelta con leggerezza, senza riflettere sul target di lettrici a cui RM si rivolge.

    Forse avrà scritto sull’onda dell’emozione. La capisco.

    Ma tra le righe io non ho letto né critiche senza appello, né fastidiose recriminazioni di abbonate deluse. Nessuna di noi la vuole relegare al ruolo di “editore di gossip” né vuole stravolgere l’identità di RM. Perché RM è una rivista per donne che amano il Romance, no? Per il pubblico femminile, no? A cui piacciono gli eroi romantici e palestrati, no?

    Ho letto solo note positive e di incoraggiamento a lei e a tutte le sue collaboratrici, che lavorano sodo e lo fanno a titolo gratuito. Non si offenda se ci ribelliamo all’ennesima donzella carina ma scosciata. La preferivamo seduta con le gambe coperte, sorridente e perché no? Tra le mani magari “Il Talismano della Dea”, per celebrare la nostra Queen.

    Io “banalmente” avrei riflettuto sul fatto che noi lettrici DONNE non abbiamo bisogno di sentirci sexy, allegre e intelligenti attraverso la mediazione di cosce scoperte (e femminili). E neppure mi sarei sentita vittima del gossip solo per una canotta bianca e due bicipiti in mostra.

    A me piace guardare il corpo maschile e non sono una voyeuse o un’assatanata. E se lei dai nostri post ha capito“…che gli addominali da palestrato piacciono di più dei significati, pazienza.”, mi spiace ma non ha recepito affatto il messaggio che noi lettrici volevamo far passare attraverso i commenti.

    Del resto, lei è un uomo.

    Come mio cognato che, gettando uno sguardo alla copertina del numero galeotto ha commentato: «Bella gnokka, che giornale è?»

    Bene, IO preferivo uno…GNOKKO.

    Grazie anche a lei, Direttore.

    Stefania

    RispondiElimina
  30. Sono un'abbonata della prima ora, e rinnoverò l'abbonamento.

    Penso che la copertina sia bella e simpatica, di certo non offensiva e sicuramente non volgare. Apprezzo anche le autrici in copertina ma, non me ne voglia nessuno, di tutte quelle uscite la più bella era quella con Kathleen MacGregor perchè... il suo sorriso giovanile è più accattivante di quello della Balogh o della Putney che pure sono autrici di fama mondiale (anche se solo perchè i pirati della MacGregor non sono tradotti negli USA).

    Saranno anche copertine sobrie e di classe però... l'estetica è l'estetica, non c'entra nulla con il contenuto, è soggettiva, e soprattuto non se ne esce!

    Trovo molto più interesasnti alcuni spunti riguardo i contenuti... è un peccato che la discussione si esaurisca sulal copertina.

    Elena

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!