RITRATTO DI DONNA IN CREMISI di Simona Ahrnstedt (Sperling & Kupfer)

Spesso ci lamentiamo che la narrativa femminile in Italia e in particolare quella romance  è colonizzata dalle anglosassoni. Ecco un romanzo che da questo punto di vista è una vera novità, presentato dall'editore Sperling & Kupfer come la prima grande storia romantica che arriva dalla Scandinavia.
A quanto pare la gara fra gli editori italiani per assicurarsi i suoi diritti  è stata piuttosto accesa ( dopo Stieg Larsson tutto quello che svedese piace)  perciò mi aspetto che si tratti di una storia che lascia il segno. Soprattutto trovo più che  intrigante l'ambientazione svedese di fine Ottocento...

Autrice: Simona Ahrnstedt
Titolo originale:Överenskommelser
EDIZIONE ITALIANA: ed. Sperling e Kupfer, settembre 2011, pp.448 - €19.90
E-book: Sì.In vedita qui (€9.99)


LA STORIA

Stoccolma, 1880. È una sera di dicembre e la città è come incantata sotto una coltre di neve bianchissima. Nel foyer luccicante del Teatro dell'Opera, gremito di dame in abiti eleganti e gentiluomini dell'alta società, tra il profumo delle ciprie e l'aroma dei sigari, un uomo e una donna si incontrano. Lei è Beatrice Löwenström, dai meravigliosi capelli rosso fuoco e il viso spruzzato di lentiggini, una ragazza volitiva e ribelle che mal sopporta le rigide convenzioni borghesi degli zii con cui vive. Lui è Seth Hammerstaal, lo scapolo più discusso della città, con un debole per le belle donne e per le regole da infrangere. Un incontro fuggevole, eppure destinato a cambiare per sempre due vite. Perché quella sera nasce la più travolgente passione che la fredda Stoccolma abbia conosciuto: da allora le strade di Seth e Beatrice si incrociano più volte, per caso, nelle mille occasioni mondane dei salotti buoni della città. Seth è incantato dall'intelligenza di Beatrice, una donna che non assomiglia a nessun'altra, e Beatrice spaventata e insieme sedotta da quest'uomo affascinante e inaffidabile, che non ha mai vissuto secondo gli schemi. Lungo le vie scivolose per la brina, dinanzi alla baia ghiacciata scintillante di luci, tra convegni notturni e passeggiate in carrozza, si consuma così un amore segreto, e per questo ancor più bruciante. Ma su Beatrice sono già stati fatti progetti e conclusi accordi che non includono né la libertà, né la felicità e tantomeno Seth...
Traboccante di passione, con il passo ammaliante di un classico, Ritratto di donna in cremisi è un'indimenticabile storia d'amore. Emozionante come Via col vento, provocatorio come L'età dell'innocenza, universale come Orgoglio e pregiudizio.
  • Se vi interessa questo libro lo potete acquistare scontato QUI

 L'AUTRICE


SIMONA AHRNSTEDT è nata a Stoccolma nel 1967. Laureata in psicologia, lavora come terapista. Collabora con diverse riviste scrivendo articoli sulle relazioni tra uomini e donne. Ritratto di donna in cremisi è il suo primo romanzo, che ha ottenuto un enorme successo di pubblico e di critica in Svezia. Vive poco fuori Stoccolma con il marito e i figli e sta ultimando la stesura del suo secondo romanzo.

VISITA IL SUO SITO:



L'esperienza di questa autrice svedese, prima nel suo paese a portare al successo un romance, mi sembra estremamente interessante da seguire, perchè in Italia la situazione non è molto diversa e ci sono aspiranti autrici che potrebbero rivedersi in lei. Trovare informazioni in rete su Simona Ahrnstedt, però, non è facile, soprattutto perchè quello che si trova è quasi  tutto in svedese. Ho allora deciso di accorpare e tradurre  il materiale che ho trovato e che riguarda due interviste che lei ha rilasciato al blog Kim Talks Books(in inglese) e alla scrittrice  Sofie Sorenbrannt (in svedese) , facendone un'unica intervista in cui Simona parla di sè e del suo libro.


INTERVISTA A SIMONA AHRNSTEDT

Kim Talks Books: Quanto ci hai messo a scivere  RITRATTO DI DONNA IN CREMISI (Överenskommelser) ?
Simona Ahrnstedt: Ho iniziato nel gennaio del 2007 e l'ho terminato nel maggio del 2008. Poi ho rivisto e corretto il manoscritto almeno due volte.
Sofie Sorenbrannt: Prima di essere pubblicata sei stata rifiutata?
Simona Ahrnstedt: Sì, da tutti i maggiori e medi editori. Dopo il mio primo rifiuto mi sono sentita così infantilmente offesa dall'uomo che mi aveva rifiutata da includerlo nel mio libro come il figlio della tenutaria di un bordello. Ma durante la correzione della prima stesura l'ho tolto. Sono molto matura e profoda, davvero.
Sofie Sorenbrannt: Come sei arrivata a firmare il contratto?
Simona Ahrnstedt: E' stato un lungo processo punteggiato da incidenti umilianti di cui io sono stata la causa. Mi è capitato di spedire una mail furisoa a quella che sarebbe diventata la mia editrice in cui vomitavo bile sulla pubblicazione e me ne sono vergognata. Ma lei è stata magnanima e alla fine il contratto è andato in porto.
Sofie Sorenbrannt: Perché dovrei leggere un romance storico?
Simona Ahrnstedt: Ho scritto un tipo di libro che mi piace leggere e ci sono già stati  libri di questo genere in Svezia. Devi leggerlo se ti piace leggere  di  sfarzo, lusso e amore appassionato.
Sofie Sorenbrannt: Com'è stato scrivere le scene di sesso?
Simona Ahrnstedt: Difficilissimo! E' stato davvero molto difficile trovare le parole giuste. Io ci metto una settimana a scrivere quello che la gente magari salterà per imbarazzo o leggerà in trenta secondi!
Sofie Sorenbrannt: Tuo marito l'ha letto?

Simona Ahrnstedt: Mio marito sostiene di averne lette trenta pagine ma di questo non ho ancora nessuna prova. 
Kim Talks Books: Cosa ti ha ispirato la storia di  Seth e Beatrice? I loro personaggi derivano da persone veramente esistite?
Simona Ahrnstedt: Mi sono ispirata a vari romanzi  di genere romance che ho letto. Seth and Beatrice sono completamente inventati anche se alcune loro caratteristiche sono state prese a prestito da personaggi dell'epoca che ho scoperto durante le mie ricerche.
Sofie Sorenbrannt: Sei una scrittrice a tempo pieno?
Simona Ahrnstedt: No, lavoro anche come psicologa!
Sofie Sorenbrannt: Come ti senti sapendo che i tuoi pazienti leggono il tuo libro?
Simona Ahrnstedt:  Penso sempre che è difficile combinare il ruolo di terapista con quello di autrice, visto che una parte importante del mio lavoro si basa sul fatto che loro non sanno molto di me. Ma sento che ci posso convivere.
Kim Talks Books: Come descriveresti la tua routine di scrittrice? Scrivi tutti i giorni? Per quanto tempo?
Il Teatro dell'Opera di Stoccolma
Simona Ahrnstedt: Scrivo appena ho un minuto libero. La prima cosa che faccio alla mattina è accendere il mio computer e scrivere un po'. E' anche l'ultima cosa che faccio la sera prima di andare a letto. Posso scrivere ovunque, per dieci minuti o diverse ore al giorno, dipende dal mio carico di lavoro.
Kim Talks Books:  Hai avuto qualche genere di sostegno da parte di altre scrittrici mentre lavoravi a  RITRATTO DI DONNA IN CREMISI ?
Simona Ahrnstedt: No, perchè non conoscevo nessun' altra autrice quando ho iniziato a scrivere il romanzo, a stento avevo incontrato qualche scrittore. Mentre stavo lavorando alla stesura, però, ho conosciuto una 'writing coach'(insegnante di scrittura creativa) che mi è stata molto d'aiuto .
Kim Talks Books: RITRATTO DI DONNA IN CREMISI è già stato tradotto in molte lingue. Si sta preparando anche una traduzione in inglese?
Simona AhrnstedtSfortunatamente  no, o almeno, non ancora.
Kim Talks Books: Quali sono i libri che porteresti con te su un'isola deserta?
Simona AhrnstedtPorterei un quaderno d'appunti! Non rileggo quasi mai i libri. Se mi trovassi sbattuta su un'isola deserta molto probabilmente preferirei avere con me una guida di sopravvivenza...
Kim Talks Books: Hai iniziato a lavorare a un nuovo romanzo? E se è così , si tratta di qualcosa simile a RITRATTO DI DONNA IN CREMISI?
Simona AhrnstedtSì, anche quello che sto scrivendo è  un romanzo storico.
Kim Talks Books: Tu sei la prima scrittrice romance svedese. Perchè pensi ci sia voluto tutto questo tempo perchè un'autrice svedese si dedicasse al genere romantico?
Simona AhrnstedtQui in Svezia la gente guarda dall'alto al basso questo tipo di romanzi. Penso che  sia perchè abbiamo lavorato così duramente per ottenere la parità. Per loro 'romance' ha un suono negativo.
Sofie Sorenbrannt: Quali sono le tue aspettative per il futuro?
Simona AhrnstedtEssere più grande di Camilla Läckberg e diventare un'autrice di successo che tutti conoscono. E voglio concludere la mia trilogia storica.
Kim Talks Books: Se RITRATTO DI DONNA IN CREMISI fosse un film , chi vorresti nei ruoli di Seth e Beatrice e perchè?
Simona AhrnstedtHa-ha! Sinceramente non so, davvero. Mi sono sempre immaginata che Seth assomigliasse a Clive Owen . Ma Beatrice...non so chi potrebbe fare la sua parte.
Kim Talks Books: Qual è stato il miglior consiglio che ti è stato dato mentre scrivevi questo romanzo? Che consigli daresti alle scrittrici che stanno iniziando? 
Simona Ahrnstedt: Che è meglio scrivere qualcosa di brutto piuttosto che non scrivere nulla. Se è brutto puoi sempre riprenderlo in mano e correggerlo!

AVETE LETTO QUESTO ROMANZO? COSA NE PENSATE? VI PIACE L'IDEA CHE SUL MERCATO EDITORIALE ITALIANO L'OFFERTA DI ROMANCE SI ALL'ARGHI ANCHE A COMPRENDERE I ROMANZI DI AUTRICI NON ANGLOSASSONI?

12 commenti:

  1. Ho letto Ritratto di donna in cremisi e l'ho anche regalato a un'amica. E' una storia d'amore che racchiude in sé gli elementi classici del romance, quindi è perfetto per noi inguaribili sognatrici. Tra Seth e Beatrice scatta subito l'attrazione fatale che li legherà dall'inizio alla fine nonostante le inevitabili, innumerevoli difficoltà. Il passato di entrambi incide sul presente e compromette gli eventi, il futuro appare come un orizzonte squarciato dalla tempesta. L'ambientazione è straordinaria, il freddo inverno nordico e certe abitudini ci trasportano all'interno di un mondo nuovo. Si legge d'un fiato e ci si appassiona alle vicende del bel norvegese e della rossa svedese. Vedrei anch'io Clive Owen nella parte di Seth: azzeccatissimo! ANITA GAMBELLI

    RispondiElimina
  2. Grazie di avermi fatto conoscere questo romanzo..non sapevo nulla dell'autrice ma dopo questa recensione lo comprerò appena possibile...
    Grazieeee :D
    Juliet

    RispondiElimina
  3. L'ho acquistato appena uscito, ma aspetta buono buono il suo turno, impilato con altri libri, per essere letto.
    Ho la pila che quasi tocca il soffitto !!!!!!
    Bellissima la copertina.
    PATTY

    RispondiElimina
  4. Bellissimo..acquistato appena visto in vendita..mi ha attirato la trama e mi sono buttata a leggerlo tutto d'un fiato perchè ha tutti gli ingredienti di un romance storico (amore passione rinuncia insomma difficoltà e fortunatamente dopo tanto penare il lieto fine) e devo dire che non vedo l'ora di leggere un nuovo romanzo di questa Autrice(sperando che venga nuovamente pubblicato in Italia al più presto) ancora sconosciuta ma che a mio parere non ha nulla da invidiare alle altre..Io lo consiglio..un enorme Grazie a Francy per aver pubblicato sul blog l'intervista tradotta perchè ce davvero poco in rete e anche sul sito della Ahrnstedt..Ciao! Nicoletta.

    RispondiElimina
  5. Ciao! Lo sto leggendo in questo periodo, sono giunta quasi alla fine. È bellissimo, si fa divorare ;)

    RispondiElimina
  6. Ho questo libro da tempo ma sono molto indietro con le letture. Prima possibile lo leggerò.

    RispondiElimina
  7. E' un libro che mi ha sempre attratto sia per la copertina che per la storia. Leggendo la vostra recensione lo comprerò al più presto. Non vedo l'ora di leggerlo.

    RispondiElimina
  8. come darle torto! anche io immagino molto spesso Clive Owen... eheheheh
    ottima scelta! romanticissimo libro!

    RispondiElimina
  9. "Qui in Svezia la gente guarda dall'alto al basso questo tipo di romanzi."

    Della serie: mal comune, mezzo gaudio. :-)

    Sicuramente lo prenderò, l'ambientazione storica e geografica è affascinante e la trama promette scintille.

    RispondiElimina
  10. Mi piacerebbe molto leggere questo libro ma il prezzo, purtroppo, frena un pò l'entusiasmo.
    Daisy

    RispondiElimina
  11. Cara Daisy, mi son dimenticata di precisare, è sottinteso che lo prenderò quando uscirà in edizione economica. È la dura legge della sopravvivenza! ;-)

    RispondiElimina
  12. Francy ma conosci pure lo svedese???
    Mi sono segnata questo titolo appena uscito ma ammetto di attendere anche io prezzi migliori. Ho letto il primo capitolo dal sito e mi ha confermato la buona impressione che mi dava la trama. In rete ho letto opinioni contrastanti: o si ama o si odia, sembra. Spero di essere tra le prime.
    Ben vengano i romanzi da tutti i paesi, siamo o non siamo nel mondo globale? almeno si cambiano le ambientazioni! Ciao Maristella

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!