Recensione: UN CUORE NELLE TENEBRE di Roberta Ciuffi

Autrice:      Roberta Ciuffi 
Genere:      Paranormale - Contemporaneo
Ambientazione:    San Raffaele – Friuli (Italia)

Pubblicato in Italia:   Leggereditore (30 giugno 2011)  pagg. 365 - fino al 31 agosto 2011  a soli 5 euro.
Parte di una serie:   1° della serie sui Lycaos
Livello sensualità:    Basso

Vivono tra la gente comune, conducono una vita apparentemente normale. Ma la notte è  il loro regno, è di notte che si scatena la loro vera natura. Tutto intorno, l’Italia unita sta muovendo i primi passi, eppure, tra i vicoli di San Raffaele, in Friuli, sono i lykaon a reggere i fili del destino. Da secoli vivono in pace, a metà fra la ragione umana e l’istinto animale, ma ora qualcuno di loro ha lasciato che il sangue prenda il sopravvento, e che le pulsioni del lupo vengano alla luce, sconvolgendo un’armonia sottile. L’ombra dei boschi sta per dilagare, inesorabile, insidiosa, e solo uno di loro potrà ricucire il confine tra i due mondi. Starà a lui – accompagnato da una donna fragile e indifesa, che cela in sé la forza sconosciuta e dirompente di una regina delle tenebre –, trovare la chiave che risolverà l’enigma, per difendere il suo popolo dai piani di chi da tempo trama alle loro spalle.

RECENSIONE DI RACHELE VVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVVvvvv
Giudizio: / Interessante
LA STORIA
Elena Arlati è nei guai. Dopo un tentativo di violenza da parte del patrigno e dei suoi due figli, si è dovuta difendere e fuggire. Ora è terrorizzata perché sa che il suo patrigno la sta cercando e la vuole morta per ciò che ha fatto ai suoi figli. Peccato che nemmeno lei si ricordi cosa ha fatto!         
Durante il viaggio in una carrozza postale, incontra un uomo disarcionato dal cavallo che chiede un passaggio. E’ Lars Coultier, un uomo imponente dall’aria piratesca, con la corta barba nera e il cerchietto d’oro all’orecchio sinistro, che emana virilità e attrazione. Nonostante la stanchezza del viaggio, Elena non riesce a non guardarlo, a non temerlo, pur essendone inspiegabilmente attratta. Lars lo nota e percepisce anche la sua irrequietezza, la sua paura, ma non capisce cosa la spaventi. Ne è incuriosito, ma quando tenta di capire cosa nasconde la giovane donna …
“C’era tensione, sì, ma non di natura erotica. Si sentì avvolgere da un turbine di terrore e disgusto. S’immerse più in profondità, alla ricerca di quella vibrazione del tutto particolare che associava alla femminilità e che in lei non riusciva a trovare. Di nuovo la sensazione di qualcosa di conosciuto ma indefinibile. Non era preparato a quel che seguì.
Un immagine gli esplose nella mente, gelandolo. ….  Si riscosse, schiuse le palpebre. La ragazza lo stava fissando, gli occhi sbarrati e le labbra tremanti. Percepiva il battito accelerato del suo cuore. Si era resa conto di quel che le aveva fatto? E se sì, come ci era riuscita? Restarono occhi negli occhi per un tempo che parve a entrambi molto lungo, prima di distogliersi con sforzo.”
Giunti a San Raffaele, Elena si rifugia nella casa della sorella Melissa e del marito Orlando Gradioli, che vivono un dramma familiare. Lars è invece ospite di un vecchio amico di famiglia, il professor Pratt.   Lars,  conosciuto come il Coltello, è venuto in paese per risolvere un mistero, alcuni giovanetti sono stati aggrediti da un animale, probabilmente un lupo. Qualcuno che però non è come loro, è un assassino e deve essere fermato e nessuno lo può fare meglio di lui, il Lycaos, il discendente diretto del primo del loro sangue, il re.
Tra misteri, scoperte e indagini, le strade di Lars ed Elena si incroceranno spesso, fino alla consapevolezza di voler condividere la stessa via, insieme.  Ma oltre al misterioso  lupo assassino, dovranno vedersela anche con Umberto Bostedo, patrigno di Elena deciso a vendicarsi,  col mistero che sembra avvolgere tutti gli abitanti di San Raffaele e con le loro incredibili origini che segnerà il loro destino. 


LA MIA OPINIONE
Come ormai tutte sapete, questo è il primo Paranormale di questa scrittrice italiana di Romance Rosa.  La sua scrittura è semplice, scorrevole, piacevole, con l’aggiunta di quel pizzico di mistero che tiene viva l’attenzione e la curiosità sulla storia fino a fine libro. Tutti i personaggi sono ben caratterizzati, anche quelli secondari, come Nicola, il misterioso contadino che tutti rispettano  o il prof. Patt, lo studioso amante delle tradizioni lykae che riesce però a mettersi nei guai. Come Melissa, la sorella triste e distrutta di Elena e Orlando il cognato di cui Elena era innamorata che invece la tratta con ironia e addirittura si ‘diverte’ a metterla in imbarazzo quanto capisce che tra Elena e Lars c’è ‘qualcosa’. E di Giulia, l’amante di Orlando, che nasconde a sua volta un incredibile segreto.
Devo fare però  alcune “precisazioni” per le appassionate di Paranormal,  in questo libro il paranormale si estingue con l’esistenza di uomini che si trasformano in lupi. Per il resto io lo considero più un libro dalla trama ‘gialla’ con un mistero (o se volete un assassino) da svelare. Tutto infatti ruota intorno alla ricerca dell’assassino e sul mistero dell’esistenza dei lycae. Non c’è azione, tranne forse nel finale che resta spettacolare, la trama si svolge a tratti con lentezza e alcuni aspetti paranormali non essendo approfonditi appaiono un po’ vaghi. Ma pare che questa sia stata una scelta voluta dall’autrice, come dice lei stessa nella nostra intervista che potete leggere qui.
Quindi non un vero e proprio 'Paranormal’ ma un romanzo d’amore con un pizzico di mistero legato alla leggenda dei Benandanti e al mito di re Licaone d’Arcadia, da cui la scrittrice ha preso spunto.
Data la massiccia (e giusta) pubblicità che si è fatta attorno a questo libro, onde evitare ‘delusioni’ alle appassionate di Paranormal/Urban Fantasy, consiglio di leggerlo senza tali aspettative, come una semplice e leggera variazione sul tema.





RECENSIONE DI LADY MACBETH
Giudizio: / BELLISSIMO!
Mi sono innamorata di questo romanzo grazie ai quattro punti cardine su cui si regge ogni romanzo che si rispetti e che in questo caso, a mio parere, sono stati perfettamente costruiti e calibrati: prosa, trama, personaggi e atmosfera.
Prima di tutto ho apprezzato moltissimo la prosa di Roberta Ciuffi, estremamente curata e "limata" pur essendo scorrevole e facile da seguire, scevra da inutili involuzioni ma raffinata, semplice ma non semplicistica, moderna eppure contemporaneamente adatta a descrivere una realtà passata e, per di più, in un contesto fantastico.
La trama è ben sviluppata, un sapiente intreccio del passato e del presente dei personaggi. Su di un substrato fantasy predominante, si è innestata una intrigante vena romance con qualche accenno di thriller; infatti anche qui si cerca un assassino e il lettore è indotto a dedicarsi all'eterno gioco tipico del genere: passare in rassegna tutti i personaggi alla ricerca del colpevole, analizzando gli argomenti a favore e contro ognuno di essi e scartando via via le varie possibilità fino ad arrivare alla soluzione, che non è particolarmente difficile da intuire, ma forse l'autrice nemmeno intendeva che lo fosse.
Roberta Ciuffi è laureata in psicologia e si vede. Ha creato personaggi attraenti, carismatici e, a dispetto di tutto, connotati da sentimenti e reazioni perfettamente comprensibili perché così "umani". Ciò che più le interessa è la profonda indagine psicologica dei personaggi, la ricerca interiore effettuata scandagliando la loro personalità e le loro motivazioni. È piuttosto accentuato l'aspetto filosofico, ognuno dei personaggi principali e anche qualcuno dei secondari, è alla ricerca di chi si è, del perché si è in un certo modo e della ragione ultima per cui si vive.
Confesso che in chiusura del romanzo mi sono commossa, di fronte alla conclusione della storia e alla fine di alcuni personaggi. I "cattivi" non sono poi così cattivi, o perlomeno non lo sono gratuitamente, mentre i "buoni" non lo sono a tutto tondo, hanno anche loro le loro brave zone d'ombra. Un lieto fine vagamente malinconico, con un'ombra di rimpianto per ciò che sarebbe potuto essere e non è stato.   
Volendo fare un paragone con le autrici americane, capostipiti del genere, avvicinerei questo romanzo di Roberta Ciuffi alla serie sui Carpaziani di Christine Feehan: ho riscontrato la stessa atmosfera un po' New Age, il senso del legame e della comunanza con la natura circostante, intesa come essere vivente che racchiude in sé tutti gli altri esseri viventi e tutte le manifestazioni naturali, la consapevolezza di essere parte di un tutto che ci sovrasta, le percezioni acuite da animale feroce che finalmente ritrova sé stesso e ritorna alla realtà che gli appartiene e di cui, a sua volta, è parte integrante. Qui però l'atmosfera è molto più sognante e fiabesca, c'è una delicata tensione sessuale, intesa come attrazione reciproca e invincibile di due esseri affini, e pochissimo sesso esplicito.
Il fatto che questo sia il primo romance di genere paranormale/fantasy e anche storico che mi capiti di leggere( gli altri paranormal/urban fantasy romance che ho letto finora sono tutti contemporanei) mi ha permesso di notare un altro aspetto molto interessante e finora negletto: vi è una forte componente di ribellione femminile alle regole e alle consuetudini imposte dalla società; l'eroina, liberandosi di tutti questi precetti, libera anche la propria volontà, i propri pensieri, la propria capacità decisionale e di giudizio e, infine, la propria sessualità, divenendo consapevole delle potenzialità insite nella propria femminilità.      
Ho intravisto la possibilità di sviluppare una saga, almeno una trilogia, spero proprio che l'autrice ci stia pensando, adorerei leggere le avventure del fratello e della sorella dell'eroe.
Una perfetta favola dark, sensuale, romantica e dolcissima.

Vi propongo un ennesimo sondaggio:
-Vi è mai capitato che un lupo, quanto mai affascinante e innamorato, ululasse la propria passione per voi sotto le vostre finestre?
-Vi piacerebbe che succedesse?
Immagino già quali sarebbero le percentuali "bulgare" di questo sondaggio ;-) 





 GUARDA IL BOOKTRAILER   



DA LEGGERE DELLA STESSA AUTRICE
 Fino in fondo al cuore 2004- I Romanzi n. 635
 Un complotto di dame 2005- I Romanzi n. 689
 La preda magnifica 2007-I Romanzi n. 750
 La rosa delle Maleterre2008- I Romanzi Mystere n. 36
 Un marito per Regina 2009- I Romanzi n. 849
 Damigella (rist.)-2009- Romanzi Oro n. 77
La Favola di Bella- 2010- I Romanzi n. 913 - VEDI QUI  la nostra recensione 
 Baciami sotto l'albero -2010- I Romanzi n. 935
 Amori sull'ali dorate 2011- I Romanzi n. 950
Una musica lontana-2010- Harlequin Grandi Romanzi Storici n. 716
Angelo nero 2011- Harlequin Grandi Romanzi Storici n. 766

 LEGGI QUI LA NOSTRA PRESENTAZIONE DEL ROMANZO CON INTERVISTA ALL'AUTRICE

AVETE LETTO QUESTO LIBRO? COSA NE PENSATE? VI PIACCIONO I PARANORMALI AMBIENTATI NELL' OTTOCENTO?
 

3 commenti:

  1. Ho letto questo libro durante il week end e mi è piaciuto moltissimo.
    L'ambientazione ottocentesca lo rende anche più interessante per me che amo gli storici.
    Ciao
    Liliana

    RispondiElimina
  2. Ciao Lady Macbeth. Ho letto di Roberta Ciuffi "L'angelo nero", ma sono veramente tentata di leggerlo anche per l'acuta presentazione e l'ambientazione Ottocentesca che è la mia favorita.
    Lo leggerò senz'altro. Anche il prezzo"politico" e la cover elegante mi attirano.
    Che dire poi del sondaggio sul lupo che ulula.... davvero maggioranza bulgara, anzi un plebiscito.
    Complimenty Silvia e a Rachele.
    MariaT.

    RispondiElimina
  3. ho letto il libro prima di questa recensione e devo dire che concordo:è caratteristico,un pò giallo e poco paranormale e forse mi aspettavo qualcosa di diverso.Da amante del genere ne sono rimasta un pò delusa ma forse perchè avevo altre aspettative!io magari non faccio testo perchè sono impazzita letteralmente per le saghe della J.R.W,Adrian e Cole e quindi non trovo ancora niente che mi soddisfi come loro...ma forse pretendo troppo!in compenso trovo che la descrizione della vita del paesino di montagna sia azzeccata anche ai giorni nostri xchè essendo friulana e conoscendo bene questa relatà chiusa e quasi fuori dal tempo di alcune località mi viene da pensare che i mitici lupi esistano veramente in queste terre!

    betty

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!