LOVER ENSHRINED - UN AMORE PREZIOSO di J.R.Ward

kkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkknnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnkkkkkkkkkkkkkkk
Autrice:      J.R.Ward
Titolo originale:      
Lover Enshrined
Genere:      Paranormal Romance
Ambientazione:    Caldwell (USA)

Pubblic.  originale: ed.  Signet ( 2008)    pp.560
Pubblicato in Italia:   Mondolibri/Euroclub, 11 marzo 2011, pag. 463
Parte di una serie:     6° libro della “Confraternita del Pugnale Nero (Black Dagger Brotherhood)
Livello sensualità:    MEDIO 

Giudizio :  INTERESSANTE
Recensione di Rachele

E’ ormai diventata famosa la cittadina di Caldwell, avamposto di lotta contro i lesser nonché sede della Confraternita del Pugnale Nero, la congregazione di vampiri guerrieri che combatte strenuamente per la sopravvivenza della specie. Protagonista di questo capitolo della saga è Phury, il più leale, il più nobile fra i guerrieri, colui che ha improntato l’intera vita al sacrificio di sé. Dapprima andando in cerca del gemello Zsadist, rapito e tenuto prigioniero per anni come uno schiavo, poi rinunciando all’amore per Bella, infine mettendosi al servizio della razza come Primale delle Elette, ossia come maschio incaricato di generare una nuova stirpe di guerrieri. Un vero scherzo del destino per uno che, come lui, ha sempre osservato la castità. E infatti Phury vacilla di fronte a questa responsabilità che lo schiaccia, e si stordisce di droga per tenere a bada l’angoscia di vedersi per quello che è: un individuo senza uno scopo, un irrisolto e, in definitiva, un tossico senza speranza.
Ma Phury non è solo. Accanto a lui c’è Cormia, l’Eletta che per prima dovrà portare in grembo il seme della nuova stirpe. Cormia, che desidera essere per lui più che un mezzo per un fine più alto.  Cornia che, nel suo innocente candore, ha deciso di vivere nel mondo dei vampiri e ha scelto Phury come compagno per la vita. 
SECONDO ME
Come ormai la Ward ci ha abituate, ogni libro inizia da dove il precedente è finito. Qui si riprende il destino di Phury [pronuncia:/furi/], divenuto Primale delle Elette per salvare da questo destino Vishous innamorato di Jane.
Leggendo dei commenti qua e là, avevo capito che Phury non è tra i guerrieri della stirpe preferito dalle lettrici ed ora che ho letto il libro mi sono fatta una mia personalissima spiegazione. Il fatto è che a voler essere brutale, occorre dire che Phury ormai altro non è che un drogato, un tossicodipendente. E giustamente, a chi piacciono i tossicodipendenti? Come può un drogato essere un eroe da imitare o amare? Come può piacerci, diciamolo, uno sfigato che non è in grado di badare a se stesso, figuriamoci agli altri. E qui viene il bello, perché se è vero che ora Phury ha quello che noi potremmo definire un crollo psicologico, prima è riuscito ad ottenere lo “scopo della sua vita”: ritrovare il fratello gemello rapito da neonato. Rapimento che tanto dolore ha procurato a lui ed ai suoi genitori, morti praticamente di crepacuore per la loro impossibilità e incapacità di trovare il figlio ‘primogenito’ rapito e amare quello ‘rimasto’. Phury è cresciuto nel dolore, ha dovuto vedere i genitori distruggersi e cercare più volte di suicidarsi. E’ cresciuto sentendosi solo, sentendo la parte mancante di se stesso. E quando, dopo anni di sofferenze e ricerche è riuscito finalmente a trovare, liberare con grande coraggio e portare in salvo il fratello perduto, che è successo? Primo non ha potuto vedere la felicità dei suoi genitori perché ormai erano morti da anni, secondo si è ritrovato con un fratello malato di mente che invece di essere riconoscente di essere stato liberato dalla schiavitù, si fa menare e picchiare di brutto per anni proprio da lui, causandogli altri sensi di colpa…..
Ora, io so che tante di voi adorano Zsadist (io ho già precisato in altre occasione di preferire altri fratelli…), MA, e chiedo scusa in anticipo, al posto di Phury se voi aveste avuto un fratello gemello rapito e genitori assenti-ubriaconi-suicidi che vi costringono in qualche modo ad andar via da una casa prigione soffocante e ad andare alla ricerca del fratello ‘buono’, quello nato per primo anche se di pochi minuti, creandovi un senso di colpa per non essere stati voi quello rapito così erano tutti felici e contenti, che pur di non vedere più lo strazio in cui vivete,  sacrificate la vostra vita alla ricerca del figliol perduto, riuscite poi finalmente a trovarlo, lo liberate e per farlo vi amputate una gamba, lo fate diventare membro di una famiglia come la confraternita dei guerrieri, e alla fine di tutto questo … vi dovete anche sentir dire da LUI che non vi è mica grato per averlo salvato, che era meglio se lo lasciavate lì dove lo violentavano, sodomizzavano, picchiavano e quant’altro…. Ecco, dico io, non gli avreste rotto come minimo una sedia in testa?
Phury invece no, si sente ancora più colpevole dell’infelicità del fratello, che è infelice pur essendo stato liberato, pur avendo trovato dei fratelli ad accoglierlo con tutte le sue turbe, pur avendo trovato l’amore con Bella, pur standogli per nascere un figlio (si, si, lo so, la gravidanza è a rischio, ma ancora non è morto nessuno però), benedetto fratello, ma un po’ di ottimismo, nooohoo?  
Ma torniamo a Phury, poveretto! Si è fatto carico dell’infelicità di tutti ed ora giustamente non ne può più ed arriva a toccare il fondo. Come può riemergere? E come se non con la cura di ogni male? L’Amore.  Ovviamente con la mente, il cuore e il fisico avvelenati dal ‘fumo’ che prende per dimenticare, può riconoscere l’amore a prima vista? NO.
Dopo essersi sacrificato (ancora) al posto di Vishous e fattosi nominare Primale delle Elette, non riesce a possedere la sua Prima Sposa che è stata costretta e legata a letto come una vergine sacrificale. La porta così negli alloggi della Confraternita e … non succede nulla per mesi, è troppo impegnato a ‘farsi’.
La Prima Sposa, Cormia, venendo praticamente da ‘un altro mondo’ dove tutto è bianco, senza colori, completamente asettico e antiquato rispetto a dove si trova ora, si sente come il classico pesce fuor d’acqua. Indubbiamente è spaventata a morte dalle novità, non capisce quale è il suo ruolo e non ha la più pallida idea di cosa fare. Pian piano però si adegua, impara a conoscere nuove tecnologie come la TV e i film, si fa amici come John e Bella e Zsadist, inizia ad avere ‘idee proprie’, a fare progetti architettonici e il ruolo di Eletta comincia a starle decisamente stretto. E’ anche molto attratta dal Primale  ma questi le dedica pochissime attenzioni, la trascura. Eppure Cormia non esita ad offrirgli il suo aiuto nei momenti di crisi, riuscendo a donargli una calma che Phury ormai non prova più da secoli e lo fa innamorare di lei semplicemente non imponendosi. A molte può sembrare una donna ‘passiva’ e questo le procura certamente delle critiche, ma chi dice che in amore bisogna imporsi per forza, chi dice che non può essere l’uomo a fare ancora la ‘prima mossa’? Se poi quest’uomo è pure complessato e drogato, non le resta che pregare. Solo Phury dopo aver toccato il fondo può decidere cosa fare della propria vita e del proprio amore e trovare così un po’ di pace e felicità.
Con la Ward e questa serie ho spesso sentimenti contrastanti, ma una cosa è certa, nel bene e nel male riesce sempre a farmi parlare dei suoi personaggi così particolari. In questo libro poi ci sono tre cose che mi hanno particolarmente colpita: il protagonista tossicodipendente, l’amicizia fraterna e il sentimento gay. Temi molto delicati che la Ward riesce con maestria a descrivere e ribaltare. Riesce a fare di un tossicodipendente un eroe quando riesce con la sua volontà e dopo mille tribolazioni a venirne fuori. Addirittura l’antieroe per eccellenza Phury è colui che tra i fratelli promuoverà ‘il cambiamento’ delle regole imposte dalla Vergine Scriba. Proprio a lui è stato concesso di modificare una realtà esistente sin dall’inizio dei tempi, di portare la modernità tra le Elette e soprattutto ‘la libera decisione’ del proprio futuro, impostando anche la scelta dei futuri guerrieri in base all’onore e alla meritocrazia invece che dal diritto di nascita.  Insomma non più Phury  lo sfigato o il tossico, ma Phury il rinnovatore. Un bel salto di qualità direi.
L’amicizia fraterna è quella che lega tutti i fratelli della confraternita e in questo libro, in particolare è rappresentata da quella che lega i giovani John, Quinn e Blay. I tre ragazzi sono sempre insieme e si difendono l’uno con l’altro, aiutandosi anche a superare le pene di segreti inconfessabili. Quando il segreto di John viene vigliaccamente divulgato dal perfido Lash che non esita ad approfittare delle paure di John, Quinn non esita ad attaccarlo e difendere l’amico, pur mettendosi nei guai, pur facendosi cacciare di casa dai genitori che già non tollerano il suo difetto fisico (ha un occhio azzurro e uno verde), pur facendosi malmenare da una Guardia d’onore. Ma il valore è sempre apprezzato e Quinn troverà inaspettatamente il suo posto nella vita
E terzo l’amore gay, sentimento qui solo accennato con una delicatezza di eventi incantevoli, che delizia e fa sperare in qualche sviluppo a buon fine nei prossimi romanzi. 
In questo libro, come si intuisce già da sopra,  non si parla solo di Phury e Cormia, che in realtà rispetto agli altri protagonisti hanno vista ridotta la loro storia d’amore in modo drastico, ma ci sono tante piccole/grandi storie che iniziano, continuano e dovranno trovare il loro giusto ‘epilogo’. Oltre ai tre ragazzi sopra citati, grande spazio ha  Rehvenge, il vampiro/symphath fratello di Bella e proprietario dello Zero Sum, scopriremo qualcosa della sua vita e del misterioso segreto che lo riguarda,  scoperte che ci vengono  anticipate in virtù del fatto che sarà lui il protagonista del prossimo libro della serie (Lover Avenged). Ritroveremo l’altra symphath di nostra conoscenza, Xhex, che ha fatto perdere la testa al nostro caro John, perdendola anche lei?
Conosceremo un altro personaggio che si presenta alla porta dei fratelli, è un angelo caduto Lessiter, che porta in ‘dono’ un vecchio amico scomparso. Cosa vorrà in cambio dalla Confraternita?
Per quanto riguarda i cattivi anche loro hanno un ampio spazio nel libro, in particolare c’è la ripresa e l’inasprimento della guerra tra i lesser e i vampiri e in particolare scopriremo che l’Omega ha generato un figlio. Figlio che già da questo libro ne combina di drammatiche e crudeli.
Il finale del libro è …. gradevolmente commovente, finalmente ritorna un po’ di pace, ma come,  a voi non ve lo dico.
GUARDA QUI COSA DICE L'AUTRICE DI QUESTO LIBRO... 

DA LEGGERE NELLA STESSA SERIE
* LEGGI QUI la nostra presentazione di tutta la serie Confraternita del Pugnale Nero!
1. Dark Lover (2005) pubbicato in Italia come Dark Lover - Un Amore Proibito, da Mondolibri(2008)/ e come Il Risveglio da Rizzoli - (Wrath e Beth)
2. Lover Eternal (2006) pubblicato in Italia come
Lover Eternal - Un amore immortale da Mondolibri/Euroclub(2009) e come Quasi tenebra da Rizzoli -(Rhage e Mary)
3.L over Awakened (2006) pubblicato in Italia come
Lover Awakened -Un amore impossibile da Mondolibri/Euroclub (2009) e come Porpora da Rizzoli - (Zsadist e Bella)
4. Lover Revealed (2007) pubblicato in Italia come
Lover Revealed - Un amore violato da Mondolibri/Euroclub (2010)e come Senso da Rizzoli - (Butch e Marissa)
5. Lover Unbound (2007) pubblicato in Italia come
Lover Unbound - Un amore indissolubile da Mondolibri/euroclub (2010) - (Vishous e Jane)
6.1 Lover Enshrined (2008) - pubblicato in Italia come
Lover Enshrined – Un amore prezioso da Mondolibri/Euroclub (2011) (Phury e Cormia)
6.2 THE BLACK DAGGER BROTHERHOOD: AN INSIDER'S GUIDE (2008)
7. Lover Avenged (2009)- (Rhevenge e Ehlena)
8. Lover Mine (2010) - (John e Xhex)
9. Lover Unleashed (2011) (Dr Manuel Manello e Payne sorella di V )
L'AUTRICE

Grazie alla sua serie della Confraternita del pugnale nero, J.R. Ward,è attualmente una delle più popolari autrici di paranormal romance made in USA. Ogni suo nuovo romanzo è unn best seller che vanta milioni di fan in tutto il mondo. 
J.R. WARD ( nome de plume di Jessica Bird, già autrice di romanzi ros a contemporanei) vive nel sud degli Stati Uniti, con un marito che la supporta in tutto e per tutto e il suo amato golden retriver.
Dopo il diploma in legge, la Ward ha lavorato a Boston nel settore farmaceutico ed è stata per molti anni Capo Staff di uno dei centri medici accademici più in vista del paese, ma la scrittura è sempre stata la sua passione primaria e la sua idea di paradiso è un intero giorno da sola in compagnia del suo computer, del suo cane e della sua caffettiera.
Potete visitare J.R. Ward sulla sua messageboard per avere informazioni sulla Blcak Dagger Brotherhood o mandarle una mail al suo indirizzo jrw@jrward.com.L'autrice legge tutte le mail che le arrivano ma, a causa del grosso volume di corrispondenza ,non sempre è in grado di rispondere, anche se apprezza tutta la gentilezza e il sostegno dei suoi lettori.
Il SITO DI JR WARD: http://www.jrward.com/

 AVETE LETTO QUESTO ROMANZO? COSA VI PIACE DI QUESTA SERIE? ASPETTIAMO I VOSTRI COMMENTI.

2 commenti:

  1. Mi piacciono molto i romanzi della Ward, direi che li ho letti tutti e, devo essere sincera, quest'ultimo è quello che mi ha appassionato di meno. La storia di Phury e Cormia è lenta e priva di mordente, lui continua ad essere il povero sfigato dei romanzi precedenti e il guizzo finale con cui impone un vero rinnovamento non lo affranca del tutto dalla sua condizione.Trovo però gradevolissime tutte le vicende di contorno che si svilupperanno, immagino nei prossimi romanzi della serie

    RispondiElimina
  2. You made some good points there. I did a search on the topic and found most people will agree with your blog.

    paxil

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!