COSA LEGGO PER NATALE? Idee per chi legge in originale

Adoro talmente il Natale, riti consumistici a parte, che mi piace incominciare per tempo a respirarne il profumo. Come? Soprattutto guardando film o leggendo romanzi o racconti ambientati sotto l’albero. Anche quest’anno mi sto preparando all’atmosfera natalizia armata di un certo numero di romanzi rosa, e guai a chi me li tocca. In molti casi si tratta di antologie. Attenzione! Se comprate antologie a tema, come quelle dedicate al Natale, non prendete a scatola chiusa perché nella maggioranza dei casi si tratta di riedizioni, riconfezionate in una copertina in cui i colori dominanti sono il rosso, il verde e l’oro.

Primo libro della mia serie natalizia è stato The Heart of Christmas (giudizio complessivo: 3,5*) che riunisce tre racconti regency:

Il primo, A Handful of Gold, è del 1995 ed è firmato da sua maestà Mary Balogh (un’ appassionata di storie natalizie): è scritto bene e ondeggia tra il dramma e la leggerezza con la solita nonchalance dell’autrice. La storia è molto semplice. La famiglia Ewing è in disgrazia. La malattia della sorella minore induce Verity a cercare lavoro. A casa la credono la dama di compagnia di una lady, ma nella Londra del ton la ragazza è ormai conosciuta come Blanche Heyward, ballerina dell’Opera: bravissima, bellissima e molto seria. Sebbene circondata da corteggiatori, Blanche non offre i suoi favori a nessuno sino al giorno in cui Julian Dare, Visconte di Folinsgby, le offre 500 sterline per passare insieme a lui la settimana di Natale. Verity non può rifiutare, quei soldi le servono per aiutare la sua famiglia a sopravvivere. E così, decisa a sacrificare la propria verginità, parte con l’affascinante visconte…..Come sempre nella Balogh, l’evoluzione, la scoperta e l’accettazione reciproca dei due protagonisti sta alla base del racconto, e non ci offre sorprese. L’atmosfera del Natale, con tanto di nascita imprevista durante la Notte Santa, aggiunge fascino ad una storia che ha tutti i pregi ed i difetti di una Balogh d’annata. Giudizio: 4.

The Season for Suitors porta la firma di Nicola Cornick, ed è del 2005. Si legge volentieri, anche se non ha nulla di particolarmente originale, né di prettamente natalizio. La storia è di quelle più che classiche, o più che scontate, se preferite. Senza sorprese, anche quando dovrebbero forse essercene. C’è la solita debuttante vivace e intelligente, e molto graziosa, il va sans dire, che a Londra è assediata dai pretendenti, rakes , scoundrels e rogues (libertini e seduttori) che vogliono sedurla per poi sposarla e impossessarsi del suo danaro. Per imparare a difendersi da quelle che più che avances l’autrice descrive come tentativi di stupro, si rivolge al re di tutti i seduttori, allo scapolo impenitente cui nessuna ha mai detto no. E si dà il caso che che costui sia anche l’uomo che, due anni prima, ha rifiutato di portarla all’altare. Come andrà a finire , secondo voi? Giudizio: 3,5.

Infine, The Wicked Gift, il terzo racconto del volume, porta la firma di Courtney Milan, un’autrice esordiente di cui uscirà a gennaio per la Harlequin il primo romanzo, Proof by Seduction, che Romantic Times Book Reviews ha già premiato con quattro stelle e mezzo. Se dovessi dirvi che ho trovato indimenticabile The wicked gift, vi mentirei spudoratamente. Certo è che mi è parso coraggioso, e coraggioso è raramente un aggettivo che si utilizza quando si parla di romance, soprattutto se historical. Sì, perché la storia è ambientata non fra i ricchi e i famosi, fra i nobili o i fortunati, ma fra coloro che per vivere lavorano sodo, che sono veramente poveri, ma anche belli. Questa storia d’amore che esplode (pardon me, non proprio verosimilmente) tra la proprietaria di una circulating library di seconda mano (biblioteche che affittavano i libri, a quei tempi molto costosi) e il contabile di un detestabile lord, ci mostra del nuovo, e ci regala una bella figura femminile, Lavinia. Ma non pensiate di essere dalle parti di Dickens, perché la storia manca quasi totalmente di ironia. Giudizio: 3,5.

Già letto anche Seduce me by Christmas, di Deborah Raleigh, regency ambientato tra Natale e l’Epifania (la dodicesima notte), tra Londra e la contea del Cheshire. Il romanzo, tutto sommato godibile e non solo perché in copertina c’è Nathan Kamp (non l’ho comprato per quello!), si svolge su due binari: da una parte la storia d’amore tra il famoso attore Raoul Charlebois, figlio bastardo di Lord Marriot e la bella e buona e intelligente zitella di campagna Sarah; dall’altra l’indagine sui natali di Raoul che conduce, in un buon crescendo narrativo, alla sorpresa finale e alla resa dei conti tra Raoul e i fantasmi del suo difficile passato. La suspense regge bene e la storia d’amore non è delle più banali. L’atmosfera natalizia si sente, non è una mera scusa per far uscire il libro sotto le feste. Le scene hot, per chi le cerca, non mancano anche se per la verità non ci si scotta. Due per me i lati negativi: l’ostinato rifiuto dell’eroina a seguire sull’altare l’eroe (e che eroe! meglio lui di lei), per motivi di status sociale (un sacrificio poco credibile anche all’inizio dell’’800), e il fatto che in copertina l’eroina abbia capelli rosso tiziano, mentre la Raleigh continua a descrivercela come una bellezza dai tratti vagamente gitani e dai capelli di un nero corvino. Il romanzo è il terzo della serie Duntington, e segue Bedding the Baron e Seducing the Viscount. Il mio giudizio è un 4, anche se non pienissimo.

Ho letto poi la raccolta A Homespun Regency Christmas, pubblicata da Signet nel 2008. Il libro riunisce quattro storie firmate da Carla KellyAn object of Charity, 1999-, Emma JensensThe Wexford Carol, 2001,Sandra HeathMistletoe and folly, 1991- e Amanda Mc Cabe’sOnce Upon a Midnight Clear, 2005, tutte già ampliamente pubblicate. Le due autrici più famose di questa antologia, tradotte più volte anche in italiano, sono Carla Kelly, che firma qui una storia natalizia singolarmente cupa, ma non pesante, dove i personaggi non sono distrattamente disegnati, e Amanda McCabe. (giudizio complessivo 3.5)

Altra antologia, che racchiude però due romanzi e non dei racconti, è Christmas by Candlelight (Harlequin, 2007). Entrambi ambientati in epoca vittoriana, sono firmati da Helen Dickson e Michelle Styles. Proprio il romanzo della Styles, A Christmas Wedding Wager (una scommessa di matrimonio natalizia), è uscito col titolo di Valzer d’amore a novembre in Italia per la Harlequin Mondadori (senza nessun riferimento sulla copertina al Natale: che le lettrici italiane non apprezzino i romanzi sotto l’albero?).

E per finire la mia maratona natalizia, altri due romanzi: A Wallflower Christmas, lo spin off di Lisa Kleypass della serie Wallflower, e All Through the NightA Troubleshooter Christmas, book 11 della serie dei Troubleshooter di Su zanne Brockmann.

E poi, qualche pagina di Piccole Donne e di A Christmas Carol non me le leverà nessuno.


Vivienne

Avete anche voi dei romanzi da consigliare per queste vacanze natalizie? Lasciate i vostri commenti.

11 commenti:

  1. Secondo voi faranno mai uscire "A Wallflower Christmas" della Kleypas in italiano?Ho letto la trama e sembra proprio carino....uffi!Ah in ogni caso...Buon Natale a tutti!

    vale77

    RispondiElimina
  2. Sembra una trama molto interessante quella della Balogh.
    Beh, buona lettura!!!

    RispondiElimina
  3. Grazie a te, Vivienne, per la fantastica carrellata sui romanzi e le novelle natalizie. Sincermente, se potessi, leggerei solo la Balogh e la Kleypas, scappando come un fulmine dalla Cornick :-D
    Come sempre le tue recensioni sono impeccabili e danno un'idea perfetta dei romanzi che hai letto.
    Many thanks!
    xoxo

    RispondiElimina
  4. Grazie per la carrellata....
    Mi trovo concorde su Piccole Donne; un classico INDIMENTICABILE.
    Ciao
    Mor.

    RispondiElimina
  5. Sono come te, Viv. Mi affascina il Natale e mi piace molto leggere storie romantiche ambientate in questi giorni che trasmettono la mágia e l'incantesimo che avvolgono questa celebrazione.

    Prezioso libero "Una navidad inolvidable"!! Il 5º delle wallflowers, vi innamoreranno le sue scene vicino all'albero, il racconto di Dickens vicino al fuoco... e soprattutto vi innamoreranno Rafe e Hanna. L'ho un mese fa e l'ho letto già tre volte! E per questi giorni di vacance leggerò di nuovo "La Navidad del cowboy" di Diana Palmer e "Mi amado enemigo" di Elizabeth Lane.... entrambi love western di Natale.

    E se la domanda è "Che cosa leggo in Natale?"... la risposta è: i fantastici racconti di Christmas in Love di La Mia Biblioteca Romantica.

    Felici feste e che si realizzino tutti i vostri desideri!

    RispondiElimina
  6. Ciao!
    Sono arrivata al tuo blog tramite la lista dei "preferiti" di Mariachiara Cabrini, e ho subito ficcanasato fra i tuoi post. Devo dire che dove trovo la parola "libro" mi sale un palpito in gola e non riesco a non sentire mille farfalline nello stomaco!^^
    Adoro leggere e sapere di pareri, idee, commenti e opinioni sul fantastico mondo della book passion.
    Anche io gestisco un blog, dove recensisco un libro al giorno in video, e visto che ci sono ti porgo il mio invito (che non è un obbligo). Intanto, se posso, inserisco il tuo anche nei miei preferiti.

    Anita Book

    RispondiElimina
  7. CIAO Anita! E' un piacere conoscerti ela tua idea di recensire libri con video è interessante...sono venuta sul tuo blog e ho cercato di vedere i video ma non ci sono riuscita, fros eè un problema di linea...riproverò.

    Quella di chi frequenta questo blog è una passione per la lettura che si declina in storie che hanno una prerogativa: l'happy end. Le storie d'amore ambientate in varie epoche sono le nostre preferite, ma molte di noi spaziano anche in altri generi.
    Spero tornerai a trovarcie sono sicura che molte verranno a trovare te.

    Un caro saluto.
    Francy

    RispondiElimina
  8. @Francy: il lieto fine è una prerogativa di tutte le principesse del pianeta!*__________*
    Io adoro le storie d'amore (anche se il mio genere preferito è il fantasy e l'urban fantasy) e dove leggo di baci appassionati e sguardi languidi mi si scioglie il cuore in zuccheri!
    Perciò ritornerò senz'altro e mi aggiornerò sulle vostre splendide letture e i vostri utili suggerimenti (ho appuntato già un paio di titoli ... povero Babbo Natale!! Ahahahah).

    RispondiElimina
  9. Mi piacciono molto i Romance ambientati durante il Natale ma non ne vengono tradotti molti, o sbaglio?

    RispondiElimina
  10. HAi ragione LAdy, potrebbero proporne di più, sono sicura che le lettrici gradirebbero!

    RispondiElimina
  11. Hi Guys and Gals
    I'm thinking of replacing my worn out[url=http://www.milesgershon.com][b] Entertainment Center[/b][/url] with a new one from MilesGershon.com -Has anyone bought [url=http://www.milesgershon.com][b] Entertainment Centers[/b][/url]from these guys? I'm kind of worried about shipping timetables

    Cheers

    Bob

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!