LE RELAZIONI PERICOLOSE DI ANGEL E BUFFY


Prima di Twilight e dei suoi impossibili intrecci d'amore tra un'umana e un vampiro, ci sono state altre storie che mettevano insieme la carica di eros e thanatos che ci può essere quando si incontra la vita e la morte, con risultati a detta di molti anche ben più intriganti.

Una delle più popolari e ancora molto amate oggi di queste vicende, che ha appassionato i fratelli e le sorelle maggiori di chi oggi stravede per Edward e Bella, è la saga telefilmica di Buffy the vampire slayer e del suo spin off Angel, sette stagioni il primo telefilm, cinque il secondo, che ha intrattenuto i telespettatori di quasi tutto il mondo dal 1997 al 2004, dopo un dimenticabile film che fa da prologo voluto dal suo creatore Joss Whedon nel 1992 ma che introduceva il tema alla base di tutto questo universo di fantasia.

In ogni generazione c'è una prescelta, scelta dal destino per combattere i vampiri, i demoni e le forze delle tenebre: negli anni Novanta tocca a Buffy Summers, bionda liceale californiana che vive con la mamma single gallerista, che si trova a dover affrontare le conseguenze di questa profezia, nella ridente cittadina di Sunnydale, che in realtà sorge su una delle Bocche dell'Inferno.

Buffy (la bionda Sarah Michelle Gellar) porta avanti la sua missione, aiutata dal suo Osservatore Rupert Gilles (Anthony Stewart Head), bibliotecario del liceo, dall'intellettuale Willow (Alyson Hannigan), dalla reginetta di bellezza Cordelia (Charisma Carpenter), dal nerd Xander (Nicholas Brendon) e dal misterioso Angel (David Boreanaz), che si scoprirà essere un vampiro a cui è stata restituita con una maledizione l'anima. Nel corso delle stagioni la situazione si complica con l'aggiunta di nuovi personaggi, la dipartita di altri a favore dello spin off Angel, rendendo la serie non solo uno scontro tra forze del bene e forze del male (mai manichee), ma anche una metafora della crescita e della scoperta delle gioie e dei dolori della vita, un inno alla diversità delle relazioni umane e ai tanti tipi di sentimenti che possono unire e dividere, un'esaltazione della forza dell'amicizia e una rilettura del tema della ragazza guerriera, molto caro a Joss Whedon, appassionato cultore sia dei comics americani che dei manga giapponesi.

Ma in Buffy e poi anche in Angel, serie più dark dove lo scontro tra il bene e il male assume toni apocalittici, ci sono anche tante storie d'amore a condurre le vicende, tante relazioni anche pericolose, spesso tragiche e appassionate, a rappresentare le infinite sfaccettature in cui il sentimento amoroso può manifestarsi.

Se può sembrare in fondo scontato che la Cacciatrice di vampiri si innamori proprio di un vampiro, anche se sui generis visto che ha di nuovo recuperato l'anima insieme ad umanità e rimorsi, lo sviluppo è poi decisamente interessante e nei canoni dell'amore impossibile: Angel non può infatti vivere fino in fondo il suo amore con Buffy perché la maledizione zingara per un assassinio che ha commesso e che gli ha ridato l'anima gliela toglierà nel momento in cui raggiunge un attimo di piena felicità (anche solo mentre fa l'amore con la sua Buffy, come succede appunto), e tra i due tutto rimarrà in sospeso e senza soluzione, con alcuni momenti strazianti, quali il finale della seconda stagione di Buffy, in cui la protagonista deve spedire il suo amato ritornato buono dopo una parentesi malvagia nella dimensione infernale che aveva evocato, o l'episodio I will remember you della prima stagione di Angel, in cui il vampiro potrebbe diventare umano e vivere felice con la sua Cacciatrice, ma ci rinuncia perché il suo dovere è lottare senza quartiere contro le forze del male per espiare le sue colpe passate.

Angel non è l'unico amore di Buffy, anche se forse è il più grande: dopo una parentesi con Riley Finn, membro di un gruppo paramilitare che studia le creature delle tenebre e forse uno dei personaggi più odiati di tutto il Buffyverse dai fan, la Cacciatrice vivrà una storia per lei essenzialmente di sesso con Spike, antico compagno di massacri di Angel, dal quale verrà invece appassionatamente amata, al punto che il vampiro chiederà di poter avere un'anima e si sacrificherà per lei.

Del resto non solo la Cacciatrice vive storie d'amore totali e infelici nel suo universo: Xander, che evolve da classico ragazzo allupato da liceo a giovane uomo con una sua etica che salverà il mondo, dopo una parentesi con Cordelia, si metterà con Anya, ex demone della vendetta, ma non riuscirà ad andare fino in fondo a sposarla perché terrorizzato dalla sua triste situazione familiare; Willow, dopo aver amato il licantropo Oz si scoprirà gay, innamorandosi della strega Tara, vivendo con lei un menage dolce e complice e poi perdendola nel più tragico dei modi; e nella serie di Angel non si possono dimenticare vicende come la passione cieca che riunisce Angel a Darla, suo sire, tornata in vita per poi sacrificarsi per mettere al mondo il loro figlio Connor, l'amore splendido ma tragico tra l'ex osservatore Wesley Windham Pryce e la fisica Fred, che diventerà poi il demone Illyria, capace di provare in fondo al suo cuore qualcosa di davvero forte e sconvolgente per la persona a cui ha rubato l'essere amato, l'attrazione malata ma appassionata tra una Cordelia ormai in preda alle forze del male e Connor, il figlio di Angel.

Insomma, il Buffyverse e l'Angelverse offrono tra le altre cose, oltre ad avventura, orrore, metafore sulla vita e lotta tra il bene e il male, un excursus tra varie forme d'amore: tutto decisamente senza lieto fine,forse poco consono per lo spirito di due serie che si muovono tra irrealtà e realtà, tra metafora e sogno, tra forze della luce e forze delle tenebre, ma dove tutto alla fine rimane un po' in sospeso per la fantasia degli appassionati. Due serie senz'altro da recuperare, alla base di buona parte della fascinazione contemporanea per i vampiri, esseri eternamente giovani, belli e temibili, ma pronti a dannarsi in nome dell'amore.


Elena


Per ricordare BUFFY e ANGEL...





Eravate anche voi fan di queste serie tv che hanno fatto amare il paranormale anche in Italia? Lasciate un commento.




7 commenti:

  1. Io ho seguito la serie di Buffy da quando è cominciata, ed ancora adesso nessuna delle serie che guardo è riuscita a catturarmi come quella.
    Però devo trovarmi in disaccordo sul fatto che Angel sia il più grande amore di Buffy...
    Spike è senza ombra di dubbio il rapporto più maturo, il più complesso che ha durante la serie.
    Con Angel lei ha un rapporto adolescenziale, quasi totalizzante... mentre con Spike lei è cosciente della sua identit di donna ed ha un rapporto alla pari, contrastato, contraddittorio, ma molto profondo.

    RispondiElimina
  2. Cio! grazie di questo bel post io ero una grande fan di Buffy e tifavo per Angel non per Spike. La serie televisiva sta continuando con un'ottava serie a fumetti dove è appena ricomparso proprio Angel e anche Spike, l'eterno triangolo ritorna

    RispondiElimina
  3. E chi non ha visto le due serie... am soprattutto chi non si è innamorata di Angel!;)

    RispondiElimina
  4. Ciao!!questo è un post meraviglioso che ci riporta tutti indietro negli anni della nostra adolescenza:D Certo Buffy e Angel erano una magifica coppia..ma come non amare la bellezza cinica e tenebrosa di Spike?? Il suo grande cuore (anche se devo ammettere molto nascosto)ammantato di pungente ironia?? Io lo adoravo:D:D:D

    RispondiElimina
  5. Ricordo ancora quando andò in onda la prima puntata. ^_^ Adoro Buffy.

    RispondiElimina
  6. Anche se ho sedici anni e dovrei tifare per Twilight, mi dispiace ma Angel rimane nel mio cuore! Ed essendo io persa di David Boreanaz come poteva essere altrimenti?? Purtoppo niente a che vedere con Twilight che, mi prenderete per pazza, non ho mai visto!

    RispondiElimina
  7. Io ho in casa tutti i dvd di Buffy e Angel, e sono ancora delusa per il brutto finale di Angel. Grazie a Weirde per aver segnalato il fumetto.
    Tornando a Buffy, dei suoi uomini ho sempre preferito Spike.
    Non sono però d'accordo con Caroline. Buffy non è mai stata, a causa del suo 'lavoro', una vera adolescente e quindi, per me ha amato Angel di un amore adulto che però era incompleto.
    Capitan America, come lo chiamo io, ha creduto, ha voluto amarlo, perchè cercava una relazione normale. Tuttavia lei non era normale e quindi non poteva esserci che Spike.
    L'amore per Spike lei lo ha sempre negato ma credo sia quello che alla fine le ha dato di più.
    Naturalmente, sono solo supposizioni.
    Miriam

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!