LMBR incontra...ORNELLA ALBANESE (seconda parte)

Continua la nostra intervista a una delle più note autrici di romance italiane, Ornella Albanese che pubblicherà a settembre il suo nuovo romanzo per IRM, Il profumo dei sogni, la storia di un uomo che ha perduto la capacità di sognare. Il protagonista si chiama Tomaso, un personaggio già incontrato nell’ultimo romanzo di Ornella “L’avventuriero che amava le stelle”, che è stato un grande successo.

( Leggi QUI la prima parte dell'intervista pubblicata ieri)

LMBR: Stai scrivendo un contemporaneo. Cosa ti ha spinta a fare un tuffo nell presente?
Ornella Albanese: Il mio è stato un ritorno al contemporaneo, perché prima del romance storico avevo pubblicato racconti e romanzi di ambientazione contemporanea. Premesso che il Romance storico è il genere che preferisco in assoluto, sto vivendo la stesura di questo romanzo come una parentesi piacevolissima. Direi che la sensazione più precisa è di divertimento, perché la storia è allegra e ironica, ma con spunti di riflessione.

LMBR: A settembre uscirà presso IRM un tuo nuovo romanzo. Ci puoi anticipare il titolo e l'ambientazione storica? magari dirci due parole sull'eroe e l'eroina?
Ornella Albanese:Il titolo del romanzo è Il profumo dei sogni ed è la storia di un uomo che ha perduto la capacità di sognare. L’uomo è Tomaso, personaggio rilevante del mio ultimo romanzo “L’avventuriero che amava le stelle”. Le lettrici che hanno letto “L’avventuriero”, ritroveranno personaggi e ambientazioni che conoscono. Tra i personaggi, Lucilla, Camelia, Riccardo Astolfi, ma anche nuovi, uno dei quali particolarmente intrigante. Le lettrici che invece non conoscono “L’avventuriero”, leggeranno un romanzo perfettamente autonomo, che è un sequel ma potrebbe anche non esserlo.

LMBR: A proposito di eroi: spesso rispondono a dei cliché cui noi lettrici, molto volentieri, ci adattiamo. In realtà, credo che proprio la ripetitività di certi schemi (happy ending compresa) sia ciò che cerchiamo nel romance. Qual è il tuo pensiero a riguardo e senti mai nei tuoi romanzi la necessità di rompere questi schemi?
Ornella Albanese:Io ho provato a rompere lo schema della coppia unica protagonista. E infatti ho dato ai personaggi minori, di romanzo in romanzo, sempre più spessore fino ad arrivare all’ultimo, “L’avventuriero che amava le stelle”, dove più storie importanti si intrecciano (atipico per un romance, mi è stato detto da una lettrice)
All’ happy ending, invece, non è possibile rinunciare. Considerate però che, se due personaggi “vincono” e possono quindi viversi il loro lieto fine, ce ne sono di conseguenza altri che “perdono”. A me piace regalare uno sguardo particolare ai personaggi senza lieto fine.

LMBR:
Leggi abitualmente i rosa delle tue colleghe, italiane o straniere? Com'è a tuo avviso il livello del romance pubblicato oggi in Italia?
Ornella Albanese :Poiché il mio grosso problema è il tempo, non riesco a leggere tutto quello che vorrei, ma di tutte le mie colleghe italiane ho letto almeno un romanzo. Quanto al livello del Romance pubblicato oggi in Italia, ritengo che sia più alto che nel passato, e anche le traduzioni, a mio avviso, sono più accurate.

LMBR:
Un'autrice affermata come tu sei può ancora avere problemi con gli editori, in altre parole, non trovare chi la pubblichi?
Ornella Albanese:Come dicevo, per arrivare fin qui non ho incontrato grandi ostacoli, anzi direi che tutto è stato fin troppo facile. Ho idea però che l’ultimo passo, quello per approdare in libreria, potrebbe rivelarsi molto difficile.

LMBR:
A proposito di editori romance: cosa ne pensi della situazione italiana? Il romance vende bene, ma gli editori importanti, essenzialmente, rimangono tre, e tutti e tre prediligono i prodotti stranieri, magari anche se tagliati con l'accetta. Una politica editoriale valida o suicida? Come la definiresti? Credi che le case editrici dovrebbero fare qualche sforzo promozionale in più, almeno per le autrici italiane?
Ornella Albanese: Preferire autrici straniere significa andare sul sicuro, perché si tratta per lo più di romanzi già collaudati, che hanno già avuto buone vendite. A ciò si aggiunge una certa esterofilia delle lettrici, e questo spiega perché alcune case editrici imponessero alle autrici italiane uno pseudonimo straniero (l’ho usato anch’io). Adesso le cose stanno cambiando, grazie anche al sostegno di molte bloggers. E se io fossi la responsabile di una casa editrice, valorizzerei le poche autrici italiane che, con il loro nome italiano, sono riuscite a emergere in un mercato che compra prevalentemente straniero.

(Qui sopra una foto di Ornella Albanese insieme a altri nomi illustri del romance italiano al meeting La Vie en Rose 2010 )

LMBR: Il sistema distributivo legato all' edicola, secondo te, è ancora valido? Non è un po' mortificante per chi scrive vedere il proprio romanzo bruciato in qualche settimana per lasciar spazio alle pubblicazioni successive? E poi, se un tempo le edicole vendevano solo parole o immagini, oggi sono un vero bazar!
Ornella Albanese: Tocchi un punto dolente. L’edicola ha, o dovrebbe avere, una distribuzione più capillare, ma presenta il grande svantaggio di offrire una reperibilità limitata. Nel caso delle saghe, per esempio, come fa una lettrice a recuperare i libri precedenti se non li ha acquistati a suo tempo? Anch’io ho appena scoperto che i miei libri sono introvabili anche negli archivi Mondadori, e quindi non c’è nessuna possibilità di reperirli se non nei mercatini dell’usato.

LMBR: Un altro punto dolente, di cui le lettrici spesso si sono lamentate: le copertine, spesso ridicole più che sexy. Credo che sulle copertine le autrici dovrebbero dire la loro perchè sono di fatto la confezione in cui viene racchiuso il loro lavoro, il packaging come si direbbe oggi. Tu sei contenta delle tue? Ce n'è qualcuna che proprio non ti è piaciuta?
Ornella Albanese: Diciamo che a me non piace in assoluto la tipologia della coppia travolta dalla solita passione, ma, detto questo, non creo problemi per avere una cover piuttosto che un’altra. Farebbe la differenza riuscire a ottenere una copertina completamente diversa (come quelle della collana Emozioni per intenderci), ma poiché sembra che la tipologia non possa cambiare, me ne faccio una ragione. Quindi rispondo al contrario, citandoti un paio che mi sono piaciute: la cover di “Cuore di lupo”, valorizzata da una bella densità di colori, o quella di “Inganni d’amore”, originale per la presenza di una donna sola, di spalle.

LMBR:
Le lettrici: tu hai un bellissimo sito (su cui Ornella pubblica anche dei deliziosi racconti inediti!). Come sono i tuoi rapporti con le lettrici?
Ornella Albanese: Sono contenta che ti sia piaciuto il mio sito, perché ci ho lavorato davvero tanto, per la scelta delle foto, della musica dell’intro, delle pagine in lettura, del filo conduttore. Anche per i racconti, il primo un giallo in due puntate, il secondo un miniracconto in 50 righe. A giugno penso di inserire l’incipit del nuovo romanzo.
Il rapporto con le lettrici è l’aspetto più emozionante del mio lavoro. Per anni ho scritto con l’unico riscontro delle copie vendute, un riscontro piuttosto freddo. Adesso invece, grazie ai blog e alle mail che arrivano al mio sito, ho proprio la percezione del calore e dell’affetto. Senza contare che i consigli delle lettrici sono preziosi.

LMBR:
Credo che chi scrive, di scrivere non si stanchi mai. Emotivamente, a te cosa dà?
Ornella Albanese: La sensazione di avere una via di fuga piacevolissima. Quando la realtà si fa un po’ grigia, un po’ noiosa, fare una capatina in un universo parallelo è molto intrigante.

LMBR:
Un'altra tua passione?
Ornella Albanese: Se avessi tempo, coltiverei molte passioni, invece sono costretta a scegliere. Per anni ho disegnato (avevo una buona mano), per qualche mese ho dipinto (male), ma si tratta di attività che richiedono tempo. Allora scelgo di scrivere. Mi piacciono i bei film, i libri che abbiano guizzi di genialità, mi piace viaggiare e poi ho la passione del mare, quello profondo e trasparente del Salento.

Ringraziamo moltissimo Ornella Albanese per questa bellissima intervista che a noi è sembrata una chiacchierata fra vecchie (ehi! nel senso che si conoscono da sempre!) amiche.



Vivienne



Ornella ama rimanere in contatto con le lettrici e ha un bellissimo sito da esplorare, con qualche inattesa, piacevole sorpresa .

Andatela a trovare su: http://www.ornellaalbanese.it/

Guarda QUI la video-intervista a Ornella durante il meeting
La Vie en Rose 2010.

BIBLIOGRAFIA DI ORNELLA ALBANESE

Conoscete i romanzi di ORNELLA ALBANESE? Avete domande da fare all'autrice, o dire la vostra su qualche argomento toccato nell'intervista? Lasciate un commento.


12 commenti:

  1. Francamente non capisco perché non si possa dare spazio ad autrici così brave anche in libreria? Ok, per la scelta di privilegiare gli stranieri che sono già stati "collaudati" nel loro paese e offrono più sicurezza. Però anche Ornella Albanese ha dato prova di bravura e ci sono molte lettrici che le sono affezionate. Perché allora limitare i suoi romanzi alle edicole? Ma a questa domanda temo possano rispondere solo gli editori.

    RispondiElimina
  2. Grazie Luna per esserti posta una domanda che mi sono posta anch'io molte volte. Le mie colleghe italiane sono tutte bravissime e molto "lette", ma non mi risulta che la libreria abbia spalancato le porte.
    Mi sfugge davvero questa logica di mercato.
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  3. Ciao, Ornella! Bellissima intervista, mi ha ricordato te, per il poco che ti conosco: equilibrata, lucida, con la giusta dose di razionalità ed ironia. Un bacione, Roberta Ciuffi

    RispondiElimina
  4. Che piacere leggere il tuo commento, Roberta! Grazie, e spero di rivederti presto!
    Ornella

    RispondiElimina
  5. Ho trovato Ornella una persona dolce e solare al tempo stesso. Mi ha stupito la sua dialettica accurata ma non altolocata. Averla vista dal vivo a La vie en rose ha aumentato la mia stima nei suoi confronti....e questa intervista l'ha solo rafforzata!
    Bravissima scrittrice e persona riservata.

    RispondiElimina
  6. Ciao Samanta, sei davvero gentile. Anche se continuavo a dire di no, a La Vie en Rose ero molto emozionata, non capita spesso di poter avere un incontro così ravvicinato con le lettrici!
    Spero di rivederti alla prossima edizione!
    Ciao,
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  7. é stata una bella esperienza anche per noi lettrici...Sei gentile!
    Complimenti.

    Samanta

    RispondiElimina
  8. Cara Ornella, brava.
    Ho letto con molto piacere la tua intervista, e grazie a questa ho avuto la possibilità di conoscerti e rafforzare già l'ottima impressione che mi ero fatta di te a La vie en rose.
    Ho letto il tuo Inganni d'amore e mi è piaciuto. La copertina, fra l'altro, con il solo personaggio femminile è bella, delicata e... presentabile.
    Ciao,
    Miriam

    RispondiElimina
  9. Ciao Miriam,
    Inganni d'amore è uno dei primi romanzi ambientati nell'800, poi, come dico nell'intervista, ho sperimentato un po'. Grazie per il tuo commento, l'ottima impressione a La vie en rose è stata reciproca.
    Un abbraccio e buon lavoro,
    Ornella

    RispondiElimina
  10. Due righe per ringraziare Vivienne.
    Se l'intervista vi è piaciuta, non posso che ripetere quello che ho già detto a Viv, che risposte interessanti possono esserci solo se le domande sono interessanti.
    Ciao e a presto,
    Ornella

    RispondiElimina
  11. Concordo con le parole di Luna.

    RispondiElimina
  12. Grazie Ornella, è stato un piacere. Sei una donna con la quale il semplice piacere delle due chiacchere fra amiche si trsforma in un momento da tenere stretto tra i ricordi.
    Viv

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!