HOT

Elizabeth Hoyt non si è accontentata di scrivere indimenticabili romanzi storici, ha voluto mettere alla prova il suo estro anche nel genere contemporaneo, più esattamente con il romantic suspense, scegliendo per l'occasione un altro nome de plume(Julia Harper)...la bravura e lo stile personale, però, sono sempre gli stessi! Enjoy!
di JULIA HARPER
Genere: Romantic Suspense
Ambientazione: Wisconsin,USA
Pubblicazione: ed. Grand Central Publishing/Forever,
gennaio 2008, pagg.404
Pubblicato in Italia: No

Parte di una serie: No. Primo Romantic Suspense contemporaneo di Elizabeth Hoyt che qui scrive con uno pseudonimo.
Livello sensualità: ALTO
Giudizio:

Durante una improbabile rapina in banca – i due banditi sono due imbecilli mascherati -, Turner Hastings, bibliotecaria dal lunedì al venerdì e impiegata di banca al sabato, ruba il contenuto della cassetta di sicurezza di Calvin Hymas, presidente della banca e sindaco della cittadina di Winosha. Turner scappa con la refurtiva, sotto le telecamere a circuito chiuso della banca. Quando, quasi per caso, l’agente speciale dell’FBI John McKinnon si accorge di questa seconda e singolare rapina nella rapina, si mette sulle tracce della ragazza, perché è il suo lavoro, ma anche perché la piccola bibliotecaria rapinatrice intravista nelle immagini a circuito chiuso della banca lo attizza non poco. Naturalmente Turner non è una ladra, ma solo una donna in cerca di giustizia. Nella cassetta di sicurezza di Hymas, infatti, spera di trovare le prove dell’innocenza di suo zio, accusato anni prima di appropriazione indebita, e della colpevolezza dello spregevole Hymas. In fuga attraverso un Wisconsin assolato e bollente, Turner con l’aiuto di John riuscirà a fare giustizia, e a trovare l’amore (speciale) della sua vita.


Turner Hastings: una donna in fuga nella soffocante estate del Wisconsin. John McKinnon: un agente (speciale – se leggerete il libro prima o poi, capirete perché “speciale “) dell’FBI, sexy e decisamente horny (arrapato) , sulle sue tracce. Dante Torelli, il suo elegante collega di origine italiana che veste Hugo Boss anche in azione. Squeaky, un alano arlecchino, sempre affamato e troppo affettuoso. Due fools, Yoda e Sponge Bob, gli sfigatissimi rapinatori di banca che fanno da contraltare comico alla vicenda. Calvin Hymans, un politico ovviamente ambizioso e cattivo, avido e untuoso. Ecco, in breve, i personaggi principali di HOT, il primo contemporary di Elizabeth Hoyt nome de plume di Nancy M.Finney, che ha scelto, per questa sua nuova veste di scrittrice di romantic suspense, di firmarsi con un secondo nom de plume, Julia Harper.
Un romantic suspense a tutti gli effetti, Hot, ma giocato sui toni leggeri della commedia, con uno stile e un dialogo veloci e brillanti e due protagonisti in continua evoluzione: lei, da bibliotecaria racchietta e insignificante, si trasforma in una intrigante Bonnie Parker (quella di Bonnie and Clyde), determinata e piena di risorse nel riuscire a sfuggire alla legge (deve aver visto un sacco di telefilm polizieschi); lui, da agente (speciale) FBI tutto d’un pezzo, in uno sceriffo quasi connivente con la fuggitiva. Il suo, più che un inseguimento, è un corteggiamento. Perché a John è bastata un’occhiata alle riprese a circuito chiuso della banca per capire che dietro l’aspetto dimesso e un po’ scialbo di Turner si cela la donna dei suoi sogni più irriferibili.
Be’, dopotutto il romanzo si intitola Hot (bollente), non solo perché si svolge durante una torrida estate … E sappiamo quanto la signora Hoyt, che è nata e cresciuta in Wisconsin, possa essere brava con la penna quando il termometro schizza verso le massime…
Per farla breve: la trama è forse prevedibile. Ma il fatto che la nostra eroina rischi il tutto e per tutto trasformandosi in una fuorilegge in nome della giustizia, e che lo faccia con indubbia spavalderia, è godibile, se non originale. Così come la perseveranza di John nel seguirla con galanteria, non a sirene spiegate. Ed è confortante che fino a circa la metà del romanzo (380 pagine, meno di quelle degli historical della Hoyt) i due protagonisti, per quanto inesorabilmente attratti l’uno dall’altra, non si incontrino neppure, se non di sfuggita. I due comunicano per telefono (che non si scarica mai, beati loro), e la loro voce si trasforma in uno strumento di seduzione:
Her voice was so husky it was scratchy….His horny brain immediately flashed on her in a big soft bed…
La voce di lei era tanto ruvida da graffiare... Il suo cervello arrapato se la immaginò immediatamente in un grande, soffice letto…
…pensa l’agente speciale McKinnon quando la sente al telefono . Ma in questa avventura on the road un po’ gialla e un po’ rosa, non è John a ritrovarsi Turner in un morbido, grande letto, ma lei a trovare lui. Niente male per il primo appuntamento. Rifugiatasi in un motel, Turner è sotto la doccia mentre John si intrufola prima nella sua camera (noi non ci riusciremmo, ma per lui è un giochetto, non per niente è un agente –speciale- dell’FBI) e poi nel suo letto. E per non allarmarla, per presentarsi a lei come un inerme angioletto, si ammanetta pure alla testata del letto. Dai, John, raccontacela giusta! Il giochino delle manette ha un altro scopo. Scopo che immancabilmente l’agente (speciale) raggiunge.
In 380 pagine ci sono tre scene hot, forse troppo hot, che non scherzano.

Il resto, fra inseguimenti e sparatorie, è lasciato all’ indagine che porta John e il lettore a scoprire i motivi che fanno di Turner una quasi criminale. L’autrice avrebbe potuto forse lasciare nel suo word processor il personaggio di Rachel, la figlia sedicenne di John. Perché, mi chiedo, deve essere ormai obbligatorio che tutti i poliziotti od agenti (speciali e non) FBI di libri, telefilm e film debbano avere un matrimonio disastroso alle spalle e un figlio rancoroso predisposto all’odio verso il genitore? Per dare una nota tormentata all’eroe, lo so, ma che barba!
Il pregio e il difetto del romanzo? La leggerezza. Ma si merita un 4, di stima.
Per finire ancora tre brevi appunti:
1) Dante Torelli, il collega con cui John non va assolutamente d’accordo, sarà l’interprete del prossimo romantic suspense di Julia Harper: For the Love of Pete in uscita negli Usa a gennaio. Lo leggeremo. (per leggere il primo capitolo, in inglese si intende, vai su http://www.juliaharper.com/books/pete.php)
2) Thank God per la copertina. Senza bicipiti maschili in bella vista e lingerie femminile in caduta libera. Una copertina da portarsi dietro senza occhiali scuri anche in metropolitana.
3) Uscirà il romanzo in edizione italiana? Ah!, saperlo, saperlo. Ma investigheremo.

DA LEGGERE DELLA STESSA AUTRICE

CHI LA PENSA COME ME...

"Pulls you in from the first sentence and carries you along on a gleeful romp you won’t want to end!" —Stephanie Bond, author of the Body Movers series

"Hot, sexy characters in fast-moving situations with searing realism. There is a scene in this book involving handcuffs, Turner and Special Agent MacKinnon that is way off the hotness scale. Let’s just say that this is a book I enjoyed the first time, and I know I will enjoy many times more. HOT? Yes, I’d say that perfectly describes this book."—Kay James, Romance Reader at Heart

"A fabulous story! This built in intensity until one could hardly wait to see the sparks that would fly when they inevitably met. The determination of both was wonderfully portrayed, as was their growing desire. A truly exciting and intriguing book, this was one that could not be put down until the end. " —The Romance Readers Connection

E CHI NON PROPRIO...

Traduzione della recensione di Lawson dal sito the Good, the Bad,the Unread
Lo humor è sforzato, gli equivoci fastidiosi e anche se ci sono alcune scene d'amore molto intense è un po' come guardare un porno (almeno per me): è lì e ti fa sentire così perchè sembra derivare più da una una risposta istintiva che da sentimenti e desideri reciproci.Quello che mi ha spinta a continuare a leggere è John, perchè, a parte il suo spasimare per una criminale, ha diverse questioni per le mani e alla fine riesce a risolverle tutte piuttosto bene. Lo stile è buono. La Harper sa usa molto bene le parole e sebbene la storia lasci molto a desiderare, è ben scritta e si legge con facilità. Suppongo che il modo migliore di definire questo romanzo sia dire che ha molto stile ma non altrettanta sostanza. Troppi cliché e un umorismo un po' troppo sforzato non riescono a fare un buon romanzo, nonostante la buona scrittura.
COME INIZIA ...
In Turner Hastings' opinion, the bank robbery didn't go truly bad until Yoda shot out the skylight. Which was not to say that the robbery hadn't had its problems up until that point.

It started out as a typically busy Saturday. Turner was working the drive-through teller station, peering out the bullet-proof glass at the customers in cars. It was almost noon—closing time for the First Wisconsin Bank of Winosha. Nasty old Mr. Johnson had just pulled up and begun fumbling with the plastic canister in the pneumatic tube when she heard the commotion behind her. She glanced over her shoulder in time to see two men rush the bank counter. ...

...leggi il resto sul sito dell'autrice.



VIVIENNE


Nessun commento:

Posta un commento

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!