MARIANGELA CAMOCARDI ci racconta la sua esperienza al Women's Fiction Festival di Matera

Domenica 27 settembre 2009 si è chiuso il sipario sulla sesta edizione del Womens' Fiction Festival di Matera, che è al momento l'unica occasione importante in Italia per scrittori/scrittrici, editor, agenti, editori anche internazionali e lettrici di incontrarsi e trattare temi relativi alla narrativa femminile ( di cui il romanzo rosa è una ramificazione) unitamente ad altri aspetti legati alla produzione e distribuzione dei romanzi d'intrattenimento. Il WFF è, per chi scrive, una buona occasione d'incontro e condivisione di esperienze , oltre a prevedere momenti dedicati all'approfondimento di tematiche legate al mondo della scrittura e allo sviluppo delle tecniche espressive. Tema di quest'anno: Il mestiere di scrivere, la letteratura voce del mondo .

Così per il sesto anno consecutivo autrici (e autori) provenienti da tutto il mondo si sono dati appuntamento nella città dei Sassi per partecipare al suo Congresso Internazionale per scrittori e alla Borsa del Libro. Dal programma del festival vediamo che la presenza di addetti ai lavori anche stranieri è stata importante, c'erano fra gli altri: Deb Werkman, editor della casa editrice americana Sourcebooks; Kate Burke, editor della casa editrice inglese Penguin Books, Katherin Wolf, editor della casa editrice tedesca Droemer-Knaur Verlag. Tra gli agenti americani: Michael Larsen ed Elizabeth Pomada della Larsen & Pomada Literary Agency, Christine Witthohn, della Book Cents Literary Agency. Dall’Inghilterra, Karolina Sutton dell’agenzia Curtis Brown.Tra gli editor italiani: Sergio Altieri di Mondadori, Alessandra Bazardi di Harlequin Mondadori, Marcella Meciani di Mondolibri, Dalia Oggero di Einaudi . Gli agenti italiani: Maria Paola Romeo di Grandi e Associati e Claire Sabatié-Garat dell’agenzia Marco Vigevani.

Alcuni degli argomenti trattati
al festival: le tendenze nel mercato della Women’s Fiction; le storie che gli editor cercano per soddisfare i gusti dei lettori; i contratti di agenzia e le royalties, le strategie di sopravvivenza per gli scrittori; i metodi per sconfiggere la crisi attuale che naturalmente ha colpito ancheil settore editoriale; i nuovi dispositivi elettronici nel mercato dell’editoria.

A parte gli incontri per gli addetti ai lavori, il WFF ha ricordato anche gli interessi del pubblico delle lettrici con presentazioni di libri, dibattiti e tavole rotonde. Tra gli ospiti di questa edizione erano presenti : Alan D. Altieri, Elisabetta Bucciarelli, Elisabetta Bricca, Paola Calvetti, Mariangela Camocardi, Alessandra Casella, Clarissa Clark, Rachelle Chase, Silvia Di Natale, Luigi Garlando, Linda Ferri, Cinzia Leone, Mary Leo, Giorgia Lepore,Tiziana Merani, Carlotta Mismetti Capua, Letizia Muratori, Elisabetta Rasy, Sylvia Z. Summers, Giuseppina Torregrossa, Cristina Sivieri Tagliabue, Annamaria Testa e altre.( Per il programma completo, guardate qui.)

Inutile dire quanto la sottoscritta sia stata tristissima di non aver potuto partecipare (causa problemi di lavoro) e di come spera vivamente di poterlo fare il prossimo anno, innanzitutto perchè è una rassegna che copre tematiche a cui chi scrive questo blog è molto interessata , anche perchè incontrare autori e editor rosa tutti insieme poteva essere un'occasione più unica che rara!, e poi perchè Matera è una cornice davvero affascinante !
Sapendo di non poter partecipare, ho chiesto a Mariangela Camocardi, famosa scrittrice romance e lettrice di questo blog, che al Womens' Fiction Festival ha tenuto una conferenza per il Laboratorio di Scrittura creativa sul tema Scrivere un Romanzo Storico- l'epoca giusta per la storia giusta, di farci un mini resoconto della sua esperienza al festival. Mariangela ha accettato molto volentieri la mia proposta ed ecco cosa ci ha raccontato...

WOMENSFICTIONFESTIVAL 2009
Care amiche di Mia Biblioteca Romantica, si respirava un'atmosfera magica a Matera nei giorni del Festival.

Sono arrivata in questa meravigliosa città venerdì 25 settembre, e mentre mi dirigevo alla Monacelle, un palazzo antico dove si teneva il dibattito:"Avanti femmine! Più donne che leggono, più donne che scrivono, più donne che scalano le classifiche! Cercasi storie non solo d'amore." ho incrociato Mariateresa Cascino, una delle organizzatrici del WFF, con Alessandra Casella, madrina della manifestazione. Un incontro cordiale, capace di allacciare tra noi quel filo invisibile che ha reso speciale questa edizione 2009. Subito dopo ho abbracciato Elisabetta Bricca, amica e collega di penna, June Ross, che si aggirava instancabile nelle varie Sale Convegni con la sua telecamera per registrare interviste e i momenti più significativi degli incontri tra pubblico e scrittrici, e poi Roberta Ciuffi, scrittrice che non ha certo bisogno di presentazioni, Sergio Altieri, Alessandra Bazardi e Paola Ronchi, di Harlequin Mondadori Italia. Il clima era molto amichevole e mi sono sentita subito a mio agio. Dopo aver assaporato le specialità del posto in uno dei caratteristici ristoranti, tutti insieme alla stessa tavola, siamo tornati alle Monacelle per il Corso di scrittura: "Scrivere un romanzo storico"
La prima autrice a fare lezione è stata proprio Elisabetta Bricca, che ha parlato del maschio alpha, ovvero l'uomo che non deve chiedere mai... o quasi.La seconda autrice ero io e la mia l
ezione era l'epoca giusta per la storia giusta. La terza autrice era Sylvia Z.Summers, che ha parlato del libro come un film. Tecniche di sceneggiatura per scrivere un romanzo.
Devo dire che ce la siamo cavata benissimo, a dispetto della grande emozione di tutte e tre. Abbiamo proiettato dei video che sono stati accolti con entusiasmo dal pubbblico presente, e che hanno coadiuvato l'argomento affrontato da ciascuna di noi. Non vorrei sembrare immodesta, amiche del blog, ma credo di poter affermare che le scrittrici italiane si sono fatte onore al WFF.
Finito il workshop siamo andate a palazzo Lanfranchi per la presentazione del romanzo Io ti perdono, un noir scritto da Elisabetta Bucciarelli, oltretutto simpaticissima e disponibile a scambiare due chiacchiere con noi autrici romance. L'ha presentata Sergio Altieri e moderava l'incontro l'altrettanto bravissima Alessandra Casella. Alla fine siamo andati tutti a mangiare una pizza in una Matera che sembrava un presepe vivente, illuminata com'era da luci che esaltavano la tipica bellezza dei "Sassi".

Sabato 26 settembre
Un mattino contraddistinto da un cielo imbronciato ma per fortuna senza pioggia. Durante la mattinata alle Monacelle e a Palazzo Lanfranchi si sono succeduti vari dibattiti, tra cui: Linguaggio e scrittura, tenuto dalla pubblicitaria Annamaria Testa; Al termine Carlotta Mismetti Capua, autrice de La città di Asterix- Il Diario di Facebook, moderato da Cinzia Leone. Alle 10.30 si è parlato di Internet e social networking: come si costruisce la comunità dei lettori, presentazione dell'Ereader Kindle, Anne Stirnweis, Amazon.de, Germania. A seguire The Google Settlement, con varie agenzie letterarie.
Poi alle 12.30 è toccato a me un faccia a faccia col pubblico alle Monacelle, argomento: Il romance in Italia tra orgoglio e pregiudizio.
Sedevano al mio fianco Alessandra Bazardi e Sergio Altieri, come angeli custodi, e davanti a me nelle poltrone June Ross, che riprendeva l'incontro, le autrici Bricca, Ciuffi, Summers e Stefania Auci, una giovane aspirante scrittrice che ha incontrato alcuni editor al fine di ottenere la pubblicazione del suo romanzo. Un dibattito, quello sul romance, che ha catturato l'attenzione delle persone presenti. Ho parlato delle difficoltà a pubblicare delle aspiranti autrici italiane, chiedendo a Bazardi e Altieri una maggiore apertura ai nuovi talenti di casa nostra. Si sono dichiariati disponibili a farlo. Il pomeriggio c'è stato per noi autrici italiane il momento clou della manifestazione, cioè l'incontro con le nostre lettrici. Eravamo emozionatissime ma poi la gioia del contatto diretto con chi legge i nostri libri ha sciolto la tensione. L'interesse mostrato dalle persone intervenute hanno reso indimenticabile l'appuntamento di palazzo Lanfranchi. Ci hanno fatto molte domande e noi, oltre a soddisfare le curiosità a proposito del nostro lavoro , abbiamo autografato e regalato i nostri romanzi alle signore presenti.
La sera, prima del party a Palazzo Gattini, c'è stata l'assegnazione del premio Baccant
e a Brunonia Barry per il suo romanzo La lettrice bugiarda. Presentava Alessandra Casella e a premiare l'autrice è stata Alessandra Bazardi, elegantissima e affascinante. Anche June Ross, con il premio Bravo istituito dal suo blog, ha consegnato targhe ricordo alle organizzatrici del WFF, Elisabeth Jennings, Mariateresa Cascino e Maria Paola Romeo, e a Harlequin Mondadori per il loro fondamentale contributo alla letteratura femminile. Eravamo tutte lì a battere le mani perchè la letteratura è il nostro mondo e qualunque iniziativa in tal senso merita un plauso da parte nostra.
Il party è stato fantastico, Abbiamo incontrato Daria Bignardi, che presentava l'indomani il suo libro Non vi lascerò orfani, e altre autrici simpaticissime quali Rachelle Chase, Brunonia Barry, Susan Phoenix e altre ancora. C'era anche l'amica Silvia Basile, che ci ha fatto delle fotografie favolose, e i camerieri si destreggiavano a stento tra noi signore sontusamente abbigliate, portando vassoi carichi di squisitezze (un vero attentato alla linea, ve lo assicuro, ma come resistere?). Si avvertiva un senso di appartenenza fortissimo, cioè quella condivisione sincera e tangibile che forse solo le donne sanno creare quando intelligenza, sensibilità e amicizia convergono in un contatto umano che arricchisce l'interiorità. Ho conosciuto persone splendide, quella sera, persone che non dimenticherò mai. E tra me e le colleghe presenti si è rafforzato il legame che già ci univa, un legame fatto di solidarietà, stima e leale amicizia. Deve essere così.

Domenica 27 settembre
Ci siamo svegliate con la pioggia. Si avverte nell'aria che è giunto il momento dei saluti e la nostalgia già pungola il cuore. Le valigie sono solo da chiudere, ma prima ci dirigiamo alle Monacelle per ascoltare il dibattito New media e multimedialità nell'editoria. Booktrailer, youtube, group blog, self-publishing. Partecipano Rachelle Chase, scrittrice, Nancy Citro, Associazione Culturale Tiaso, Rosaria Kimbler, June Ross Bloggers, moderatore Giovanni Moliterni. L'incontro è molto vivace... il libro è ormai strettamente connesso con il web e si fa conoscere non con i metodi tradizionali,
ma proprio grazie a Internet e ai blog che ne fanno le recensioni.Una discussione interessante e seguitissima dal pubblico, presente numeroso nella Sala Convegni.
Poi siamo davvero all'epilogo di giorni che definire incantati è riduttivo. Chi deve prendere l'aereo, chi il treno, chi il pullman... ci abbracciamo con la promessa di rivederci presto e ciascuna di noi porta nel cuore il ricordo di questa esperienza straordinaria che ho provato a raccontarvi. E' stata una proficua escursione nella narrativa al femminile e ho conosciuto persone che nutrono per la letteratura amore puro, qualunque sia il genere che ispira i nostri scritti. Ed è stato soprattutto meraviglioso incontrare la gente che acquista e legge i nostri libri, come Diana Tragno. Il WFF è un evento culturale che oltre a offrire a noi scrittori una vetrina prestigiosa in cui esporre le nostre opere, dà l'opportunità ai nuovi autori di avere un rapporto diretto con editor e case editrici, com'è accaduto a Giuseppina Torregrossa nel 2008 con il libro Il conto delle minne, pubblicato da Mondadori.
Chiudo qui il diario dei miei giorni a Matera con il consiglio di fare voi stesse questa bella esperienza, e ringraziando l'amica Francy per avermi di nuovo aperto le porte del suo salotto, permettendomi di conversare di libri con voi, amiche di Mia Biblioteca Romantica.


Mariangela Camocardi



Ci sono tutte le 'regine del romance' italiano in questa foto! (Da sinistra) Elisabetta Bricca, Alessandra Bazardi, Roberta Ciuffi, Mariangela Camocardi, Sylvia Z. Summers, Silvia Basile


Cosa poteva desiderare di più il nostro blog che una cronaca del WFF fatta da una delle nostre autrici rosa più popolari? A nome di tutte le amiche del blog ringrazio moltissimo Mariangela Camocardi per aver condiviso con noi la sua bella esperienza a Matera e speriamo, l'anno prossimo, di poter dire che c'eravamo anche noi! ( Grazie anche per le bellissime foto di cui è autrice Silvia Basile!)

Se volete lasciare i vostri commenti e/o fare eventuali domande a Mariangela Camocardi sulla sua esperienza al Women's Fiction Festival, siete come al solito benvenute!

13 commenti:

  1. Francy son contenta che hai messo un post dalla viva voce di Mariangela che lo ha vissuto.
    Quello che posso dire è che ho seguito tutte come un'ombra, è stata una esperienza interessantissima e splendida. La compagnia che ve lo dico a fare è stata perfetta, magari averla tutti i giorni! ;)
    Che dire delle lezioni delle tre autrici, vi giuro magari potessero essere aperte ad un pubblico più vasto perché in verità sono state coinvolgenti.
    Francy hai fatto bene ad usare le foto, mi ha detto Mariangela che cercavi invano di contattarmi, ma per me è stato un piacere se ti sono state utili.

    RispondiElimina
  2. Io c'ero, io c'ero!!!
    Lo dico con orgoglio, perchè ho avuto il piacere di condividere momenti meravifliosi, in cui il tempo sembrava sospeso. Si è cotruita tra noi una sottile complicità, quella "sorellanza" che si genera tra sorrisi, qualche lacrime e risate. Ho avuto il piacere e l'onore di incontrare persone sensibili e attente, che mi hanno aiutato nei momenti in cui la tensione sembrava disintegrarmi...perchè presentare il prorpio scritto a editor nazionale è una cosa che fa tremare i polsi, credetemi.
    Devo un grazie particolare a Elisabetta, Mariangela, Silvia & Silvia, June e Roberta...e alla magnifica Monica. Mi avete aiutato e sostenuto in modo fantastico.
    Io non so cosa succederà, se qualcuno troverà il mio lavoro interessante...è chiarò che me lo auguro ma in questo momento ciò che custodisco nel cuore e che mi ha lasciato una sorta diretrogusto dolce è il legame e la complicità che si sono create tra noi.
    E' un momento da incorniciare, che non dimenticherò facilmente.
    stefania auci

    RispondiElimina
  3. Mi sarebbe piaciuto tantíssimo essere a Matera!!!! Per tali argomenti interessanti che sono state dette e le sessioni di romanticismo storico. Ma cè il lavoro... e l'Spagna si é lontano....
    Grazie a te, Francy, e Mariangela e questa cronica splendida mi sento come se fossi stato lì.
    Baci.

    RispondiElimina
  4. E' stata davvero una bellissima esperienza!!! Concordo ;o) In attesa di rivederci tutte, un abbraccio
    Elisabetta

    RispondiElimina
  5. io da lettrice posso assicurarvi che è stata un'emozione unica essere stata li e aver abbracciato personalmente tutte queste scrittrici che dal vivo sono ancora più deliziose e gentili di quanto possano apparire...

    RispondiElimina
  6. Che cronaca spettacolare! E' andato proprio tutto così e c'è stato molto di più: emozioni che non si possono descrivere a parole.
    Un'esperienza magica.
    Grazie a tutte voi!
    Elisabetta Bricca

    RispondiElimina
  7. Innanzi tutto un grazie a Francy per il bellissimo post che ha dedicato al womensfictionfestival e a noi che abbiamo partecipato come ospiti. Io mi sono limitata a raccontare come l'ho vissuto ma lei, da perfetta padrona di casa, ha reso il diario delizioso. Naturalmente ringrazio le amiche del blog e le colleghe scrittrici che hanno lasciato un commento: Olivia Ardey, Elisabetta Bucciarelli, Elisabetta Bricca. Sto inoltre facendo il tifo per Stefania Auci affinchè possa presto avere la gioia di vedere stampato il suo primo romanzo. Grazie anche a Silvia per il servizio fotografico, e a Diana.
    Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  8. RAGAZZE, dopo aver letto anche i vostri commenti, adesso ancora di più mi spiace non poterci essere stata!Uffa!! :0(
    Grazie alla cronaca di Mariangela e alle belle foto di Sivia però, abbiamo potuto vivere in prima persona il meeting.PEr questa volta dovremo accontentarci, guardando all'anno prossimo o a qualche altra occasione che prima o poi potrà farci incontrare.

    Baci
    Francy

    RispondiElimina
  9. Grazie, grazie, grazie!!!! Mariangela sei un tesoro!

    RispondiElimina
  10. Ma che post meraviglioso, Mariangela grazie!

    Francy anche io volevo tanto andarci ma il lavoro me lo ha impedito. Il prossimo anno però potremmo organizzarci.
    Reggiane a Matera!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. Dovevo esserci con un'amica ma facendo i conti non ce lo siamo potute permettere (andavo soprattutto per conoscere Mariangela) e così niente da fare. Speriamo l'anno prossimo...
    Grazie Mariangela per aver condiviso con noi la tua esperienza. ^_^

    RispondiElimina
  12. Ciao Veronica, Lady Aileen, mi fa piacere il vostro apprezzamento per le mie "cronache di Matera". Sì, credo proprio che avreste dovuto esserci. Chiunque ami la lettura e i libri avrebbe dovuto venire, aggregandosi al nostro gruppo,vedi Silvia Basile. E meno male che lei c'era e ha potuto fotografare e filmare tutto o quasi. Ma comprendo che non sempre il volere qualcosa agisca da passe-partout, soprattutto quando ci sono impegni di lavoro. Mi auguro e vi auguro che nelle prossime edizioni ci sia l'opportunità di ritrovarci tutte insiene al womensfictionfestival. Vi abbraccio,Mariangela

    RispondiElimina
  13. Ribadisco la voglia di andarci...Veronica il gruppo 'Emiliane per Matera' suona bene, pensiamoci! :0)
    Baci
    Francy

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!