UN'ESTATE DA RICORDARE di Mary Balogh ( I Romanzi Mondadori)- Recensione


FINALMENTE MONDADORI HA PUBBLICATO QUESTO ROMANZO IN EBOOK, SE NON L'AVETE MAI LETTO UN'OCCASIONE IMPERDIBILE PER FARLO. E' UNO DEI MIEI INDIMENTICABILI, CHE ENTRA DIRITTO NELLA NOSTRA HALL OF FAME DEL ROMANCE.


Autrice:  Mary BALOGH
Titolo originale: A Summer to Remember
Genere: Storico
Ambientazione: : Inghilterra, epoca Regency
Pubblicazione: ed. Dell,  2003, pagg.384
Pubblicato in Italia:  ed. Mondadori, 2003/2007- collana Best Sellers; 2011 - collana Oro de I Romanzi Mondadori, nr.104
Part
e di una serie:Prequel della saga dei Bedwyn
 Livello sensualità: MEDIO
Disponibile in ebook: Sì


LA STORIA :Dopo essere stata lasciata sull’altare, Lauren Edgeworth è risoluta a non commettere mai più l’ingenuità di donare il proprio cuore a un uomo. Kit Butler, conte di Ravensberg, abbandonata la carriera militare passa le giornate dedicandosi alla sua attività preferita: scandalizzare i benpensanti. Quando però incontra Lauren, non gli sfugge che un fidanzamento allenterebbe le pressioni della famiglia affinché si sistemi. Lauren sta al gioco, decisa a troncare la relazione in autunno, e a lui non sembra vero. Ma alla fine, il ricordo di un’estate sarà davvero troppo poco…
“ Sono sempre stata una spettatrice nella vita, sapete, mai una partecipante. Mai. Ma ora lo sono. Oggi lo sono, e ne sono stupita e incredibilmente felice. Questa è l'avventura che vi avevo chiesto, l'avventura che sto vivendo, e per la quale vi sarò grata per sempre.”  

Simpatico scavezzacollo, con una fama di libertino che non disdegna, Christopher "Kit" Butler, Visconte di Ravensberg, non ha nessuna intenzione di soccombere ai piani paterni e sposare la fidanzata del suo defunto fratello maggiore ora che è il nuovo erede. Determinato a fare a modo suo, decide di tornare alla dimora avita con una sposa di sua scelta, una sulla quale nessuno possa avere nulla da eccepire, perfetta per il ruolo di nuova viscontessa. Ma dove trovare cotanta creatura? E soprattutto come fare a corteggiarla e conquistarla data la sua reputazione?
Essere abbondonata da coloro che ama sembra essere una costante nella vita di Lauren Edgeworth. Lasciata a tre anni dalla madre e poi un anno prima letteralmente sull'altare dal fidanzato ( episodio raccontato dall'autrice nel romanzo 'One Night for Love'), Lauren ha deciso che l'unico modo per far sì che nessuno più l'abbandoni sia quello di comportarsi sempre in modo impeccabile, anche se il duro colpo inferto alla sua autostima la fa costantemente sentire fuori luogo fra la gente, poco attraente e poco desiderabile. Perciò quando Kit Butler comincia a corteggiarla in modo serrato, non facendo mistero del suo interesse per lei, Lauren non crede che quelle del noto libertino siano intenzioni serie e sgama il suo bluff. Colpito dalla perspicacia della giovane, Kit le confessa contrito i suoi piani, scusandosi per averla usata e deciso a lasciarla stare per sempre. Ma accade l'inaspettato: Lauren accetta di fidanzarsi con Kit in cambio di un'estate da ricordare.
Un'estate d'avventura,in cui dimenticarsi delle regole e poter essere finalmente se stessa, agire in piena libertà, senza paura del biasimo altrui. Quando l'estate sarà finita, Lauren romperà il fidanzamento e si ritirerà a vivere da sola a Bath, lasciando Kit libero di scegliersi la moglie che meglio gli aggrada. Apparentemente perfetto nel loro iniziale disegno, il patto fra Lauren e Kit si rivelerà però con l'adare del tempo sempre più complicato, perchè i sentimenti ci metteranno lo zampino e non solo quelli fra Kit e Lauren, ma anche quelli fra Lauren e la famiglia di Kit, che presto arriverà ad amare la giovane come una figlia, rendendo la messa in scena ancora più penosa.
Cosa succederà alla fine dell'estate? Riuscirà Lauren a far riconciliare Kit con i suoi familiari? E soprattutto, riuscirà Kit a regalare a Lauren l'estate più bella della sua vita, così bella da convincerla a non volersene più andare e diventare sua moglie sul serio?
Perchè ho incluso questo romanzo fra i miei Indimenticabili? Si tratta di un bel romanzo, con una solida riscostruzione d'ambienti e due protagonisti che si fanno amare, ciascuno a suo modo. Però molti altri romanzi di quest'autrice hanno caratteristiche simili e non sono da meno dal punto di vista della trama e dello sviluppo dei personaggi. A questo però va il merito di avermi fatto riconciliare con la Balogh. Prima di questo romanzo avevo letto alcune sue storie tradotte in italiano nella collana 'I Romanzi' e mi avevano se non deluso, lasciata molto tiepida. Avevo deciso di non acquistare più niente di lei, perchè come scrittrice mi sembrava poco stimolante. Poi mi capitò per caso di acquistare questo libro in versione originale, molto prima che uscisse anche in Italia e l'impressione cambiò totalmente. Il romanzo mi piacque molto; mi innamorai dei protagonisti, della riscostruzione storica e soprattutto mi venne una voglia matta di sapere di più della famiglia Bedwyn (Freyja Bedwyn è la donna che Kit avrebbe dovuto sposare) ! Non vedevo l'ora di poter leggere di quel grandissimo snob di Wulfric Bedwyn, duca di Bewcastle, che guardava il mondo dall'alto in basso attraverso la lente del suo monocolo! ( Mi riferisco a Slightly Dangerous, of course!). Così questo romanzo ha segnato l'inizio del mio ri-innamoramento per i romanzi della Balogh e come tale mi è molto caro, oltre al fatto di essere una storia deliziosa.
Deliziosa perchè ha tutto quello che mi piace in un romanzo Regency : lo stile della scrittura e le descrizioni d'ambiente sono perfette per immergerci nella Londra d'inizo Ottocento, fra salotti, passeggiate mattutine sulla Rotten Road di Hyde Park, inviti per il tè, serate danzanti, spettacoli musicali e teatrali, dove il ton, cioè la crème della crème dell'alta società britannica era solita incontrarsi durante la Stagione. E poi ci sono Kit e Lauren, l'affascinante scavezzacollo e la 'very proper lady', così diversi eppure così uguali, ciascuno con il suo bagaglio di sofferenze alle spalle che ognuno,a suo modo, cerca di mascherare . Kit dietro una facciata di falsa indolenza e leggerezza e Lauren dietro un muro di freddo bon ton. Questa tipologia di personaggi non è certo innovativa, nè per la Balogh nè per il genere Regency, ma la bravura dell'autrice sta proprio nel saper ricavare da certi stereotipi del genere una storia comunque nuova e avvincente.
ORO_104
Cover dell'edizione Oro
Qui l'estate e la vita in campagna, lontano dalle rigide regole di comportamento della città, diventano sinonimi di nuova vita non solo per Lauren, che cerca e troverà nuove emozioni, ma anche per Kit che, aiutando come promesso Lauren ad avere 'la sua estate da ricordare', farà a poco a poco cadere le sue barriere e le mostrerà le sue debolezze, dando modo a Lauren di aiutarlo a superarle. E quello che era solo un legame di facciata diventerà a poco a poco un'amicizia e una complicità vera, fra passeggiate a cavallo, lezioni di nuoto e arrampicate sugli alberi. Mi piace vedere che l'amore di Kit prende fuoco pian piano e nasce più dalla tenerezza che non dalla passione. A lui basta tenere Lauren fra le braccia e guardarla negli occhi per sentirsi inspiegabilmente felice e in pace con se stesso e con il mondo.
Se Kit rientra sostanzialmente nel personaggio dell'eroe romantico al tempo stesso sicuro di sè, ma anche estremamente vulnerabile, è Lauren il personaggio più riuscito. Il lato interessante del romanzo sta proprio nel vedere come la ragazza che ha cercato di ricostrursi una dignità dopo essere stata messa da parte in modo plateale dall'uomo che aveva sempre pensato d'amare, decida di rischiare e venire fuori dal guscio, dal suo autoimposto isolamento, per vivere pienamente la sua vita di giovane donna, foss'anche per una sola estate. E alla fine dell'estate, grazie a Kit ma anche a se stessa, Lauren troverà non solo una nuova disposizione verso la vita e una nuova sicurezza, ma anche una promessa di nuova, vera e più matura felicità. Cosa si può chiedere di più a una storia d'amore? NON PERDETELO!







DA LEGGERE NELLA SERIE FAMIGLIA BEDWYN

One Night for Love (1999) - 1° prequel Bedwyns -  Trad. italiana: INDIMENTICABILE, ed.Mondadori - Maggiore Lord Newbury Neville Wyatt e Lily Doyle 
A Summer to Remember (2002) - 2° prequel Bedwyns -  Trad. italiana: UN'ESTATE DA RICORDARE, ed.Mondadori - Kit Butler, conte di Ravensberg e Lauren Edgeworth
SLIGHTLY MARRIED (2003) - 1° libro Bedwyns - Trad.it. SPOSA A META', ed.Mondadori - Colonello Lord Aidan Bedwyn e Eve Morris
SLIGHTLY WICKED (2003) - 2° libro Bedwyns - Trad.it.: INCIDENTE D'AMORE, ed.Mondadori - Lord Rannulf Bedwyn e Judith Law
SLIGHTLY SCANDALOUS (2003) - 3° libro Bedwyns  - Trad.it.: UNA LADY SCANDALOSA, ed.Mondadori - Lady Freyja Bedwyn e Joshua Moore, Marchese di Hallmere
SLIGHTLY TEMPTED (2003) - 4° libroBedwyns - Trad.it.: LA TENTATRICE, ed.Mondadori - Lady Morgan Bedwyn e Gervase Ashford, Conte di Rosthorn
SLIGHTLY SINFUL (2004) - 5° libro Bedwyns - Trad.it.: INNAMORARSI DI UN LORD, ed.Mondadori - Lord Alleyne Bedwyn e Rachel York 
SLIGHTLY DANGEROUS (2004) - 6° libro Bedwyns - Trad.it.IL DUCA DI GHIACCIO, ed.Mondadori -  Wulfric Bedwyn, Duca di Bewcastle e Christine Derrick 
L'AUTRICE
Mary Balogh, una delle più acclamate e premiate autrici contemporanee del genere storico/regency, è nata a Swansea, nel Galles, terra di mare e montagne,canzoni e leggende. Un bagaglio di emozioni che l'autrice ha portato con sè quando decise di trasferirsi in Canada con un contratto di tre mesi come insegnante. Quella che doveva essere un'esperienza temporanea si è però trasformata in una nuova vita, perchè in Canada Mary ha incontrato Robert che ha sposato e con il quale ha avuto tre figli.
In Canada Mary ha anche iniziato la sua carriera di scrittrice, pur continuando a fare l'insegnante a tempo pieno. Il suo primo successo, A Masked Deception, scritto a mano nei ritagli di tempo sul tavolo della cucina, uscì nel 1985 e vinse in quell'anno il premio della rivista Romantic Times come miglior opera prima nel genere regency. Molti romanzi e racconti hanno seguito negli anni quel primo successo e oggi Mary Balogh è una scrittrice romance a tempo pieno e ogni suo libro è atteso con impazienza da milioni di fedeli lettrici in tutto il mondo.
VISITA IL SUO SITO: http://www.marybalogh.com/

HAI LETTO QUESTO ROMANZO? COSA NE PENSI? CONOSCI LA SAGA BEDWYN DI CUI QUESTO E' IL PREQUEL?

                                                    

18 commenti:

  1. Sono d'accordo su questo splendido libro della Balogh. Dirò di più: è il mio preferito dei suoi libri, prima de Il celebre libertino, Signora del suo cuore, Il duca di ghiaccio e via via tutti gli altri. Credo di essermi innamorata di Kit alla prima occhiata. Grande autrice la Balogh, seppure con qualche cedimento qua e la.

    RispondiElimina
  2. Cioa Robin! Concordo naturalmente sul fatto che la Balogh sia un'autrice di razza , ma anche sul fatto che abbia avuto cedimenti qui e là. Quando è in forma, però, riesce a scrivere romanzi che si fanno ricordare, soprattutto per la sua capacità di ricreare le atmosfere d'epoca, riuscendo quasi a farci vivere 'dal di dentro' il periodo che sta descrivendo. Una caratteristica che non è affatto così scontata, a mio parere, in altre autrici di historicals.

    Francy

    RispondiElimina
  3. Cara Francy, ho finito A summer to remember, che ho soprannominato
    “a novel to remember”. Ho scoperto una nuova autrice (lo so che la Balogh non è propriamente nuova sul mercato del romance, ma io sì, lo sono), e credo che dovrò continuare a frequentarla. Anche se non so da dove cominciare….Ha scritto parecchio, la signora..., quindi i tuoi consigli e quelli delle amiche del tuo blog saranno naturalmente graditissimi.

    A summer mi è piaciuto per: tutte le ragioni che hai esposto così bene nella tua presentazione, innanzitutto. Perché il romanzo è indubbiamente scritto bene e non risulta alla lettura in lingua originale né boring (anche se qua e là vi sono delle descrizioni piuttosto lunghe), né pretenzioso. Fila via piacevolmente, passando con armonia dalla mondana vivacità della season londinese alla calma apparente della campagna. Le ambientazioni sono sontuose, come le descrizioni dei personaggi, anche di quelli secondari, che sono forse un po’ troppi per non perdersi tra le ladies e i lords.
    Mi è piaciuto perché i protagonisti sono affascinanti, debitamente in contrasto tra loro, e pronti a cambiare le regole della loro vita grazie alla reciproca influenza. Perché la Balogh non si limita a descriverci i loro caratteri, ma ci introduce poco per volta nella loro vita passata, ci fa scoprire le motivazioni che hanno portato Kit e Lauren ad essere, quando si incontrano, quello che sono. Spesso (ma forse solo nei romance tradotti dove probabilmente spesso le forbici del mercato tagliano tutto ciò che è tratteggio psicologico o passato dei personaggi) la natura dei protagonisti non viene spiegata: lei è ribelle, lui tutto d’un pezzo, o viceversa, e ciò deve bastare a chi legge. Invece la Balogh non si dimentica di raccontare il passato e di amalgamarlo bene con il presente, in modo che le motivazioni e i comportamenti dei personaggi non siano né didascalici né imposti al lettore. Kit e Lauren prendono forma poco per volta e si aiutano vicendevolmente a far sì che la loro vera essenza emerga, o meglio esploda. Bello.

    A summer mi è piaciuto perchè tutte noi vorremmo incontrare Kit, il rake (libertino) idealizzato di cui follemente innamorarci alla prima occhiata. Un Lord Rake talmente romantico, da nascondere dietro a una maschera di sfacciata e strafottente insolenza la sua vera natura, eroica e tenera. Il Lord Rake che, molto meglio di un rigurgito di femminismo, riesce a trasformare la propria principessa da una perfettina prim, proper lady, in

    una donna emancipata, anche sessualmente, capace di vincere i propri preconcetti e le proprie inconsce e perbenistiche paure in nome dell’amore e di una vita che valga la pena di essere vissuta.
    La nostra Lauren è un’eroina che parte in sordina (ma l’occhiata che all’inizio del racconto manda a Kit e ai suoi pettorali ci fa capire immediatamente che la signorina ha dei desideri nascosti poco ladylike e molto womanlike, malgrado tutto), ma arriva alla fine del romanzo a sirene spiegate, anche se….

    Insomma: se vi fosse capitato uno come Kit, lo avreste mollato perché indecise sulla vera natura del suo amore, indecise sul fatto che voi non siete forse, chissà, magari, la donna giusta per lui? Vi sareste davvero fatte da parte? Sareste state davvero così sicure che una routine monotona, ma finalmente indipendente, tra le acque solforose di Bath avrebbe potuto soddisfare meglio la vostra esistenza di una vita trascorsa al fianco di una tale meraviglia, e per tale meraviglia intendo Kit?

    Suvvia, signorina Lauren, non ce la date a bere. Alla fine della vostra avventurosa estate vi dimostrate troppo remissiva, anche se questo lato del vostro carattere vi dona quel tocco di romanticismo in più, di triste rassegnazione autunnale che prima non avevate, con le vostre false sicurezze. (Che non sia stata la vostra solo una diabolica manovra per legare per sempre a voi l’affascinante visconte? )

    Ecco, lo ammetto. Le rassegnate, non mi piacciono. Lauren lascia l’happy end nelle mani di Kit, come fanno le principesse nelle fiabe. Si ritira e non lotta. Non se la va a prendere e a pretendere, la sua happy fine. Come forse, avrei preferito che avesse fatto (anche se, lo ammetto, sarebbe stato un finale più scontato).

    Ma va bene così, e l’epilogo con tanto di matrimonio è davvero incantevole, con l’amore che sprizza tangibile dagli sguardi dei due protagonisti: si sente e si respira, e sembra quasi di essere lì, tra gli invitati ad invidiare gli sposi. A nascondere una lacrima di commozione.

    Bene, cara Francy e care amiche di Francy, ora che Balogh leggo?

    Baci e buona lettura a tutte.

    Viviana

    RispondiElimina
  4. Cara Viviana come al solito i tuoi commenti sono molto azzeccati. Solo forse non sarei così severa nei confronti di Lauren che ha dovuto stoicamente subire lo sberleffo o, ancora peggio, il compatimento di tutto il ton per essere stata abbandonata letteralmente sull'altare per quello che da sempre credeva il suo futuro sposo (Vedi romanzo precedente: 'One Night for Love'). Una bella botta al suo amor proprio , che chiaramente non è dei più forti quando decide di accordarsi con Kit...una più sicura delle proprie arti seduttive o di se stessa avrebbe pensato di riuscure a conquistarlo alla fine dell'estate, lei invece fino alla fine non crede di poterlo fare,non crede in se stessa e nella sua bellezza particolare, e, diciamolom, è anche un po' stufa degli uomini e dei loro giochetti, così si limita a godersi a pieno quel regalo che il destino le fa, sicura che anche quello sarà destinato a finire. E questo aspetto del suo carattere è decisamente 'refreshing' per uno come Kit, abituato probabilmente a ben altri comportamenti da parte delle varie ladies del ton, Freyja Bedwyn in testa, visto quanto la sua ex promessa sposa era spoilt e self-centered . Se Lauren fosse stata più self-aware, più apertamente desiderosa di conquistarlo, forse Kit non avrebbe abbassato le difese e non avrebbe finito per innamorarsene. Così, senza accorgersene, ci cade dentro in pieno( in questo senso il verbo inglese 'to fall' per l'innamoramento è molto calzante...) e Lauren, che si sarebbe anche solo accontentata di un'estate da ricordare, alla fine vince il trofeo più ambito...in fondo in fondo probabilmente Lauren è stata la più furba di tutte, perchè con la sua tattica di rimessa è riuscita a a sposare Kit ma soprattutto a conquistare il suo amore, mentre Freyja, la forte, volitiva, Freyja,abituata al gioco d'assalto ha perso tutto...almeno finchè anche lei non troverà l'uomo giusto (vedi 'Slightly Scandalous').
    A che cosa potresti passare dopo 'A Summer to Remember',chiedi? Io ti consiglio di continuare con la saga dei Bedwyn e leggere quello che è dopo questo il mio preferito della saga, cioè, 'Slightly Married', oppure di passare alla serie 'Simply', che di questa saga è in fondo uno spin-off, e leggerti 'Simply Love',la storia d'amore del fratello sfortunato di Kit, Sydnam Butler.

    Francy

    RispondiElimina
  5. Un bellissimo esempio di come il "regency" più curato possa ben coniugarsi con il "romance". Per me, che sono una neofita del romance storico e che amo i classici regency di Georgette Heyer, è stata una sorpresa molto piacevole.
    Giustamente lo hai messo negli "indimenticabili"!

    Francesca

    RispondiElimina
  6. Ciao a tutte. Quanti commenti e come sono lunghi. Proprio come piace alla sottoscritta.
    Stamattina ho comprato il libro della Balogh. Come sempre i prequel mi sfuggono...Ho letto "indimenticabile", comunque...
    Anche se fra qualche giorno, poi parlerò del mio punto di vista.
    Un abbraccio.
    MariaT.

    RispondiElimina
  7. Ma quel commento l'ho davvero scritto io? Quella Viviana ero io, VIv? Sì, mi riconosco.

    Cara Francy,quel commento risale più o meno ai tempi in cui è nata la nostra amcizia, ai tempi di A Summer to Remember che TU mi consigliasti di leggere tanto per 'iniziarmi' agli storici. Dio mio, quanti ne ho letti da allora!!!
    Lo sai che ti devo molto amica mia?
    Ti abbraccio
    Viv

    RispondiElimina
  8. Sì, Viv, eravamo proprio noi! Quanto tempo eh? Li ho voluti lasciare assoltamente quei vecchi commenti perchè sono un bel ricordo di...come tutto è cominciato. E da allora anceh questa 'biblioteca romantica' di passi avanti ne ha fatti...anche grazie a quella certa Viviana...;o)

    Un grande bacio.
    Francy

    RispondiElimina
  9. Ragazzeeeee.
    Non so se mi ha commosso di più il libro o i vostri commenti, fatto sta è che mi sono piaciuti immensamente entrambi.
    Libro indimenticabile anche per me che 'apre' una serie molto amata, apprezzata e conosciuta da noi fans della Balogh: I Bedwin. Libri uno più bello dell'altro, indubbiamente da leggere.
    Un abbraccio anche da parte mia.
    Rachele.

    RispondiElimina
  10. Meraviglioso! Uno dei miei romance preferiti! Le ragioni dell'eccellenza di qs romanzo le avete già esposte voi perfettamente, nn ho altro da aggiungere, solo che mi ha colpita e commossa il rapporto di Kit con il fratello minore. Anch'io ho una sorella minore e capisco i sentimenti del protagonista a qs riguardo, ci si sente investiti della responsabilità nei confronti di chi ci è inferiore per età e riteniamo indifeso; specialmente da bambini si avverte fortissimo il dovere di proteggerlo.

    RispondiElimina
  11. Adele V. Castellano12/08/11, 08:06

    Non ricordo quando lessi il primo libro della Balogh. Sono in vacanza e non ho la mia libreria a disposizione. Credo sia stato nel1995 o da giù di lì. Era "Perfido intrigo", in inglese "The secret pearl". Bellissimo! L'avrò già letto almeno tre o quattro volte, giuro! E questo, "A summer to remember" (grazie a Mondadori per aver lasciato il titolo tale e quale e per aver deciso di regalarci questa riedizione, bravo Biancolino!)è un altra "chicca" da non perdere. La Balogh, come la Kleypas, ha il dono della scrittura, con uno stile pulito, che va dritto al cuore. Libri così, non posso smettere di leggerli! E continuano a farmi sognare!
    E grazie anche a Francy... Bacioni!

    RispondiElimina
  12. Cavolo quanti commenti. Ebbene si, io che amo la Balogh quasi incondizionatamente, non avevo mai letto "Un'estate da ricordare".La storia mi è piaciuta moltissimo, come anche quella di Lily, l'altro prequel. Viv , Francy, Rachele, Lady e tutte voi avete parlato abbondantemente della trama e dei personaggi e concordo con moltissime delle cose che avete scritto.
    Dirò solo che Kit mi è sembrato un personaggio azzeccatissimo e approfondito. Chi lo mollerebbe? Nessuna donna sana di mente ovviamente, ma capisco il dilemma di Lauren, le sue paure, ma anche lei , attraverso la presa di coscienza del proprio valore, accetta questo amore, non cercato, non voluto, ma non subìto. Si apre come una rosa alla vita ed alla passione. Ha pudore, ma non è una bigotta ipocrita, affronta ed accetta le conseguenze delle proprie scelte. Mi piace che Kit vada a "riappriopriarsi" di lei. Il sentimento non travolgente che all'inizio li unisce cresce poco a poco attraverso l'amicizia, l'ascolto, l'avventura, la tenerezza. Sono due anime ferite che hanno paura di fidarsi e di amare ancora.
    La saga dei Bedwyn è una delle mie preferite. Tutte le storie sono molto intriganti ma le mie preferite in assoluto sono quelle di Wulfric, Freya e Morgan.
    Vi abbraccio.
    MariaT.

    RispondiElimina
  13. Ciao a tutte, ho letto qualche tempo fa la recensione di questo romanzo che mi ha letteralmente colpita in quanto conteneva tutti gli ingredienti giusti per piacermi. L'unico neo era l'autrice di cui avevo letto già qualche romanzo che non mi aveva convinto. Però mi sono detta proviamo di nuovo. All'inizio ho faticato a entrare nei personaggi, nella storia e nello stile della Balogh e mi ero pentita di averlo acquistato, ma improvvissamente mi ha conquistato e colpito al cuore. Ho riso, ho pianto e mi sono talmente immedesimata in Lauren che ho vissuto la storia in prima persona. Mi sono innamorata di Lauren e di Kit e di tutti i personaggi e non vedo l'ora di leggere gli altri romanzi della saga Bedwin. Per me è sicuramente un romanzo indimenticabile ed è solo grazie al vostro blog che l'ho scoperto. Grazie ancora!
    Manuela G.

    RispondiElimina
  14. Cara MAnuelaG i commenti come il tuo che mi danno veramente la carica perchè dimostrano che quello che stiamo facendo con questo blog non lo facciamo solo per il nostro divertimento ma riusciamo a raggiungere tante altre persone con le nostre stesse passioni e questo è davvero gratificante!

    RispondiElimina
  15. Salve a tutte, è la prima volta che scrivo sul vostro blog, ma avendo conosciuto la saga Bedwyn solo adesso attreverso gli Oro Mondadori sono curiosa di tutto quello che li riguarda.
    Ho appena finito di leggere Sposa a metà e sono rimasta un po' perplessa davanti ad alcune scene del romanzo (mi riferisco soprattutto al primo rapporto sessuale tra i protagonisti) ed ho avuto la sensazione che ci siano tagli fatti un po' così nell'edizione in italiano. Qualcuno di voi ha letto il libro in inglese e mi sa dire se è migliore dell'edizione in italiano?
    Grazie per chi vorrà rispondermi.
    Fio

    RispondiElimina
  16. CIAO FIO BENVENUTA!La saga dei Bewdwyn è anche una delle mie preferite e SPOSA A META' uno dei miei peferiti dell'intera serie insieme a IL DUCA DI GHIACCIO (La storia di Wulfgar). Io però i romanzi li ho letti in inglese e in occasioen di questa riuscita Mondadori nella collana Oro li ho riletti. Sinceramente trovo che la scena del primo rapporto tra Aidan e Eve sia decisamente molto erotica perchè da sfogo a una tensione sessuale fra i due che praticamente era presente più o meno inconsciamente per entrambi da quando sie rano conosciuti. La scena può apparire frettolosa e poco romantica (almeno così mi parvbe la prima volta che la lessi) ma a questa nuova rilettura mi è invece piaciuta di più : solo apparentente è al termine di uno sfogo di rabbia da parte di entrambi, in effetti è la giusta conclusione di una montante tensione a cui entrambi a quel punto non vedevano l'ora di mettere fine, non c'era tempo per troppo romanticismo!
    Non so se è questo particolare a cui ti riferisci o è altro.In ogni io il libro in italiano non l'ho, ma se per caso riesci a fare uno scanner della pagina/e incriminata e a mandarmela sarei molto curiosa di rapportarla a quella in inglese e ti saprei dire.

    Francy

    RispondiElimina
  17. Grazie Francy per la tua risposta.
    Secondo me nell'edizione italiana di SPOSA A META' manca proprio il crescendo di tensione tra i due protagonisti e la prima scena di sesso sembra messa lì in maniera forzata.
    Comunque domani cercherò di mandarti la scansione delle pagine incriminate così, se vuoi, potrai vedere se ci sono differenze con la versione in inglese.
    Grazie di nuovo.
    Fio

    RispondiElimina
  18. Sì, Fio se riesci mandamelo perchè sinceramente sono propio curiosa di compararle. la mail è: irosadifrancy@gmail.com

    Ciao.

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!