Con quale eroe romance passeresti l'ultimo giorno dell'anno?

Ci siamo, oggi è l'ultimo giorno dell'anno...

Finalmente!...penserà qualcuna per la quale quest' anno 'bisesto' è stato davvero 'funesto'! Anyway, ormai è passato, amiche mie, mettiamoci tutto alle spalle e cominciamo a pensare a come ci piacerebbe che fosse questo
2009...
Soprattutto, avete pensato con chi inaugurerete il Nuovo Anno?


Vivienne
si è fatta la stessa domanda ...leggete un po'...

Vi siete mai poste delle domande assurde, dove la fantasia ha la meglio sulla ragione? Continuamente, dite? Be’, anch’io non scherzo. L’ultima di queste sciocche domande prive di senso e di logica a svolazzare nel mio cervello è stata:

Se potessi aspettare l’arrivo del nuovo anno con il protagonista di un romance, in una situazione chiaramente impossibile e imprevedibile, se potessi strategicamente appostarmi sotto il vischio, in attesa che lui passasse casualmente da lì, chi fra i tanti eroi sceglierei?

Scusandomi fin dall’inizio per l’idiozia insita nella questione e per la totale inutilità di questa, confesso di aver pensato non poco prima di giungere, attraverso la negazione di altre, ad una conclusione.

Innanzitutto, l’ambientazione.

Perché, visto che dobbiamo lavorare di fantasia, non vorrei trovarmi con il mio eroe a festeggiare nella balera di periferia dove si ritroveranno alcuni amici. Né a casa della solita sfigata che promette una festa da mille e una notte che finirà, come sempre, nella solita imbarazzante tristezza innaffiata da un pessimo frizzantino. No, ci vuole un’ambientazione degna del mio eroe. E di me.

Dunque, presente o passato?

Ha proprio questa grande importanza, in fondo? Sì.

Considerando le mie letture, se fosse “presente” avrei sicuramente un ultimo dell’ anno piuttosto movimentato, visto che mi limito (con alcune eccezioni che qui non interessano) a divorare romantic suspense e action thriller da uomini duri.

Se optassi per un fine anno romantic suspense, non avrei dubbi. L’eroe che sceglierei sarebbe sicuramente Lawrence Decker, un super agente che per lo più di mestiere fa il killer, ma al servizio dei buoni. Biondo, occhio di ghiaccio, forte come una roccia, ma non smisurato nei muscoli, taciturno e intelligente, protettivo e a modo suo galante, schivo, misterioso al punto giusto e tormentato da un passato oscuro, Lawrence Decker è uno dei caratteri forti dei Troubleshooters di Suzanne Brockmann, e sarà il protagonista del prossimo romanzo – Dark of Night , in uscita a gennaio- di questa straordinaria scrittrice che di recente Francy ed io abbiamo avuto la fortuna di intervistare.( Leggi qui l'intervista).

Di solito, nei RS, questi superuomini si danno piuttosto da fare anche sotto le lenzuola, come sapete bene. Decker no, o non ancora almeno (aspettiamo fino a gennaio e vedremo come se la caverà), cosa che suscita in me una curiosità da jus primae noctis, del tutto fantasiosa. Ma non sarebbe troppo stancante, Decker, per un’avventura di fine anno? Me lo chiedo senza alcuna malizia, senza pensare al risvolto romantico dell’incontro, ma solo a quello avventuroso. Sicuramente il mio eroe avrebbe da far fuori una decina di cattivi prima di dedicarmi la sua attenzione, ed io mi ritroverei prigioniera di qualche sadico signore della guerra russo o afgano, di quelli col ghigno perenne sul muso…..Con tali premesse, prima di essere liberata e di arrivare al dunque, passerebbe almeno una settimana, e addio cenone, per non parlare del resto. Meglio lasciare stare Decker. A presto, Lawrence…

Potrei sempre optare per i miei due eroi preferiti, che più duri di loro non si può: Jack Reacher (il protagonista dei romanzi di Lee Child) e Nick Stone (quello dei romanzi di Andy McNab). Anche con loro, che pure adoro, la notte di capodanno si risolverebbe in un disastro, e i botti non sarebbero quelli dei tappi dello champagne che volano, ma delle loro Glock 9 mm. No, ci vediamo un’altra volta, ragazzi. Cambiamo scenario, è meglio.

Visto che per l’ultimo dell’anno mi piacerebbe indossare un abito lungo, un’ambientazione Regency farebbe al caso mio. Adoro la moda di quel periodo, così elegante e discreta, anche se non saprei dire se un vestito stile impero potrebbe donarmi. Probabilmente mi scambierebbero per una donna incinta, o una che ha appena partorito, e nessuno mi inviterebbe a danzare una contraddanza, in cui naturalmente io eccellerei. Comunque, dando per scontato che un abito impero mi cadesse a pennello e che avesse il magico potere di trasformarmi in una witty e sparkling debuttante, chi potrei scegliere come mio cavaliere? No, non lui.

Mr Darcy è fuori dal gioco, perché sarebbe la scelta più ovvia, per tutte noi. Lo lasciamo a Lizzy, ok? Mr Darcy rimane intoccabile, anche nei sogni.

Un pensierino potrei farlo su Kit Butler, il protagonista di A Summer to Remember (Un’estate da ricordare), di sua maestà Mary Balogh. Perché la sua trasformazione da libertino incallito ad adorabile fidanzato ci ha conquistato tutte. Sì, se fosse regency, penso che sceglierei lui. Tanto sfacciato, esuberante e strafottente all’apparenza, quanto serio, determinato e tormentato nell’intimo. Una scelta interessante.

Ma se poi con me si comportasse solo da libertino? Meglio lasciarlo perdere.

Forse potrei accettare l’invito di Benedict, Visconte di Rathbourne, il Lord Perfect di Loretta Chase (sorry, not translated yet...ma arriverà presto anche da noi!) Lui è bello da far paura e serio da intimidire, ma è anche capace di cedere alla follia. E a capodanno qualche follia si può anche fare…

No. Troppo snob Benedict, prima o poi mi guarderebbe con aria altezzosa, facendomi sentire chiaramente a disagio. Una pezzente che chiede l’elemosina di un suo sorriso. No, grazie. Per l’ultimo dell’anno ho bisogno di un personaggio più concreto, più sanguigno, più roccioso, più forte e nel contempo capace di gesti romantici e delicati. Ma estremamente insicuro del suo fascino.

Un solo personaggio mi viene in mente.

Dobbiamo, però, passare dal regency al periodo georgiano. Cosa che un po’ mi secca perché non mi è mai piaciuto, neppure da bambina, travestirmi da damina del ‘700. E mi secca anche perché di questo periodo non amo la ricercata, effeminata moda maschile, i fazzoletti tutti trine e ricami, gli occhialini e i pizzi e i gioielli che sbucano da ogni dove. Per non parlare delle parrucche incipriate, e delle guance imbellettate. E dei –orrore!- nei finti.

Ma il mio personaggio evita tutte queste inutili civetterie, è imponente, veste di scuro e non porta parrucche. Non bada all’apparenza, parla in modo scurrile e non è neppure troppo galante. E’ prepotente e autoritario, e per di più il suo volto è brutto, anche se affascinante. La bestia della favola, insomma. Ma come nella favola, la ruggine che lo ricopre è solo apparenza, e nasconde il perfetto principe azzurro. Romantico da far paura, generoso e indimenticabile.

Sì, credo che sceglierò proprio lui per l’ultimo dell’anno. Edward de Raaf, Conte di Swartingham, il magnifico protagonista di The Raven Prince della Hoyt (tradotto recentemente ne “Il principe e la preda” ). Mi porterà nella sua tenuta di campagna, e sarà una notte lunghissima…..

E a voi, con quale romanzesco personaggio piacerebbe trascorrere, nella vostra fantasia, l’ultimo dell’anno?

Una sola regola: Mr Darcy è off limits !

Comunque e con chiunque passerete il Capodanno, ricordatevi che nel 2009 noi saremo sempre qui a divertirci insieme a voi!!

happy new year boop Pictures, Images and Photos

Francy & Vivienne


5 commenti:

  1. Se Mr Darcy non si può toccare allora mi va bene anche Rhett Butler ^_^
    L'anno nuovo è come un libro con 365 pagine vuote fai di ogni giorno il tuo capolavoro, usa tutti i colori della vita e mentre scrivi sorridi! AUGURI PER UNO STUPENDO 2009!

    RispondiElimina
  2. Mr Darcy (sospiro) è off limits e, allora, vediamo un po' chi scegliere... ;)
    Ho adorato Kit Butler, il protagonista di "Un’estate da ricordare" col suo carattere solare e generoso, quindi per un Capodanno Regency, sceglierei lui! Mentre per una lunga notte da brivido sceglierei Jean-Claude, il bellissimo vampiro master di Laurell K. Hamilton, a patto di bere solo spumante ed essere la luce dei suoi magnifici occhi blue... Se bisogna sognare meglio farlo alla grande! ;)
    Auguroni a tutte per un 2009 da favola!

    RispondiElimina
  3. Chi non vorrebbe passare un romantico ultimo dell'anno col vampiro Jean Claude (Anita Blake non lo merita), protagonista dei libri di Laurell K. Hamilton? Io lo farei molto volentieri. Ambientazione? La sua lussuosa vasca da bagno.

    RispondiElimina
  4. Be' ormai l'ultima notte dell'anno è andata e ho iniziato il 2009 in compagnia del mio amore Davide (che sigh! non ha alcuna delle caratteristiche dei fantastici protagonisti dei romances, ma per me è perfetto), ma sognare di passare una nottte con un eroe romantico è un bell'esercizio di fantasia e quindi, non potendo ovviamente scegliere Mr. Darcy, sono indecisa tra il fantastico ombroso tormentato e supersexi (io me lo immagino così) Edward Fairfax Rochester o il temibile e fragile Cavaliere Rosso Piers Montmorency di Deborah Simmons.
    E auguro a tutte voi un meraviglioso 2009 pieno di amore, romanticismo, brividi di felicità e soprattutto pace.
    Gio

    RispondiElimina
  5. Abbiamo lavorato di fantasia, ma ormai è il 2 di gennaio, e si ricomincia, con la vita di tutti i giorni. Con gli "eroi" di tutti i giorni. Che possono anche essere più grandi di quelli di cui leggiamo con avida passione, completamente rapite e con tanto di sorrisino imbecille sulle labbra.
    Dunque, auguri a tutte per un felice 2009.
    A proposito, non ve lo avevo ancora detto. Edward de Raaf è stato all'altezza della sua fama...
    Vivienne

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!