PREMI RITA 2007: l'altro lato della medaglia

Sono molti i blog romance americani e non in cui vengono riportate cronache della grande kermesse di Dallas e alcuni lo fanno non esattamente in termini entusiasti. Uno di questi è Dear Author in cui una delle blogger è stata a Dallas e ha potuto vedere e toccare con mano tutto ciò che altre possono solo immaginare. Cito qui di seguito un brano tradotto delle sue note sulla RWA Conference perchè mi sembra un buon modo per vedere anche 'l'altro lato della medaglia' di questa gigantesca festa del genere rosa, dopo le cronache vagamente 'di parte' delle autrici qui sopra. (per leggere molto di più e in lingua originale, clicca qui.)
Sono stata solo ad un Literacy Signing. Per l'occasione mi trascinai dietro da casa una valigia carica di libri con gran dispiacere di Ned che fu costretto a portarla ovunque (almeno quando non c'era nessun facchino in vista ) . Ero eletrizzata dal fatto di poter finalmente incontrare alcune delle mie autrici preferite. Questo però fu prima di comprendere che, perchè le mie autrici preferite rimangano tali, meno contatti ho con loro meglio è.
Se non siete mai state a un Literacy Signing ecco com'è. Mettono circa duecento autrici/autori in un salone con tanti tavolini da conferenza messi uno accanto all'altro. C'è caldo e non c'è abbastanza aria in circolo. Ogni autrice ha di fronte a sè una targhetta con su scritto il suo nome e sono tutte sistemate in ordine alfabetico. Alcune autrici, come Jennifer Crusie, Suzanne Brockmann, Nora Roberts e simili hanno delle postazioni speciali agli angoli della sala perchè le file di gente davanti a loro sono lunghissime.
La fila per entrare nella sala comincia molto prima che le porte vengano aperte. Penso di aver aspettato un buon 30/45 minuti prima di riuscire ad entrare nella sala. Cos'ho trovato una volta dentro? Alcuni comportamenti orribili, perciò ecco i miei consigli alle autrici che sono presenti al Literacy Signing:

per piacere evitate i seguenti brutti comportamenti

  • se dite che venite, fatevi vedere.
  • se dite che venite, cercate di rimanere sedute sulla vostra sedia per più di 10 minuti.
  • se venite e finite i libri [da firmare] non andatevene a chiacchierare con una collega dall'altra parte della sala. Avete tutto il tempo per chiacchierare con le colleghe.
  • se venite, siate cordiali con la lettrice che si ferma alla vostra postazione. Se non ce la fate ad essere cordiali, anche dopo un bel po' di tempo che state sedute là a rispondere sempre alle stesse domande, fate a meno di partecipare.
Le lettrici vengono da tutto il mondo per questo evento ( ho incontrato fans dalla Germania e dall'Australia) e il fatto che voi non dimostriate quel minimo di cortesia necessaria a farvi stare sedute per tutta la sua durata dimostra una singolare mancanza di rispetto nei confronti di chi vi legge. Non ce la faccio nemmeno a citare tutte le autrici che non sono rimaste dopo la prima ora. Nel momento in cui le ultime lettrici mettevano piede nel salone, direi che almeno un quarto o un terzo di loro avevano abbandonato le loro sedie e avevano lasciato la stanza o erano fuori a chiacchierare con una collega.
  • Siete stanche?Perchè non vi leggete un libro?
  • Non vi piacciono le vostre vicine di sedia? E se leggeste un libro?
  • Siete rimaste senza libri da far firmare?Parlate con le vostre fans.
  • Non vi piacciono questi eventi? FATE A MENO DI ISCRIVERVI !
E' possibile che gente come Nora Roberts, Jennifer Crusie, Suzanne Brockmann, Sherrilyn Kenyon, Christine Feehan si siano costruite un numero di lettrici devote ed entusiaste perchè a loro interessano abbastanza da rimanere sedute per ore ad incontrare ognuna delle loro fans e a firmare gentilmente i loro libri? Forse chi fra le altre aspiri a raggiungere lo status di autrice di bestseller farebbe meglio ad apprendere qualche nozione di marketing dalle signore sopraccitate!

Personalmente ho sviluppato una specie di cotta per
Meg Cabot durante uno di questi eventi. E' stato prima che diventasse quel fenomeno di vendite che è ora. Stava seduta un po' sconsolata al suo tavolino, dispiaciuta che il suo editore non l' avesse fornita di nessuno dei suoi libri per adolescenti quando le chiesi se ne aveva uno. Nonostante la mancanza dei libri e nonostante io non abbia comprato nessuno di quelli che mi offriva, lei rimase sempre allegra, gentile e piacevole. Mi viene sempre in mente questo episodio quando prendo un libro di Meg Cabot e ricordo la sua faccia sorridente e la sua gentilezza.

Quando mi incontrai con altre lettrici dopo il Literacy Signing, parlammo di quello che c'era più o meno piaciuto, delle autrici che che ci avevano deluso e di quelle che pensavamo fossero maleducate. Ricordo bene quella conversazione anche se sono passati anni. Sono sicura che anche altre lettrici se ne ricordano.


Ecco com'è l'atmosfera a un Literacy Signing: le lettrici si aggirano per le postazioni con
capienti borse in cui mettere i libri che hanno fatto firmare alle loro autrici preferite


Le autrici Robin Popp, Julie Anne Long and Kelley St. John pronte in postazione

l'autrice Sherrilyn Kenyon vestita da Cigno Nero al Literacy Signing di quest'anno


Nessun commento:

Posta un commento

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!